La Danimarca punisce il rigore sbagliato dall’Austria, finisce 3-1

0

La Danimarca si risolleva dopo aver perso 3-1 contro la Germania nella prima partita: alla Dacia Arena di Udine Austria battuta con lo stesso punteggio, dopo aver avuto l’occasione di portarsi in vantaggio con un rigore sbagliato.

Primi punti in questi Europei Under-21 per la Danimarca, che aggancia l’Austria e la Germania al primo posto in attesa dell’impegno dei tedeschi con la Serbia (ore 21). Al 26′ errore in uscita dell’Austria, Skov prende il palo con un piazzato e Kristensen non ne approfitta mandando la ribattuta sull’esterno della rete. È l’inizio di un periodo ottimo della Danimarca, che tre minuti dopo quasi trova il vantaggio (Billing di testa e Kvasina salva sulla linea) e al 33′ il gol lo fa davvero, con Joakim Mæhle che si inserisce bene sulla sinistra, disorienta con varie finte Danso e scavalca Alexander Schlager. Primo tempo tutto danese, ma appena inizia la ripresa pareggia l’Austria: angolo da destra, colpo di testa sul primo palo del capitano Philipp Lienhart, due difensori anticipati e Iversen non impeccabile. 1-1 e tutto da rifare per la Danimarca, che colpisce un’altra traversa con Wing ma l’occasione enorme per vincerla capita all’Austria, quando Nelsson sbaglia tutto e dopo aver toccato il pallone lascia lì la gamba colpendo in pieno Horvath: è rigore, ma Baumgartner si fa parare il tiro da Iversen bravo a riscattarsi. Così la Danimarca la vince, al 78′ cross da destra sul quale Bruun Larsen fa velo e Joakim Mæhle è bravo sul secondo palo a fare doppietta, al 93′ contropiede in solitaria di Andreas Olsen sulla destra e piazzato che vale il 3-1.

[Immagine presa da twitter.com]