Europa League, oggi il ritorno dei quarti: Lazio chiamata alla rimonta contro il Fenerbahçe

0

Tutte le otto squadre ancora in gara hanno ancora delle possibilità concrete di passare il turno, compresi i biancocelesti che sono stati gli unici a non segnare nelle partite di andata giocate sette giorni fa. Ecco la preview del ritorno dei quarti di UEFA Europa League (i sorteggi saranno domani a partire dalle ore 12).

 

RUBIN KAZAN-CHELSEA (ore 18, andata 1-3): i Blues tornano nello stadio dove hanno perso ai rigori la finale di Champions League del 2008 contro il Manchester United, ma la serata in terra russa stavolta potrebbe essere meno insidiosa perché i londinesi partono da un discreto vantaggio e di fatto un gol li metterebbe al riparo dalla rimonta del Rubin Kazan, che dovrebbe schierare titolare il bomber Rondón, lasciato in panchina a Stamford Bridge. Benítez sembra intenzionato a schierare l’olandese classe 1995 Nathan Aké a causa dei tanti infortuni sulla fascia sinistra (Ashley Cole è infortunato e Bertrand ha l’influenza), per lui sarebbe il debutto assoluto in coppa e la seconda da titolare in carriera, in attacco c’è il ritrovato Fernando Torres, due gol all’andata.

BASILEA-TOTTENHAM (ore 21.05, andata 2-2): gli svizzeri si presentano alla partita più importante della loro storia europea con il vantaggio dei due gol segnati fuori casa e soprattutto con un invidiabile record di undici partite ufficiali con la porta inviolata al Sankt-Jakob, dove non subiscono reti da oltre sei mesi. Per gli Spurs quindi sarà molto dura passare il turno, Villas-Boas spera nella buona vena realizzativa di Adebayor e Sigurðsson, a segno sia all’andata che in Premier League contro l’Everton, perché Gareth Bale non è stato convocato dopo l’infortunio alla caviglia nei minuti finali del match di Giovedì scorso e anche Defoe non è partito per la Svizzera.

LAZIO-FENERBAHÇE (ore 21.05, andata 0-2): si gioca a porte chiuse come già accaduto contro lo Stoccarda, all’Olimpico i tifosi potranno solamente restare fuori a seguire il match da un maxischermo. Servirà una grande Lazio per rimontare il punteggio dell’andata, causato più che altro dal grottesco arbitraggio dello scozzese Collum e dei suoi assistenti (rigore molto dubbio dell’1-0 e punizione invertita che ha causato il 2-0 e l’ammonizione di Mauri, diffidato e quindi squalificato per il ritorno di oggi). Buone notizie arrivano da Miroslav Klose, che sarà al centro dell’attacco come nel derby, dove però non ha brillato. I turchi invece non possono contare sull’ex interista Emre e sull’attaccante Moussa Sow, entrambi fermati da problemi fisici.

NEWCASTLE UNITED-BENFICA (ore 21.05, andata 3-1): per i Magpies la sfida di Lisbona era iniziata con il piede giusto grazie al gol di Papiss Demba Cissé dopo dodici minuti, ma poi i lusitani hanno recuperato e vinto con due gol di scarto anche per colpa di un erroraccio di Davide Santon sul momentaneo 2-1 di Lima. Per i valori delle due squadre questo sembra lo scontro dall’esito più scontato, con la squadra di Jorge Jesus a un passo dalle semifinali, ma mai dare per vinti i bianconeri, che più volte hanno lottato fino all’ultimo istante trovando spesso un gol decisivo in pieno recupero, come accaduto agli ottavi contro l’Anzhi e Domenica in campionato contro il Fulham.

[Immagine presa da it.uefa.com]