Manchester United ripreso nel finale, Dendoncker dà l’1-1 all’Anderlecht

0

Tutto ancora aperto fra Anderlecht e Manchester United: i Red Devils gestiscono per gran parte del match e trovano anche il vantaggio con Henrikh Mkhitaryan, ma a quattro minuti dalla fine beccano il pareggio a opera di Leander Dendoncker.

Le sette sfidanti del Manchester United in Europa League possono sperare di avere la meglio sulla grande favorita, perché i Red Devils continuano a non convincere fino in fondo. Finisce 1-1 al Constant Vander Stock, dove l’Anderlecht ottiene un buon pari a quattro minuti dalla fine che tiene fortemente in corsa i biancomalva per il ritorno a Old Trafford, dove è vero che agli inglesi basterebbe uno 0-0 per andare in semifinale ma servirà una prestazione differente soprattutto nel secondo tempo per evitare rischi. José Mourinho si è forse accontentato troppo presto del vantaggio trovato al 36′ con Henrikh Mkhitaryan, a segno per la quarta trasferta (consecutiva) su cinque giocate in Europa League, e ha pensato più che altro a contenere il risultato minimo favorevole, dando per scontato che i belgi non avrebbero attaccato più di tanto. Invece alla fine i padroni di casa hanno trovato la forza di portarsi in avanti e all’86’, sull’unico tiro in porta, Leander Dendoncker ha beffato Darmian e Fellaini, infilando Romero con un colpo di testa che dà tutt’altro sapore alla sfida in programma fra sette giorni.

PRIMO TEMPO

Ci mette un quarto d’ora lo United a carburare, poi mette le mani sulla partita. Al 17′ cross al centro per Ibrahimović che anticipa un difensore, ottima respinta di Rubén Martínez e Lingard con la suola colpisce il palo, due minuti dopo Rashford controlla e di destro manda di poco a lato. L’Anderlecht si vede solo con un cross per Kiese Thelin che cerca la deviazione di tacco senza fortuna, al 28′ splendido tunnel di Mkhitaryan e verticalizzazione per Lingard, bloccato al momento del tiro da un ottimo recupero di Mbodj. L’evidente superiorità tecnica degli inglesi porta i suoi frutti al 36′, Ibra apre sulla destra per Valencia che crossa, Rashford gira verso la porta e Rubén Martínez respinge ma non quanto basta per mandare il pallone fuori, perché Henrikh Mkhitaryan quasi dal fondo tocca col sinistro e mette dentro a porta vuota. Quarto gol in Europa League (tutti in trasferta) e nono stagionale per l’armeno, non male per uno che a inizio anno praticamente non giocava mai.

SECONDO TEMPO

Prova a fare qualcosa l’Anderlecht dopo un primo tempo con zero pericoli portati alla porta di Romero, lo fa Stanciu al 48′ su punizione toccata ma la sua conclusione finisce alta. Segnali di marca biancomalva, al 50′ Bruno dalla destra effettua un tiro-cross deviato non benissimo da Valencia, che fa meglio opponendosi sulla successiva battuta di Acheampong. Mkhitaryan sfiora la doppietta al 55′ su bell’assist di Darmian ma il secondo tempo del Manchester United è troppo tranquillo, gli inglesi si limitano al compitino e fino a un quarto d’ora dal termine gli va bene, perché Isaac Kiese Thelin è un fantasma, ma al 75′ lo svedese lascia il posto a Łukasz Teodorczyk e l’Anderlecht aumenta nettamente il suo potenziale offensivo. Hanni salta Fellaini e col sinistro trova una deviazione di Bailly in corner, il belga dello United (fischiatissimo in quanto ex Standard) potrebbe far male poco dopo ma il suo tiro è sporcato e Rubén fa sua la sfera in due tempi. È ottima la parata del portiere spagnolo all’83’, che si oppone a un diagonale a botta sicura di Pogba su assist di Ibrahimović, il francese continua nella sua stagione altalenante e dal possibile 0-2 si passa in tempo tre minuti all’1-1, gran cross di Obradović sul secondo palo per il colpo di testa di Leander Dendoncker, che sfrutta la dormita di Fellaini e la mancata diagonale di Darmian. Un tiro in porta e un gol per l’Anderlecht, contro i sette degli avversari.

1-1 e qualificazione ancora tutta da decidere, verrà fatto fra una settimana a Old Trafford dove il Manchester United avrà il fattore campo ma non potrà certo dormire sonni tranquilli.

IL TABELLINO

Anderlecht (4-3-3): Rubén Martínez; Appiah, Mbodj, Nuytinck, Obradović; Tielemans, Dendoncker, Stanciu (65′ Hanni); Bruno (58′ Chipciu), Kiese Thelin (75′ Teodorczyk), Acheampong. Allenatore: Weiler
Manchester United (4-2-3-1): Romero; L. Valencia, Bailly, Rojo, Darmian; Carrick, Pogba; Lingard (63′ Martial), Mkhitaryan (90′ Fosu-Mensah), Rashford (75′ Fellaini); Ibrahimović. Manager: Mourinho
Arbitro: Felix Brych della federazione tedesca (Borsch – Lupp; Foltyn; Dankert – Fritz)
Reti: 36′ Mkhitaryan (M), 86′ Dendoncker
Ammoniti: Mkhitaryan, Carrick, Fosu-Mensah (M), Obradović (A)

[Immagine presa da twitter.com]