Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus

Si è giocato stasera alle 20.45 il match tra Bayer Leverkusen e Roma, valevole come terza giornata del gruppo E della Champions League, la partita si è conclusa sul 4-4.

 

Garcia sceglie di non rischiare Dzeko dal primo minuto e continua con il falso nueve, in avanti si alternano Salah e Gervinho, mentre a centrocampo tocca a De Rossi e Nainggolan far mantenere equilibrio alla squadra. Schmidt opta per il solito 4-2-3-1 con Hernández riferimento offensivo, alle sue spalle fantasia e velocità con Kampl, Çalhanoglu e Bellarabi, mentre in difesa parte titolare l’italiano ex Inter Giulio Donati.

PRIMO TEMPO

Partenza dai blocchi fortemente negativa per la Roma, al 3′ Çalhanoglu sfonda a sinistra e mette in mezzo un cross che viene deviato da un braccio largo di Torosidis, Kassai dopo aver consultato l’assistente decreta il rigore. Dagli undici metri si presenta Javier Hernández che spiazza senza problemi Szczesny e porta in vantaggio le Aspirine. I giallorossi faticano a reagire, ci vogliono una decina di minuti di assestamento, ma al 16′ Salah trova lo spazio per scaricare indietro per Pjanic che conclude però troppo centrale, facilitando la respinta di Leno. Passano tre minuti e Digne perde un pallone sanguinoso sulla propria trequarti, il Bayer trova la profondità con Javier Hernández, tenuto in gioco da un disattento Rüdiger, che ci prova una prima volta ma Szczesny respinge, ma il Chicharito ha un’altra occasione sulla ribattuta e stavolta non sbaglia il raddoppio. La Roma però si risveglia all’improvviso al 29′ quando su un calcio d’angolo una mischia porta Manolas a servire di testa Daniele De Rossi tutto solo che sottoporta brucia Leno in uscita ed accorcia le distanze. Al 32′ però i giallorossi si fanno di nuovo sorprendere da Hernández che sfrutta un’uscita a vuoto di Szczesny, ma stavolta l’attaccante messicano non è preciso e manda alto. Passano cinque minuti ed arriva l’incredibile pareggio della Roma, Pjanic pennella una punizione splendida al limite dell’area piccola su cui arriva ancora Daniele De Rossi che di ginocchio anticipa tutti i difensori e supera un Leno immobile, firmando così la doppietta personale.

SECONDO TEMPO

La Roma inizia la ripresa subito con l’approccio giusto, prima Donati sfiora l’autogol per anticipare il solito De Rossi su un piazzato perfetto di Pjanic, poi Gervinho al 53′ è strepitoso a crearsi l’occasione superando tre uomini, ma poi spara clamorosamente addosso a Leno. Così al 54′ tocca di nuovo a Miralem Pjanic portare in vantaggio i giallorossi, il bosniaco dalla sua mattonella preferita dipinge l’ennesimo capolavoro di questo inizio stagione, lasciando Leno completamente immobile a guardare il pallone infilarsi a fil di palo. Match che si fa equilibrato con errori di misura da entrambe le parti, ma le occasioni forse per la prima volta faticano ad arrivare e bisogna aspettare il 71′ quando Florenzi fugge in contropiede sulla destra e conclude a rete, Leno salva tutto, ma sulla ribattuta arriva Falqué che però riesce soltanto a sfiorare la traversa. Due minuti più tardi però l’ex Genoa si fa perdonare, Gervinho semina il panico a sinistra, si accentra e serve Iago Falqué tutto solo che stavolta non sbaglia e batte Leno in uscita per firmare il 2-4. La Roma ormai sembra aver fatto sua la partita, ma i giallorossi riescono di nuovo a complicarsi la vita all’84’ quando Kevin Kampl gode di troppo spazio sull’angolo destro dell’area di rigore e si inventa un sinistro a giro che non lascia scampo a Szczesny. I capitolini vanno in panico ed all’86’ subiscono il clamoroso pareggio, Wendell trova spazio a sinistra e mette un cross basso che trova sul secondo palo tutto solo Admir Mehmedi che appoggia a porta sguarnita il pallone del 4-4. La Roma rischia addirittura la beffa finale nel primo minuto di recupero, ma Hernández manca di un soffio la tripletta personale, lasciando così immutato il punteggio.

La Roma sale così a due punti nel girone E, mentre il Barcellona continua a punteggio pieno ed il Bayer Leverkusen sale a quota quattro, facendo così diventare il prossimo match all’Olimpico un dentro-fuori che deciderà molto probabilmente chi seguirà i blaugrana agli ottavi di finale.

IL TABELLINO

Bayer Leverkusen (4-2-3-1): Leno; Donati, Papadopoulos, Tah, Wendell; Toprak (79′ Yurchenko), Kramer (66′ Brandt); Kampl, Çalhanoglu, Bellarabi (56′ Mehmedi); Hernández.
Roma (4-2-3-1): Szczesny; Torosidis, Manolas, Rüdiger, Digne; De Rossi, Nainggolan; Florenzi (90′ Iturbe), Pjanic, Gervinho (85′ Džeko); Salah (62′ Falqué).
Arbitro: Viktor Kassai (HUN)
Ammoniti: Wendell, Kramer (B); Nainggolan, De Rossi (R)

[Immagine presa da uefa.com]