Tutto tranquillo per il Torino: altri quattro goal al Debrecen

0

Il Torino veleggia verso il secondo turno preliminare di Europa League con un’altra super prestazione: quattro goal al Debrecen firmati da Izzo e da tutto l’attacco.

Forte del tre a zero del Moccagatta, il Torino va in Ungheria per timbrare il passaggio del turno: per Mazzarri stessa formazione dell’andata, unico cambio Simone Zaza che prende il posto dell’acciaccato Iago Falque. Due cambi invece per il Debrecen: fuori Kinyik e Zsóri, dentro Kusnyír e Garba.

PRIMO TEMPO

Nonostante il triplo vantaggio dell’andata, è sempre il Torino a fare la partita e nei primi minuti doppia occasione per Zaza: prima colpisce di piatto su cross di Ansaldi ma Pávkovics salva di tacco, poi è bravo Belotti a credere su un pallone lungo e a servirlo a centro area, uscita a vuoto di Nagy che scopre lo specchio ma il tiro dell’undici granata trova la respinta di Kusnyír sulla linea di porta. Dopo due errori, arriva finalmente il goal: stavolta fa tutto Zaza che riceve da Meïté, punta il difensore mentre Berenguer gli porta via il raddoppio, sinistro chirurgico all’angolino e Torino in vantaggio. Non si ferma la squadra di Mazzarri che, tre minuti dopo, arriva ancora al tiro con Belotti ma la sua conclusione è troppo centrale; poi, poco dopo la mezz’ora, arriva il bis con Izzo, solissimo sul secondo palo a porta praticamente vuota, sull’assist basso di uno scatenato Ansaldi. La prima chance ungherese è un destraccio in curva di Tözsér, ma poco dopo è ancora uno Zaza in formissima ad andare vicino allo zero a tre con un tentativo dalla lunghissima distanza difeso da Nagy; la prima brutta notizia per Mazzarri è l’infortunio muscolare di Baselli, costretto a fermarsi e sostituito da Rincón.

SECONDO TEMPO

A qualificazione in ghiaccio, il Torino allenta la presa e il Debrecen ne approfitta subito: prima Sirigu risponde a Trujić, poi gli Ungheresi passano con il colpo di testa di Garba su cross perfetto di Varga. Il Toro a questo punto decide di non rischiare, il Debrecen non trova spazi e prende pure il terzo goal in contropiede con una meraviglia dell’attacco granata: Belotti parte sulla sinistra e dialoga con Zaza che gliela rende di tacco, rasoterra fulminante e partita di nuovo chiusa. Nonostante il nuovo doppio vantaggio, è Sirigu il migliore del Torino negli ultimi minuti respingendo ottimamente due conclusioni da fuori prima di Garba e poi di Tözsér, ma nel finale arriva anche il poker granata e la firma è di buon auspicio per il futuro: il protagonista è Vincenzo Millico, entrato al posto di Belotti e all’esordio in Europa, che mette in porta Zaza, la conclusione viene respinta ma finisce proprio sulla testa della grande speranza granata che, con un pallonetto, batte Nagy e chiude la partita sull’uno a quattro.

TABELLINO

DEBRECEN (4-4-2): Nagy – Kusnyir, Szatmári, Pávkovics, Ferenczi – Szécsi, Haris, Tözsér, Trujić (89′ Csösz) – Garba (79′ Adeniji), Varga (62′ Zsóri). Allenatore: Herczeg.
TORINO (3-4-1-2): Sirigu – Izzo (82′ Singo), N’Koulou, Bremer – De Silvestri, Baselli (44′ Rincón), Meïté, Ansaldi – Berenguer – Zaza, Belotti (75′ Millico). Allenatore: Mazzarri.
ARBITRO: Fran Jović (HRV).
GOAL: 24′ Zaza (T), 31′ Izzo (T), 51′ Garba (D), 68′ Belotti (T), 91′ Millico (T).
AMMONITI: 26′ Garba (D), 38′ Meïté (T), 54′ Pávkovics (D), 60′ Zaza (T).
[Foto da www.uefa.com]