Copa Libertadores, ritorno finale: trionfo del River Plate! 3-0 ai Tigres e festa argentina

0

Si è chiusa la cinquantaseiesima edizione della Copa Libertadores, a vincerla è stata il River Plate battendo 3-0 i Tigres nella finale di ritorno con le reti di Lucas Alario, Carlos Sánchez e Ramiro Funes Mori.

 

A diciannove anni dall'ultima volta il River Plate è di nuovo sul tetto del Sud America. Per la terza volta i Millonarios alzano al cielo la Copa Libertadores e certificano il completamento della redenzione sportiva quattro anni dopo la clamorosa retrocessione del 2011. Contro l'América de Cali nel 1996 decise una doppietta di Hernán Crespo al ritorno al Monumental, con Enzo Francescoli capitano e Marcelo Gallardo, l'allenatore di oggi, in campo. El Muñeco è il grande punto d'unione tra quel River e questo, è stato capace di dare continuità al grande lavoro di Matías Almeyda e Ramón Díaz ridando alla squadra biancorossa una mentalità vincente non solo in patria ma anche fuori dai confini nazionali, con la Copa Sudamericana conquistata a fine 2014 e la Recopa Sudamericana vinta a febbraio. Stanotte il River, reduce dallo 0-0 dell'andata che lasciava aperto ogni discorso, ha distrutto i Tigres con un inequivocabile 3-0 che ha mandato al tappeto i messicani, per i quali il sogno di portare la Copa Libertadores per la prima volta fuori dai confini sudamericani rimarrà tale. Il primo tempo è stato durissimo, con tanti interventi ben oltre il limite della legalità, i Tigres hanno avuto la chance di mettere sui propri binari la partita al 24', quando Jürgen Damm è volato via sulla destra e dopo un dribbling ha servito all'indietro per André-Pierre Gignac che però ha ciccato il pallone a centro area, i Felinos hanno perdonato il River (dopo essere stati la squadra che ai gironi ha di fatto salvato la Banda) e al 45' hanno pagato, con un gran numero in dribbling di Vangioni seguito da cross sul primo palo dove Lucas Alario ha anticipato un difensore in tuffo e ha cambiato la storia della gara. Un gol che ricorda molto uno segnato da Hernán Crespo nella Supercoppa Italiana Inter-Roma del 2006, e forse non è un caso che l'ex Colón abbia replicato uno dei tanti centri di chi ha dato al River la precedente Copa Libertadores. Ripresa equilibrata fino al 73', quando Aquino ha agganciato Carlos Sánchez appena dentro l'area: calcio di rigore evidente, realizzato con la classica freddezza dallo stesso uruguayano dopo due minuti di discussioni. Da lì in poi è stato un quarto d'ora di anticipo della festa, con il 3-0 di Ramiro Funes Mori al 79' a chiudere ogni discorso con un colpo di testa su calcio d'angolo finito sotto le gambe di Guzmán. Nel video gli highlights della finale che ha consacrato campione El más grande de América.

[Immagine presa da ole.com.ar]