Coppa d’Asia: l’Australia vola in finale (video).

0

Con la vittoria per 2-0 sugli Emirati Arabi Uniti, l’Australia si conquista la finale di sabato a Sydney, dove affronterà la Corea del Sud.

 

Formazioni annunciate per entrambe le squadre. Postecoglou ritrova Spiranovic che torna al centro della difesa dopo il turno di squalifica, mentre a centrocampo preferisce Milligan a Bresciano. Ali invece cambia solo l’esterno alto a destra rispetto alla gara col Giappone, inserendo Mohamed Abdulrahman al posto di Al Hammadi.

L’Australia passa dopo due minuti: corner di Franjic, Sainsbury svetta solissimo a centro area e incrocia di testa per il vantaggio dei Socceroos. Poco dopo gli Emirati Arabi reagiscono e centrano il palo con Khalil dopo una bella progressione a destra di Sanqour, ma i padroni di casa non mollano la presa e al minuto tredici raddoppiano: cross di Franjic, mischione in area ma Luongo riesce ad allungare la palla il tanto che basta a Davidson per caricare il sinistro e sparare all’angolino. Dopo meno di un quarto d’ora l’Australia è già avanti di due goal.

Il secondo tempo si trasforma in una lunga agonia per gli Emirati Arabi: Omar Abdulrahman e compagni provano invano a valicare il muro giallo dell’Australia, ma complice il pubblico avverso e soprattutto la forza degli avversari, non riescono mai a essere pericolosi dalle parti di Ryan. Da segnalare solo un gran destro dalla distanza di Khalil fuori di poco, poi più nulla.

Così la finale più attesa alla vigilia delle semifinali si è concretizzata: dopo le premature eliminazioni di Giappone e Iran, saranno Corea del Sud e Australia a contendersi la sedicesima edizione della Asian Cup sotto il cielo di Sydney. Per la Corea del Sud sarà la quinta finale ma il titolo manca ai Taegeuk Warriors dal 1960. Per l’Australia, che è entrata solo nel 2006 a far parte della AFC, è la seconda finale consecutiva in tre partecipazioni: dopo aver sempre perso dal Giappone, nel 2007 ai rigori ai quarti e nel 2011 ai supplementari in finale, stavolta avrà l’opportunità, in casa sua, di sollevare il trofeo per la prima volta.

TABELLINO:
AUSTRALIA (4-3-3): Ryan – Franjic, Sainsbury, Spiranovic, Davidson – Luongo, Jedinak, Milligan (58′ McKay) – Leckie, Cahill (66′ Juric), Kruse (81′ Troisi). Allenatore: Postecoglou.
EMIRATI ARABI UNITI (4-2-3-1): Naser – Sanqour, Ahmd, Al Enezi, Abbas (77′ Saleh H.) – Esmaeel, Abdulrahman A. – Abdulrahman M. (46′ Al Hammadi), Mabkhout, Abdulrahman O. – Khalil (65′ Al Kathiri). Allenatore: Ali.

AMMONITI: Leckie 41′ (A), Jedinak 63′ (A).

GOAL: Sainsbury 2′ (A), Davidson 13′ (A).