Real insuperabile, flop Galatasaray: 3-0 ai turchi e semifinale ipotecata

0

Il Real Madrid non sbaglia e vince 3-0 in casa contro i turchi del Galatasaray, ipotecando così la semifinale. Al Bernabeu le merengues dominano la gara andando in gol già con Cristiano Ronaldo (9′) con un delizioso pallonetto. Colpisce poi Benzema (29′) e chiude i conti, nella ripresa Higuain (73′), subentrato proprio al francese. La squadra di Terim non crea nulla ed è chiamata al miracolo nella partita di ritorno. Flop Sneijder e Drogba.

 

 

Dopo la prova di forza di ieri del Bayern, il Real risponde con una prestazione altrettanto impressionante. Il Galatasaray non è la Juventus, certo. Ma non concedere un’azione pericolosa nell’arco dei 90 minuti non è cosa da poco, soprattutto se davanti gioca gente come Sneijder, Drogba e Ylmaz, tutti e tre insufficienti e mai incisivi.
Primo Tempo
Il 4-3-1-2 messo in piedi da Terim è spregiudicato ma mal interpretato dai suoi giocatori. Fare la partita al Bernabeu è quasi impossibile, ma lasciare spazi enormi a velocisti come Ronaldo e Di Maria è un suicidio tattico, figlio forse di una supponenza di chi si crede già grande, ma grande non lo è (ancora). Al primo contropiede madridista, Ozil serve Ronaldo che con un delizioso pallonetto batte l’ex laziale Muslera. 9° gol in Champions in 9 partite: numeri pazzeschi per il portoghese che si conferma capocannoniere solitario del torneo. Le uniche risposte del Galatasaray arrivano dai piedi di Drogba e Sneijder, i fedelissimi di Mourinho. L’ex interista è però poco ispirato, così come il resto dei compagni, e verrà cambiato da Terim già ad inizio ripresa. Il Real non crea spettacolo, ma è concreto e cinico quanto basta. Al 29′ ci pensa Essien, con un cross precisissimo, a trovare Benzema in area che non perdona e firma il 2-0.
Secondo Tempo
Nella ripresa Terim inserisce Zan al posto di Sneijder, cambiando l’assetto tattico della sua squadra. Galatasaray più coperto, meno sfacciato del primo tempo e quindi meno pericoloso. A tutto vantaggio del Real che controlla la gara senza strafare, giocando a bassissimi ritmi, colpendo prevalentemente in contropiede. Il gol di Higuain, autore di un preciso colpo di testa, è il colpo del KO per il Galatasaray che al ritorno avrà bisogno di un miracolo: vincere 4-0 e non subire gol. Mission impossibile, o quasi. Il Real si conferma la più seria candidata alla vittoria finale del torneo insieme agli odiati rivali del Barça. Il 3-0 di stasera zittirà un po’ tutti, almeno fino alla partita di ritorno.
Il Tabellino
Real Madrid-Galatasaray 3-0
Real Madrid (4-2-3-1): Diego López; Essien, Ramos, Varane, Coentrão; Khedira, Xabi Alonso; Di María (40′ st Pepe), Özil (35′ st Modric), Cristiano Ronaldo; Benzema (20′ st Higuain). A disp.: Adán, Kaká, Marcelo, Arbeloa. All.: Mourinho
Galatasaray (4-3-1-2): Muslera; Eboue, Dany, Semih, Riera (38′ st Amrabat); Altintop (33′ st Bulut), Selcuk, Melo; Sneijder (1′ st Zan); Yilmaz, Drogba. A disp.: Iscan, Balta, Saroglu, Elmander. All.: Terim
Arbitro: Moen
Marcatori: 9′ Cristiano Ronaldo, 29′ Benzema, 28′ st Higuain
Ammoniti: Dany, Yilmaz (G); Essien, Sergio Ramos, Modric (R)
Espulsi: –