Il Chelsea vince l’Europa League; per il Benfica continua la maledizione Guttmann

0

Il Benfica non vincerà più una Finale per 100 anni” aveva detto Guttmann nel lontano 1961 e, da quel giorno, per la squadra portoghese sono arrivate 6 Finali Europee con 6 sconfitte consecutive; oggi la 7ma che sembrava poter interrompere la maledizione ma, sul più bello, il Chelsea rovina la festa al Benfica.
I londonesi riescono nell’impresa di vincere il secondo Trofeo Europeo consecutivo senza praticamente giocare mai a calcio: il Benfica domina gran parte della partita fino a quando Torres non dà il vantaggio ai suoi; nonostante la delusione il Benfica riesce a trovare meritatamente il pareggio con Cardozo che realizza dal dischetto ma, quando tutto sembrava far pensare ai supplementari, Ivanovic gela i portoghesi con un colpo di testa perfetto.
Il Chelsea vince l’Europa League dopo la Champions dello scorso anno ed è la prima squadra inglese ad aver vinto tutti i Trofei Europei!

 

PRIMO TEMPO

Il Benfica cerca di spostare subito gli equilibri dalla sua parte e Cardozo è pericoloso di testa già al 2′. All’8′ potenziale azione per il Chelsea ma Oscar sbaglia il controllo su un fantastico lancio di Mata.
Il primo tempo è tutto di marca portoghese: Cardozo ed i suoi ci tentano almeno altre tre volte nei primi 15 minuti ma i troppi passaggi finiscono per spegnere le azioni.
Dopo un momento di pausa al 33′ ancora Benfica che, dopo l’ennesima serie di passaggi interminabile, manda al tiro Gaitan che però non inquadra la porta.
La prima ed unica azione del Chelsea nel primo tempo arriva dai piedi di Lampard che mette in seria difficoltà il portiere Artur con un tiro carico d’effetto.
Dopo 45 minuti di grande calcio portoghese le squadre vanno al riposo sul risultato di 0 a 0.

SECONDO TEMPO

Il Chelsea non riesce a svegliarsi ed il Benfica continua a dominare la gara, trovando anche il Gol con Cardozo che però viene pescato in fuorigioco. Al 60′ ennesima azione del Benfica che si conclude con un debole colpo di testa di Salvio; dal successivo rinvio di Cech un errore dei portoghesi a centrocampo favorisce il contropiede di Torres che supera in dribbling Artur e insacca la palla in rete: Chelsea clamorosamente in vantaggio.
Vantaggio che dura appena 7 minuti grazie al solito Cardozo che trasforma dal dischetto un rigore concesso dall’arbitro per fallo di Azpilicueta; 1 a 1 meritatissimo a poco più di 20 minuti dal termine.
Il Chelsea finalmente riesce a farsi vedere in zona offensiva ancora con Torres ma è il Benfica che rischia di passare in vantaggio grazie ad un tiro al volo fantastico di Cardozo che costringe Cech a deviare in angolo in tuffo; a 2 minuti dalla fine è Lampard che con estrema facilità tira un bolide dalla distanza che si va a stampare sull’incrocio dei pali.
Quando tutto sembrava pronto per i tempi supplementari, il Benfica regala un calcio d’angolo al Chelsea, Ivanovic riceve palla e, con un colpo di testa perfetto, insacca nell’angolo più lontanto; il cronometro segna 92′ e 14”, alla fine dei 3 minuti di recupero manca ormai pochissimo.
Il Benfica ha solo il tempo per il disperato attacco finale di Cardozo che viene salvato miracolosamente da Cech e compagni.

Il Chelsea di Benitez vince l’Europa League probabilmente non meritandola; una vittoria molto simile alla Champions della passata stagione nonostante la grande prova difensiva.
Il Benfica, da parte sua, può solo rimproverarsi di aver esagerato con lo spettacolo in alcune occasioni a discapito della concretezza: Settima Finale Europea consecutiva persa e Maledizione Guttman che continua!

IL TABELLINO

BENFICA (4-3-3): Artur; Andrè Almeida, Luisao, Garay (33′ st Jardel), Melgarejo (21′ st John), Matic, Rodrigo (21′ st Lima), Perez; Salvio, Gaitan, Cardozo

CHELSEA (4-2-3-1): Cech, Azpilicueta, Cahill, Ivanovic, Cole, David Luiz, Lampard, Mata, Ramires, Oscar; Torres

RETI: 60′ Torres (C); 67′ Cardozo (rig.) (B), 92′ Ivanovic (C)

AMMONITI: 13′ Oscar (C); 46′ Garay, 61′ Luisao (B)

[immagine presa da it.uefa.com]