Notte da campioni! La quinta giornata di Champions riserva qualche sorpresa e una valanga di gol

0

La Juventus stende il Chelsea e goleada (con polemiche) per lo Shakhtar. Pari Bayern mentre tutto facile per il Barça. Ecco i risultati di serata

 

GRUPPO E: Serviva la vittoria e vittoria è stata per la Juventus, con merito per 3-0. Male il Chelsea che ora scivola al terzo posto mentre ai campioni d’Italia basta un punto per qualificarsi (vedi articolo dedicato). Vince lo Shakhtar una partita macchiata da un episodio, ma procediamo con ordine. Dopo un inizio di stampa ucraina il Nordsjaelland passa meritatamente in vantaggio al minuto 24 con Nordstrand. Due minuti più tardi il fattaccio: Willian vuole restituire palla agli avversari dopo una “scodellata” dell’arbitro, ma Luis Adriano prende palle e realizza con tutti i danesi fermi. I padroni di casa protestano per tre minuti; quando il gioco riprende sembra che lo Shakhtar lasci segnare i suoi avversari (vietato dal regolamento) ma l’azione viene fermata per le proteste di tutto lo stadio. Passano pochi minuti ma il gol arriva, una rete comunque sospetta per una difesa ucraina molto blanda. Da qui inizia un altro match dove lo Shakhtar domina: prima agguanti il pari con Willian allo scadere di tempo, poi dilaga nella ripresa con altri due reti di Luiz Adriano e ancora Willian (un vero fuoriclasse). Shakthar agli ottavi, gli basta un punto per il primo posto.
Classifica: Shakhtar 10, Juventus 9, Chelsea 7, Nordsjaelland 1.

GRUPPO F: La clamorosa vittoria del Lille in casa del Bate nella partita delle 18 aveva già qualificato il Valencia che disputa però una grande partita contro il Bayern. In Bielorussa il Bate sciupa una grandissima occasione perdendo in casa contro il Lille e autoeliminandosi dalla Champions. I francesi vincono con merito per 0-2 e ora hanno ancora qualche speranza, molto labile, di qualificazione per l’Europa League. Il big match del girone è una partita spettacolare e ricca di emozioni. Gioca meglio il Bayern che per tutto il primo tempo si rende pericoloso, soprattutto su palle inattive. La partita sembra mettersi nel migliore dei modi quando gli spagnoli restano in 10 uomini già nel primo tempo, ma i tedeschi non riescono a sfondare. Nella ripresa il bavaresi cercano l’affondo ma il Valencia è pericoloso in contropiede e  su uno di questa trova un vantaggio tutto sommato meritato con Feghouli (complice una deviazione di mano da parte di Dante). Il Bayern reagisce e si riversa in avanti trovando il pari al minuto 37 della ripresa con Muller. Tedeschi e spagnoli in testa a 10 punti, sarà l’ultima giornata a decretare chi si qualificherà come prima e chi come seconda.
Classifica: Valencia 10, Bayern 10, Bate 6, Lille 3.

GRUPPO G: Tutto come previsto per il Barcellona, a cui basta un tempo per avere ragione dello Spartak con i primi gol di Messi in terra russa per il 0-3 finale (vedi articolo dedicato). Nell’altra partita del girone il Benfica mantiene vive le possibilità di qualificazione battendo tra le mura amiche il Celtic agganciandolo al secondo posto. Partono bene i portoghesi che mostrano subito di volere i tre punti. Il vantaggio arriva subito con John, dopo solo 7 minuti. Il Celtic reagisce e trova il pari con Samaras al minuto 32, lasciato colpevolmente solo dalla difesa lusitana su un calcio d’angolo. Agguantato il pari gli scozzesi smettono di giocare, chiudendosi in difesa. Il Benfica per tutta la ripresa cerca di ritrovare in vantaggio fino a trovarlo con un difensore, Garay, su sviluppo di un’azione di palla inattiva, al minuto 26 della ripresa per il definitivo 2-1. Benfica che agguanta il Celtic al secondo posto. Gli scozzesi rimangono però favoriti per il passaggio del turno in quanto i portoghesi se la vedranno nell’ultima giornata contro il Barcellona al Camp Nou che quest’oggi si sono accaparrati il primo posto nel girone.
Classifica: Barcellona 12, Benfica 7, Celtic 7, Spartak 3.

GRUPPO H: Il Galatasaray batte in casa un Manchester senza motivazioni e con le seconde linee che però cerca fino all’ultimo di evitare la sconfitta. La partita la fanno i turchi, ma i primi a sfiorare il gol sono gli inglesi che colpiscono una traversa su un calcio d’angolo. Il gol della partita arriva nella ripresa, al minuto 9. Il marcatore è il solito Yilmaz (sono tutte sue le reti dei turchi in questa Champions). Dopo il vantaggio turco lo United ha diverse occasioni per il pari, una clamorosa con Hernandez, ma non le sfrutta rischiando di subire il secondo gol ad opera di Altintop che però colpisce una traversa clamorosa. Finisce 1-0 e il Galatasaray sale a quota 7 al secondo posto insieme al Cluj. Cluj che batte il Braga che ora non ha più speranze nemmeno per l’Europa League. Vittoria meritata per i rumeni che grazie a una tripletta di Rui Pedro, mattatore di serata, liquidano un Braga troppo rinunciatario e che perde la testa finendo già il primo tempo in 10 uomini. Inutile il gol di Alan come è inutile pensare che al posto di questa squadra (troppa poca cosa per una competizione come la Champions) ci sarebbe potuta essere l’Udinese. Decisivo per il secondo posto sarà l’ultima giornata con il Cluj che sarà di scena all’Old Trafford mentre i turchi giocheranno in Portogallo.
Classifica: Manchester United 12, Cluj 7, Galatasaray 7, Braga 3.

Samuele Zaboi