Una brutta Lazio si fa rimontare anche dal Cluj, sconfitta per 2-1

0

Brutto avvio di Europa League per la Lazio, che subisce la seconda rimonta consecutiva dopo quella contro la SPAL e viene sconfitta per 2-1 anche dal Cluj. Biancocelesti che hanno giocato un buon primo tempo, trovando il vantaggio con Bastos, ma poi si sono fatti rimontare da Deac su rigore e poi nella ripresa da Omrani, non riuscendo a mai a cambiare passo.

Inzaghi conferma le anticipazioni della vigilia con Correa in coppia con Caicedo in avanti, mentre giocano dal primo minuto Jony, Berisha e Vavro con Milinković-Savić capitano biancoceleste. Petrescu, invece, si copre passando alla difesa a tre, con Deac e Traoré nel reparto avanzato.

PRIMO TEMPO

La Lazio approccia bene la partita, alzando subito la linea e occupando con discreta stabilità la metà campo avversaria. Il buon avvio laziale produce una grande occasione all’11’, con Jony che ha spazio a sinistra per mettere un cross splendido per l’inserimento di Milinković-Savić, ma sull’incornata del serbo salva bene Arlauskis. Il Cluj appare piuttosto in difficoltà e non trova grandi contromisure, soprattutto a sinistra. Proprio da lì nasce il vantaggio biancoceleste: sugli sviluppi di un corner viene liberato per il cross ancora Jony, pallone veloce e tagliato su cui arriva splendidamente Bastos che sottoporta non sbaglia a mettere in rete. Il match non cambia granché dopo la rete, con gli uomini di Inzaghi che continuano a far valere il maggiore tasso tecnico e sprecano l’occasione per il raddoppio con Lazzari che spara altissimo davanti ad Arlauskis. Il controllo laziale si interrompe, però, a sorpresa al 40′, quando Lucas Leiva trattiene Djoković su corner e Stefanski decreta il rigore. Dagli undici metri va Ciprian Deac che non sbaglia e firma il pareggio. La Lazio ha comunque una buona reazione e sfiora il nuovo vantaggio prima della conclusione del tempo, con Milinković-Savić che manda fuori di poco di testa.

SECONDO TEMPO

La Lazio approccia male la ripresa, evidenziando gli stessi problemi avuti contro la SPAL, con poca concentrazione messa sul terreno di gioco dopo l’intervallo. Così i biancocelesti rischiano subito di subire il sorpasso, con Omrani che si presenta davanti a Strakosha, ma strozza il tiro con il destro e manda il pallone sul fondo. La fase centrale della ripresa è combattuta e senza grandi qualità tecniche su entrambi i lati del campo, con gli uomini di Inzaghi che si vedono in avanti solo con una botta dalla distanza di Jony che Arlauskis respinge a fatica con i pugni. I biancocelesti sembrano attendere per organizzarsi per l’assalto finale, ma al 75′ vengono incredibilmente beffati: Păun è splendido nel pescare Omrani solo in mezzo all’area di rigore, ma il destro del subentrato si stampa sulla traversa, però, sul pallone che si impenna Strakosha e Bastos sbagliano tutto, con lo stesso Billel Omrani che colpisce di testa e infila in rete con l’aiuto del palo il 2-1. La reazione degli uomini di Inzaghi non è quella attesa, tanto che l’unica vera opportunità prodotta arriva al 90′, quando Acerbi sciabola sul secondo palo per l’arrivo di Cataldi che calcia di piatto, ma Arlauskis si salva miracolosamente sul primo palo. La Lazio inizia così male la propria avventura in Europa League, ma a preoccupare sono soprattutto le due sconfitte consecutive dopo quella con la SPAL in Serie A, senza produrre reazioni adeguate.

CLUJ-LAZIO 2-1 – IL TABELLINO

Cluj (5-3-2): Arlauskis; Peteleu, Burcă, Boli, Mike, Camora; Bordeianu, Djoković, Păun (84′ Culio); L. Traoré (46′ Omrani), Deac (90′ Golofca).
Lazio (3-5-2): Strakosha; Vavro, Acerbi, Bastos (80′ Adekanye); Lazzari, S. Milinković-Savić, Lucas Leiva, V. Berisha (67′ Cataldi), Jony (80′ Lulić); Caicedo, Correa.
Arbitro: Daniel Stefanski (POL)
Ammoniti: Arlauskis, Boli (C); Lucas Leiva, S. Milinković-Savić, Cataldi (L)
Reti: 41′ Deac, 75′ Omrani (C); 25′ Bastos (L)

[Immagine presa da twitter.com]