Europa League: la scheda del Red Bull Salisburgo, avversario del Napoli

0

Lo scorso 22 febbraio ci sono stati i sorteggi per gli ottavi di finale di Europa League (vedi articolo), che vedevano coinvolte due squadre italiane: l’Inter ha pescato l’Eintracht Francoforte, mentre il Napoli ha trovato il Red Bull Salisburgo. Ecco la scheda di presentazione degli avversari degli azzurri.

Le strade delle squadre italiane in Europa League tornano ad incrociarsi con quella del Red Bull Salisburgo, dopo la doppia sfida della passata stagione contro la Lazio nei quarti di finale in cui gli austriaci hanno avuto la meglio, riuscendo a rimontare i biancocelesti con un perentorio 4-1 nella partita di ritorno dopo aver perso 4-2 all’Olimpico. Stavolta l’italiana che li attende è il Napoli, una delle favorite per il successo finale e che non può permettersi di fermarsi soltanto agli ottavi di finale. Oltre a ciò gli azzurri hanno anche la possibilità di “vendicarsi” per l’eliminazione della passata stagione, quando furono esclusi dalla stagione europea dall’altra squadra di proprietà della Red Bull: il Lipsia.

LA STAGIONE EUROPEA

Sono sette le vittorie su otto partite giocate finora in Europa League dal Red Bull Salisburgo, finito a giocare nella seconda competizione europea dopo essere stato eliminato per i gol in trasferta nei play-off per accedere alla Champions League dalla Stella Rossa, curiosamente poi finita proprio nel girone del Napoli. Retrocessi in Europa League, gli austriaci hanno messo in campo un ruolino di risultati semplicemente perfetto nel Gruppo B con diciotto punti realizzati e diciassette gol fatti, prendendosi il primo posto nel raggruppamento ed eliminando addirittura i cugini più quotati del Red Bull Lipsia. L’unica sconfitta finora è arrivata nell’andata dei sedicesimi di finale contro il Club Brugge per 2-1 e subita in rimonta. Sconfitta, però, prontamente riscattata il 21 febbraio con un perentorio 4-0 che non ha lasciato scampo ai belgi.

LA SQUADRA

La squadra ha cambiato molto rispetto agli undici della passata stagione, anche se è rimasto l’allenatore Marco Rose che ha intrapreso e sta continuando sulla strada del 4-3-1-2. La forza è sicuramente il gioco offensivo: sono ventidue le reti segnate nella competizione, secondo miglior attacco alle spalle soltanto dell’Eintracht Francoforte. Produzione offensiva che passa molto e soprattutto dai piedi di Munas Dabbur, capocannoniere dell’Europa League con sette gol siglati finora su quattordici tiri in porta; ma attenzione anche a chi lo affiancherà in attacco con il norvegese Fredrik Gulbrandsen che ne ha realizzati quattro ed il classe 1998 Patson Daka che è stato titolare nel ritorno contro il Club Bruges e ha firmato immediatamente una doppietta. A centrocampo la qualità passa soprattutto dai piedi di Xaver Schlager, che si disimpegna da mezzala destra, e dal trequartista Hannes Wolf, elemento decisivo per la vittoria in Youth League di due stagioni fa e che ora è pronto a guidare il gioco offensivo tra i “grandi”. L’età media della squadra è ovviamente molto bassa, con tre elementi di grande esperienza che si muovono tra mediana e difesa e superano i trent’anni: la mezzala Zlatko Junuzović, il terzino sinistro e capitano Andreas Ulmer ed il portiere Alexander Walke.

IL COMMENTO FINALE

Il Red Bull Salisburgo è una buona squadra e ha anche una più che discreta esperienza europea dopo l’ottima stagione vissuta l’anno scorso e l’inizio promettente di questa. A ciò si aggiunge la possibilità degli austriaci di concentrarsi quasi unicamente proprio sull’Europa League, considerato che nella Bundesliga austriaca i punti fatti finora sono stati cinquantuno in venti partite (sedici successi, tre pareggi e una sola sconfitta, il 24 febbraio contro il Rapid Vienna) con undici lunghezze di vantaggio sul LASK secondo. Detto ciò, il Napoli ha comunque tutte le possibilità per uscire vincente da questo turno eliminatorio, sia per le maggiori qualità tecniche sia per la maggiore esperienza dei propri uomini che hanno fatto benissimo anche in Champions League. Per gli azzurri sarà fondamentale il match di andata di stasera (ore 21) al San Paolo, dove potranno dare immediatamente una sterzata decisiva alla qualificazione e poter affrontare con maggiore tranquillità il ritorno in programma giovedì prossimo.

[Immagine presa da twitter.com]