Una brutta Lazio cade a Bucarest: all’FCSB il primo atto grazie a Gnohéré

0

Un goal di Harlem Gnohéré regala la vittoria all’FCSB contro una piccola Lazio: ora la qualificazione è tutta da guadagnare nel ritorno all’Olimpico.

Inzaghi non cambia il modulo ma lo fa con svariati uomini lasciando fuori Lulić, Radu, Immobile e l’irrequieto Felipe Anderson e dà spazio a Murgia, Nani e Caicedo nonostante lo scandalo scommesse in cui è indagato; per Dică nessuna sorpresa nell’undici titolare con inamovibile riferimento avanzato Harlem Gnohéré e i suoi sedici goal stagionali.

PRIMO TEMPO

Lazio a ritmi troppo bassi in avvio per ricordare quella del campionato, e Strakosha e Luis Felipe per poco non si fanno male da soli dopo dieci minuti; la squadra di Inzaghi viene fuori alla distanza e la prima grande chance arriva a metà tempo: Lucas Leiva verticalizza, Murgia in inserimento fa sponda per Caicedo che controlla e calcia ma Vlad in uscita chiude la porta e si salva in angolo. Ma l’avvio blando risulta fatale per i biancocelesti: da punizione a favore sulla trequarti avversaria, Caicedo perde palla e lancia la quattro per cento rumena che come ultimo frazionista ha proprio Harlem Gnohéré, il Francese arriva davanti Strakosha e lo fulmina con un rasoterra letale che manda sotto la Lazio dopo meno di mezz’ora. Ancora Gnohéré poco più tardi approfitta di una corta respinta di Bastos e calcia al volo ma di poco non trova la porta; è sui piedi di Nani la risposta della Lazio, lanciato nello spazio da Milinković Savić, ma è ancora Vlad ad alzare il muro. Prima della fine la più grande occasione per i biancocelesti, a ruoli invertiti rispetto a pochi minuti prima: corner di Nani, Milinković Savić vola e incorna ma, a Vlad stavolta battuto, non trova altro che la traversa.

SECONDO TEMPO

La prima occasione per la Lazio nella ripresa arriva ancora da corner, stavolta sulla testa di Caicedo, ma non riesce a schiacciare e il pallone si perde sopra la traversa; prima chance anche per l’FCSB con una punizione velenosa di Budescu su cui Strakosha deve distendersi. Nella desolazione dell’attacco della Lazio, Inzaghi mischia le carte e prova con Anderson e Immobile per Nani e Caicedo; proprio il Brasiliano ha subito un’ottima palla, servito ancora dal solito Milinković Savić, ma davanti a Vlad tira fuori il peggio del suo campionario con un destraccio strozzato che si spegne sul fondo. Ancora peggio riesce a fare Budescu poco più tardi: servito da Gnohéré, salta tutti in area avversaria ma poi si allunga scioccamente il pallone e la difesa della Lazio, a fatica, riesce a sbrogliare la situazione. La gara a chi fa l’errore peggiore continua: Basta vola sulla destra, mette in mezzo una palla dolcissima per il solissimo Milinković Savić che, di piatto, la manda incredibilmente in curva; ma la Lazio si supera a sette dalla fine quando Cáceres prima e Basta poi, da mezzo metro, non riescono a buttare dentro una palla frutto di un’accelerazione fulminea di Felipe Anderson. Finisce nel peggiore dei modi per la Lazio, con Immobile che lascia il segno nel tabellino nell’elenco dei cartellini gialli vanificando un’altra fuga di Anderson sulla destra.

Non era un impegno impossibile per la Lazio, così come tutt’altro che impossibile sarà passare il turno col ritorno in casa, ma quella di oggi è veramente una pessima figura per la squadra di Simone Inzaghi: poca determinazione soprattutto sotto porta, poca voglia di lottare contro una squadra che ha quello come principale punto di forza ma su tutte la poca resistenza difensiva, offrendo il fianco più volte a un non irreprensibile attacco rumeno. Servirà tutt’altra Lazio al ritorno, tra una settimana all’Olimpico, per passare un turno molto agevole alla vigilia e troppo complicato alla luce del risultato e della brutta prestazione di oggi.

IL TABELLINO

FCSB (4-2-3-1): Vlad – Benzar, Găman, Planić, Morais – Pintilii (46′ Teixeira), Nedelcu – Man, Budescu, Tanase F. (57′ Coman) – Gnohéré (80′ Tanase C.). Allenatore: Dică.
LAZIO (3-4-2-1): Strakosha – Bastos, Luis Felipe, Cáceres – Basta, Leiva, Murgia, Lukaku (74′ Lulić) – Nani (55′ Anderson), Milinković Savić – Caicedo (55′ Immobile). Allenatore: Inzaghi.

ARBITRO: Aytekin (DEU).

GOAL: 28′ Gnohéré (F).

AMMONITI: 8′ Milinković Savić (L), 25′ Pintilii (F), 44′ Cáceres (L), 45′ Lukaku (L), 51′ Luis Felipe (L), 64′ Vlad (F), 77′ Găman (F), 90′ Immobile (L).

[Immagine presa da twitter.com]