ECA, nuovo Comitato Esecutivo. Agnelli lascia come i club della Superlega

0

L’ECA cambia il Comitato Esecutivo, dopo l’uscita dei dodici club della Superlega e del presidente Andrea Agnelli. Definiti i prossimi passi, dopo il terremoto di ventiquattro ore fa.

Il Board Esecutivo dell’ECA si è riunito oggi per discutere diverse questioni importanti, dopo l’uscita nella scorsa notte di dodici membri dell’ECA a seguito della creazione della Superlega.

Il Board, in maniera unanime, condanna le azioni egoiste dei membri uscenti. Queste portano a rovinare il valore del gioco e in opposizione ai valori dell’ECA. Riteniamo che il calcio europeo per club possa essere riformato dall’interno del sistema, per raggiungere i migliori interessi collettivi. Il Consiglio ribadisce la chiara posizione dell’ECA come unica voce legittima e riconosciuta dai club leader in Europa. Come tale, ha preso una serie di decisioni per garantire che sia in grado di continuare a svolgere il proprio ruolo in modo efficiente ed efficace.

Le decisioni includono:

– confermare che l’attuale Board Esecutivo rimane così com’è, per dare forma a tutte le decisioni chiave.

– creare un Comitato Esecutivo che lavori sotto gli auspici del Board Esecutivo, per gestire i lavori quotidiani durante questo periodo di transizione. I membri dell’ECA ora sono: Nasser Al-Khelaifi (PSG), Michael Gerlinger (Bayern Monaco), Edwin van der Sar (AFC Ajax), Dariusz Mioduski (Legia Varsavia), Aki Riihilahti (HJK Helsinki) e Michele Centenaro (membro indipendente).

– proporre Karl-Heinz Rummenigge, presidente onorario ECA, per sostituire il presidente uscente Andrea Agnelli come uno dei due rappresentanti ECA nel Comitato Esecutivo UEFA.

Sotto questa nuova struttura, l’ECA ha messo in atto le necessarie certezze a breve termine per continuare a svolgere il suo ruolo e guidare i membri che ne fanno parte. Lavorerà accanto ai vari enti, in particolare UEFA, FIFA, FIFPro e le varie leghe, per gestire questo periodo.

Il Board ha ora chiesto al Comitato Esecutivo di consultarsi e raccomandare il nome di un nuovo presidente. Nei prossimi giorni ulteriori decisioni sulla struttura dell’ECA, fra cui gli incarichi per coprire i posti lasciati vuoti, saranno prese e comunicate.

Dopo che l’UEFA ha approvato il nuovo format per le competizioni di club dal 2024-2025, il nuovo Comitato Esecutivo ECA commenta: «Siamo contenti che la riforma delle competizioni UEFA abbia raggiunto questo traguardo. L’accordo sui nuovi format porterà a un maggior numero di partite di alta qualità in Europa, aumentando la partecipazione dei club a tutti i livelli. Segue i princìpi e gli obiettivi che l’ECA ha definito nella Primavera del 2019. L’intero Board vuole raggiungere degli accordi con l’UEFA sul format post-2024, in modo da definire il calcio europeo per i prossimi anni».

[Fonte: ecaeurope.com]