Finisce all’extra time il sogno del Salisburgo: il Marsiglia conquista Lione

0

Un goal di Rolando a sei dalla fine dei supplementari lancia l’Olympique Marsiglia verso la finale di Lione rendendo vana l’ennesima impresa del Salisburgo che, con Haidara e con l’autogoal di Sarr, aveva ancora una volta capovolto la sconfitta dell’andata.

Rispetto alla gara d’andata, Rose prova a ribaltare il doppio svantaggio cambiando due terzi dell’attacco con Schlager e Gulbrandsen dal primo minuto al posto di Wolf e di Hwang, Garcia invece lascia la squadra invariata con il solo Germain rierimento offensivo al posto dell’infortunato Mitroglou, fuori dai giochi così come Sakai.

PRIMO TEMPO
I ritmi sono subito altri, Rami e Thauvin si ostacolano su una palla tagliata di Payet e per poco il Marsiglia non chiude i conti dopo cinque minuti; il Salisburgo riesce ad alzare subito la testa e Dabbur si rivela da subito il più pericoloso: progressione centrale, sassata da fuori e Pelé riesce a bloccare solo in due tempi. Il Marsiglia, nonostante il vantaggio continua a fare la partita, Sarr trova Sanson che calcia al volo e manca la porta di poco, poi da qui il match si spegne, coi Francesi che controllano ritmi e centrocampo e il Salisburgo che fatica soltanto a recuperare palla, e le poche volte che ci riesce trova sempre un muro col nome di Luiz Gustavo, oggi in super serata.

SECONDO TEMPO
L’avvio di secondo tempo è tutto a marchio OM che va vicinissimo al goal in due occasioni: Ocampos prima e Germain poi non trovano la porta di pochissimo, ma sulla seconda chance è pura poesia la giocata di Payet. Ma nel momento peggiore del Salisburgo, ecco Marcel Hirscher Haidara: il Maliano prende palla a centrocampo, salta letteralmente chiunque e arriva in porta col pallone dando vita a tutta la Red Bull Arena. La partita si capovolge completamente: da quaranta metri André Ramalho prova a buttare giù Pelé, poi Dabbur da censurare con un tentativo a vuoto di colpo di tacco solissimo a due metri dalla porta, ma la difesa dell’OM traballa vistosamente e al minuto sessantaquattro il Salisburgo rimette tutto in equilibrio: cross basso di Haidara, Rami spazza sui piedi di Schlager che calcia malissimo ma Sarr ci mette un piede beffando Pelé e rimandando i suoi al purgatorio. Continua a spingere il Red Bull, il nuovo entrato Hwang impegna subito Pelé dopo un bel colpo di tacco, stavolta sì, di Berisha; l’OM prova a uscire dall’assedio e ci riesce con un bel colpo di testa di Thauvin che si stampa sulla traversa, ma da qui l’atteggiamento dei Francesi cambia: prima Ćaleta-Car intercetta di mano un pallone in area ma per Karasev si va avanti forse giustamente e poi l’altro nuovo entrato N’Jie di testa manca di pochissimo la porta. Non bastano dunque centottanta minuti, si va ai supplementari.

TEMPI SUPPLEMENTARI
Un destro al volo di Anguissa fuori di pochissimo apre i supplementari, ma la prima mini frazione è tutta per il Salisburgo: Pelé miracoloso salva sul colpo di testa ravvicinato di Ćaleta-Car, poi la scarsa mira fa finire sul fondo prima la punizione di Berisha e poi il sinistro di Dabbur, ma l’ingresso di Pongračić e il passaggio al 3-5-2 hanno nuovamente messo alle corde l’OM. Il secondo supplementare scivola sulle ali della paura, ma a sei dalla fine arriva l’ennesimo spot per il VAR che in Europa non c’è e non ci sarà: in sei della squadra arbitrale non si accorgono di una chiara deviazione di Ocampos e regalano un corner all’OM e, proprio sull’azione dalla bandierina, Rolando colpisce sporco, mette il pallone all’angolino e lancia l’Olympique Marsiglia verso la finale di Lione.

TABELLINO

RED BULL SALISBURGO (4-3-1-2): Walke – Lainer, Ramalho, Ćaleta-Car, Ulmer (95′ Pongračić) – Haidara, Samassékou, Berisha – Schlager (83′ Minamino) – Gulbrandsen (67′ Hwang Hee Chan), Dabbur. Allenatore: Rose.
OLYMPIQUE MARSIGLIA (4-2-3-1): Pelé – Sarr, Rami, Luiz Gustavo, Amavi – Lopez (65′ Anguissa), Sanson (100′ Rolando) – Thauvin, Payet, Ocampos – Germain (84′ N’Jie). Allenatore: Garcia.

ARBITRO: Sergei Karasev (RUS).

GOAL: 52′ Haidara (R), 64′ aut. Sarr (R), 114′ Rolando (O).

AMMONITI: 34′ Sarr (O), 39′ Lopez (O), 56′ Rami (O), 74′ Haidara (R), 76′ Germain (O), 83′ Payet (O), 84′ Ramalho (R), 93′ Ćaleta-Car (R), 99′ Amavi (O), 115′ Dabbur (O), 116′ Rolando (O).

ESPULSO: 118′ Haidara (R).

[Foto da www.lequipe.fr]