Roma, poker con Zaniolo e Džeko in gran spolvero: bene la prima in coppa

0

La Roma ci mette oltre quaranta minuti a sbloccarla contro l’‬Istanbul ‪Başakşehir, ma quando ci riesce (su autogol) va sul velluto: 4-0 nell’esordio in Europa League.

‪La Roma vince ancora in maniera larga, e stavolta senza subire gol. 4-0 facile facile all’‬Istanbul ‪Başakşehir, rivelazione della scorsa Süper Lig turca ma quest’anno molto deludente (e piena di giocatori abbastanza bolliti, come l’ex Arsenal Gaël Clichy e non solo), ed esordio in Europa League che va liscio a differenza di quanto avvenuto nel tardo pomeriggio alla Lazio (vedi articolo). Certo, a sbloccare la situazione ci ha pensato l’impresentabile ‪Júnior Caiçara con un autogol da film horror, ma dopo un primo tempo a ritmi bassi nella ripresa la Roma ha giustificato la propria superiorità numerica con alcune giocate di grande spessore, in particolare di Nicolò Zaniolo (splendida azione per avviare il 2-0 e gol del 3-0) e del maestro Edin Džeko. Sembrano lontanissimi i fischi di un mese fa contro il Real Madrid, ora il bosniaco è pienamente al centro del progetto e quando è uscito ha ricevuto l’ovazione del pubblico, qualcosa di impensabile a metà agosto quando sembrava destinato dall’Inter. Otto gol in quattro giorni, equamente divisi: la macchina offensiva della Roma si è messa in moto, ora se dovesse confermare anche la tranquillità difensiva potrà cominciare a pensare in grande, soprattutto perché il turnover ha funzionato e Justin Kluivert si è ripetuto.

PRIMO TEMPO

Quarantuno secondi e Kluivert già calcia verso la porta, con Mert Günok che respinge di piede. Sembra un inizio di promettente di partita, invece di occasioni non se ne vedono più fino addirittura al 39’, quando Pastore si gira e conclude col sinistro e trova ancora il portiere attento. Molto meno attento Júnior Caiçara, che al 42’ in maniera tragicomica devia di fianco un cross di Spinazzola su incursione di Džeko: Roma in vantaggio senza neanche sapere come, peraltro non c’era nessun giallorosso in area pronto a prendere il traversone.

SECONDO TEMPO

Si riparte con ancora Pastore (non male il suo ritorno da titolare) che scende fino ai venti metri e serve Džeko, il cui sinistro è parato da Mert Günok in due tempi. Al 55’ cross da sinistra che Zaniolo cerca di correggere in rete, la palla forse finirebbe sul palo ma Džeko va e la ribadisce dentro, solo che l’assistente segnala un fuorigioco (dubbio): poco male, perché il bosniaco un minuto dopo si invola sul centro-sinistra e conclude addosso al portiere, ma al terzo tentativo il 2-0 arriva sempre sull’asse fra Zaniolo ed Edin Džeko, col primo che si libera di Mehmet Topal con una gran sterzata e poi mette dentro per il destro vincente del secondo. La questione tre punti è chiusa, c’è mezz’ora solo per divertirsi, con Džeko anche versione uomo assist per Cristante e Mert Günok che lo anticipa, al 69’ invece Kluivert controlla e di destro manda di poco a lato. Al 71’ il 3-0, Džeko controlla spalle alla porta, si gira e serve il meglio piazzato Nicolò Zaniolo, sinistro sul palo lontano che Mert Günok tocca ma non basta. Debuttano Veretout (subito ammonito) e Kalinić (per Džeko), Kluivert serve un bel pallone a Lorenzo Pellegrini che di destro sfiora il poker.‬ Il centrocampista, dopo i tre assist domenica al Sassuolo, prova a mandare in gol anche Kalinić ma il croato solo davanti a Mert Günok gli calcia addosso due volte. Il 4-0 arriva lo stesso nel terzo dei tre minuti di recupero, Justin Kluivert parte in progressione, al limite si sposta il pallone sul sinistro e lo manda sul palo opposto, ottima prova anche dell’olandese che sembra aver preso le misure.

‪Roma in testa al girone ma non con il maggior scarto, perché incredibilmente il Wolfsberger in contemporanea ha vinto a sua volta 0-4 contro il Borussia Mönchengladbach. Giallorossi di nuovo in campo domenica alle 15 a Bologna.‬

ROMA-ISTANBUL BAŞAKŞEHIR 4-0 – IL TABELLINO

Roma (4-2-3-1): Pau López; Spinazzola, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Cristante (72’ Veretout), Diawara; Zaniolo, Pastore (64’ Pellegrini), Kluivert; Džeko (74’ Kalinić). Allenatore: Paulo Fonseca
Istanbul ‪Başakşehir‪ (4-3-3): Mert Günok; Júnior Caiçara, Ponck, Tekdemir, Clichy; Aleksić (69’ Azubuike), Mehmet Topal, Kahveci; Višća, Gulbrandsen (77’ Ba), Arda Turan (64’ Crivelli). Allenatore: Okan Buruk‬
Arbitro: Xavier Estrada Fernández (Alonso – Sobrino; Munuera Montero)‬
Reti: 42’ aut. Júnior Caiçara, 58’ Džeko, 71’ Zaniolo‬, 93’ Kluivert
Ammoniti: Juan Jesus, Veretout (R)‬

[Immagine presa da twitter.com]