La Lazio si prende i sedicesimi di Europa League, Marsiglia battuto 2-1

0
Marco Parolo Lazio

Missione compiuta per la Lazio che diventa la prima squadra italiana in Europa a qualificarsi alla fase ad eliminazione diretta. I biancocelesti non hanno fallito contro il Marsiglia, meritando il successo per 2-1 con le reti di Parolo e Correa, nonostante il brivido finale con la grande parata di Strakosha su Njie.

Inzaghi sceglie Correa a supporto di Immobile, a centrocampo occasioni per Berisha e Durmisi, mentre dietro rimane a riposo Radu per fare posto a Luiz Felipe. Garcia sorprende con la difesa a tre, in mediana Strootman è affiancato da Sanson con Sakai ed Ocampos sugli esterni, invece in avanti Thauvin e López sono alle spalle di Njie.

PRIMO TEMPO

Il Marsiglia prova subito a spingere, consapevole del fatto che soltanto una vittoria potrebbe rimetterlo in corsa per la qualificazione. Ciò apre molti spazi per i contropiedi della Lazio, sicché il match diventa subito abbastanza aperto e divertente con molti capovolgimenti di fronte su entrambi i lati del campo. La prima occasione è per i francesi al 7′, quando una doppia spizzata da rimessa laterale libera Sakai con il pallone tra i piedi a mezzo metro dalla porta, ma Strakosha è strepitoso ad opporsi al mancino del giapponese. Le occasioni non sono moltissime, anche perché gli uomini di Inzaghi sbagliano un po’ troppo a livello tecnico nel momento di pungere in avanti. Così è di nuovo il Marsiglia a provarci in avanti: prima con Njie da posizione defilata, ma Strakosha è attento sul proprio palo e respinge; poi con Thauvin da lontano, ma la sua conclusione si perde di poco fuori. Quando il pareggio sembra ormai scritto per questa prima frazione, arriva il vantaggio laziale: delizioso cross di Immobile per l’inserimento del sempre presente Marco Parolo che fulmina Pelé nel primo minuto di recupero.

SECONDO TEMPO

Anche la ripresa continua con lo stesso canovaccio del primo tempo, anche se gli undici di Garcia dimostrano di aver accusato il colpo e danno meno sensazione di pericolosità in avanti. In questa situazione la Lazio è di nuovo bravissima a trovare il raddoppio al minuto 55, quando Immobile si mette di nuovo i panni dell’uomo assist e fornisce un filtrante perfetto per Joaquín Correa, che in area controlla e poi batte Pelé in uscita per il suo primo gol in Europa League con la maglia laziale. Con il match pienamente nelle proprie mani i biancocelesti fanno l’errore di distrarsi e vengono puntualmente puniti: errore clamoroso in costruzione di Parolo nella propria metà campo, Sanson anticipa tutti e deve solo servire Florian Thauvin che incrocia con il destro e non lascia scampo a Strakosha. Al 65′ grande occasione addirittura per il pareggio del Marsiglia con Strootman che arriva su una respinta fuori area, gran botta di prima leggermente deviata che termina poco lontana dal palo. La Lazio ha però il merito di non scomporsi e di rientrare subito mentalmente in partita, costringendo di nuovo i francesi a difendersi più che ad attaccare, con Immobile che si accende in zona gol per due volte, ma Pelé risponde per due volte presente e respinge entrambe le conclusioni. Al 76′ grande opportunità per Milinković-Savić dopo un dai e vai con Correa, ma sul suo mancino è ancora bravo Pelé a deviare. La partita sembra ormai in cassaforte, ma nel quinto minuto di recupero gli uomini di Garcia sfiorano il gol-beffa: cross stupendo sul secondo palo di Payet, Njie calcia e Strakosha sfodera un miracolo per difendere la vittoria. Vittoria che per la Lazio vale la qualificazione matematica ai sedicesimi di finale di Europa League, anche se rimangono i tre punti di ritardo dall’Eintracht Francoforte in classifica.

IL TABELLINO

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Wallace (57′ Bastos); Marušić, Parolo, Cataldi, Berisha (70′ Milinković-Savić), Durmisi; Correa (82′ Luis Alberto); Immobile.
Marsiglia (3-4-2-1): Pelé; Rami (79′ Sarr), Luiz Gustavo, Ćaleta-Car; Sakai, Strootman, Sanson (69′ Payet), Ocampos; Thauvin (83′ Mitroglou), M. López; Njie.
Arbitro: Vladislav Bezborodov (RUS)
Ammoniti: Milinković-Savić, Luiz Felipe, Wallace (L);Strootman, Njie, Rami, Thauvin, Ocampos (M)
Reti: 45’+1′ Parolo, 55′ Correa (L); 60′ Thauvin (M)

[Immagine presa da twitter.com]