L’Ajax dei giovani dà spettacolo: 4-1 e Lione demolito

0

Nella prima semifinale di Europa League, anticipata per evitare la contemporaneità con la commemorazione delle vittime olandesi delle guerre, l’Ajax schianta il Lione con una prestazione da favola: finisce 4-1.

Dopo il Real Madrid l’Ajax. Anche la seconda semifinale delle competizioni europee è un dominio della squadra di casa, un risultato spettacolare che rilancia le ambizioni di gloria degli olandesi, da tempo fuori dal giro delle grandi europee ma tornati prepotentemente alla carica con questo 4-1 che vale mezza finale. La squadra di Peter Bosz, che pure arrivava alla partita con molti dubbi visto che non giocava da oltre dieci giorni (il campionato nel weekend si è fermato per la finale di coppa nazionale) e aveva tre titolari su quattro in difesa fuori, ha invece surclassato il Lione con la qualità strepitosa dei suoi giocatori dal centrocampo in su. È anche difficile trovare un migliore in campo: Bertrand Traoré, di norma impreciso, ha invece fatto una doppietta ed è stato letale; Hakim Ziyech ha fornito la bellezza di tre assist in una singola partita, cosa mai successa nella storia dell’Europa League; Kasper Dolberg ha fatto solamente un gol ma ha incantato per la bellezza delle sue giocate e Amin Younes ha distrutto la difesa avversaria, segnando una rete e creando tantissime altre occasioni. Il Lione dopo l’1-0 non ci ha capito più quasi nulla, le precarie condizioni di Alexandre Lacazette e Corentin Tolisso non possono essere un alibi, perché dopo un discreto inizio i francesi sono crollati e non certo per mancanze in avanti, certo il gol in trasferta lascia aperta una minima speranza ma vista la prestazione di oggi è difficile pensare a una rimonta.

PRIMO TEMPO

È di marca Lione il primo pericolo, al 10′ Tousart viene liberato sul centro-destra e dalla linea di fondo crossa arretrato per la battuta a colpo sicuro di Cornet, ottimo l’intervento di Onana che con la gamba evita lo 0-1 e mette in calcio d’angolo. I francesi approcciano meglio la partita ma l’Ajax colpisce al primo squillo, è il 25′ e Ziyech batte un calcio di punizione dalla fascia destra, la sua battuta è a girare verso il centro dell’area, Bertrand Traoré sfiora con le treccine quel tanto che basta per far proseguire il pallone e mandare fuori causa Anthony Lopes. Olandesi avanti e che prendono in mano la partita, poco dopo Younes semina il panico sulla sinistra ed è provvidenziale l’intervento nell’area piccola di Diakhaby per evitare il raddoppio che però arriva al 34′: rinvio sbilenco di Anthony Lopes, Bertrand Traoré colpisce di testa e lancia Kasper Dolberg, conclusione di collo esterno destro a incrociare e il 2-0 è cosa fatta. Ajax in completo controllo della situazione, a un minuto dal termine del primo tempo la squadra di Bosz va anche vicina al tris con lo scatenato Younes, che scambia con Klaassen per presentarsi solo davanti ad Anthony Lopes, bravo a ipnotizzarlo.

SECONDO TEMPO

Ripresa che inizia com’era finito il primo tempo ossia con una sola squadra in campo, l’Ajax, che trova la terza marcatura al 49′: Tousart controlla male, Ziyech gli sradica il pallone e lancia Amin Younes sulla sinistra, rientro per eludere l’intervento di N’Koulou e destro deviato dallo stesso difensore che inganna Anthony Lopes e viene respinto da Diakhaby oltre la linea. Spettacolare l’inizio di tempo dei padroni di casa, al 51′ situazione simile con Ziyech che sfrutta un errore di Gonalons e, dopo aver vinto un rimpallo con Tousart, lancia Dolberg con Diakhaby che salva in scivolata favorendo la parata di Lopes. Un sussulto del Lione al 52′ con Fekir, bravo a saltare Riedewald e de Ligt e far partire un sinistro che Onana respinge, ma l’Ajax continua a far paura quando parte anche in azione solitaria, come fa Dolberg al 57′ che da sinistra si accentra e con un destro micidiale chiama all’ennesimo intervento Anthony Lopes, che si ripete al 64′ su sinistro a giro di Traoré. Il Lione però non sta solo a guardare e al 66′ trova il fondamentale gol in trasferta, Cornet salta Sánchez e mette in mezzo, Tete salva ma l’azione continua e su cross di Jallet Schöne di testa respinge proprio sui piedi di Mathieu Valbuena, destro piazzato appena dentro l’area è 3-1. È un secondo tempo meraviglioso, si gioca da una parte e dall’altra senza un attimo di sosta, al 67′ Younes per Ziyech e sinistro alto mentre al 68′ Ghezzal con una percussione centrale libera Fekir in area e Onana, come al 10′, salva benissimo di piede. Dal possibile 3-2 al 4-1, tacco di Dolberg per Klaassen che apre sulla sinistra, Gonalons si ferma chiedendo un fuorigioco di Ziyech che non può esserci, l’ex Twente crossa forte e Bertrand Traoré da due passi fa doppietta. Il Lione stavolta non ci sta e cerca di reagire, al 74′ ha una doppia occasione con inserimento e sinistro rasoterra deviato ancora di piede da Onana, che poi fa una parata ancora più bella sulla respinta di Rafael, da qui parte il contropiede dell’Ajax con Ziyech che salta Lopes ma non trova nessun compagno in mezzo. Sprecano un po’ troppo gli olandesi, de Ligt recupera e parte in azione personale servendo un gran filtrante per Dolberg che di tacco libera Younes ma il suo destro è debole, al 77′ ci prova anche il nuovo entrato van de Beek e Lopes para, nel recupero ennesimo recupero di un fenomenale Ziyech e sinistro che Anthony Lopes salva di piede evitando il 5-1.

Alle 21.05 di giovedì il ritorno al Parc OL, dove ai francesi servirà più di una grande rimonta per raggiungere la finale di Stoccolma. L’Ajax intanto domenica cercherà di non perdere ufficialmente l’Eredivisie, ma con una vittoria il Feyenoord è campione: forse è meglio concentrare le energie sul ritorno in vetta a livello continentale.

IL TABELLINO

Ajax (4-3-3): Onana; Tete, Sánchez, de Ligt, Riedewald; Klaassen, Schöne (72′ van de Beek), Ziyech; Traoré, Dolberg (88′ Neres), Younes (79′ Kluivert). Allenatore: Bosz
Lione (4-2-3-1): Lopes; Jallet (69′ Rafael), N’Koulou, Diakhaby, Morel; Tousart (58′ Ghezzal), Gonalons; Cornet (76′ Lacazette), Tolisso, Valbuena; Fekir. Allenatore: Génésio
Arbitro: Gianluca Rocchi della federazione italiana (Di Liberatore – Tonolini; Meli; Banti – Valeri)
Reti: 25′, 71′ Traoré, 34′ Dolberg, 49′ Younes, 66′ Valbuena (L)
Ammoniti: de Ligt, Traoré (A), Gonalons (L)

[Immagine presa da twitter.com]