Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Il Borussia vince per 3-0 con ampio merito e va ai quarti. Uno Shakhtar troppo rinunciatario abbandona la Champions con l’impressione che la cessione di Willian abbia pesato come un macigno sulla squadra di Lucescu. I tedeschi ora possono dire la loro fino in fondo.

 

Moduli speculari per le due formazioni che optano per un 4-2-3-1. In attacco i tedeschi si affidano come sempre a Gotze e Reus mentre lo Shakhtar risponde con Luiz Adriano come unica punta.

PRIMO TEMPO

Il Borussia accelera sin dai primi minuti nonostante il vantaggio ottenuto in Ucraina. I padroni di casa nei primi minuti cerca di tenere alto il ritmo, come sono soliti fare i tedeschi quando giocano in casa, mentre gli ucraini provano ad addormentare il gioco cercando qualche improvvisa verticalizzazione in velocità. All’11 arriva la prima occasione del match ed è per i tedeschi: Rues pesca in area splendidamente Lewandowski che di destro calcia in porta ma Pyatov in uscita si oppone tenendo il punteggio in parità. Lo Shakhtar resta chiuso per limitare i danni con l’obiettivo forse di giocarsi tutto nella ripresa. La prima conclusione verso la porta avversaria da parte degli ospiti arriva al 24’ con un tiro sporco di Fernandinho deviato in corner. Alla mezz’ora si sblocca il match con i tedeschi che passano meritatamente in vantaggio: corner dalla destra sulla quale Felipe Santana è libero di saltare e di testa porta in vantaggio i suoi. Il gol non scuote gli ucraini che anzi continuano a subire il forcing offensivo dei padroni di casa che dopo pochi minuti trovano il raddoppio: azione spettacolare a centrocampo del Borussia che libera Lewandowski sulla fascia di destra, uno sguardo al centro e cross per Gotze che anticipa tutti e di piatto destro fa 2-0. Nel finale di tempo ancora un’occasione per i tedeschi che non sfruttando con Lewandowski. Il primo tempo termina con una sola squadra in campo mentre lo Shakhtar non è pervenuto.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa si vede uno Shakhtar tutto diverso complice anche l’inserimenti di Costa che subito crea un’occasione calciando a lato dopo una progressione di 30 metri. Gli ucraini sono più aggressivi e cercando subito la verticalizzazione. La reazione dei tedeschi si affida ad un punizione di Rues che però Pyatov blocca senza problemi. Il Borussia non si lascia intimidire dalle azioni offensive degli ospiti e trovano il 3-0 al 59’: Blaszczykowski cede il pallone a Gundogan che calcia dal limite, il tiro non è innocuo ma Pyatov si lascia sfuggire il pallone che va sui piedi di Blaszczykowski che realizza il più facile dei gol. La rete del 3-0 chiude di fatto la partita che in realtà non è mai stata aperta. I tedeschi continuano a fare la partita mentre gli ucraini provano con orgoglio a cercare la rete della bandiera ma con la paura di subire una ripartenza dei padroni di casa come al 75’ quando il Borussia sfiora il poker in contropiede con Grosskreutz ma Pyatov questa volta è attento. Passa un minuto e su calcio d’angolo lo Shakhtar sfiora la rete con Rakitskiy che calcia a botta sicura ma la difesa in mischia ribatte. Il Borussia e i suoi fantasisti nel finale giocano per divertirsi e Reus a 10’ dal termine sfiora un gol pazzesco: dopo aver dribblato mezza squadra avversaria, una volta arrivato in area perde un po’ l’equilibrio e calcia a lato. Lo Shakhtar con grande orgoglio cerca continuamente la rete della bandiera creando un’occasione clamorosa con Luiz Adriano che solo a tu per tu con Weidenfeller non riesce a batterlo. Nel finale non accade più nulla e finisce meritatamente 3-0 per il Borussia Dortmund.

IL TABELLINO

Borussia Dortmund (4-2-3-1): Weidenfeller; Piszczek, Subotic, Felipe Santana, Schmelzer; Gundogan (81’ Sahin), Kehl (45’ Bender); Blaszczykowski (70’ Grosskreutz), Gotze, Reus, Lewandowski.

Shakhtar Donetsk (4-2-3-1): Pyatov; Srna (C), Kucher, Rakitskiy, Rat; Fernandinho, Hubschmann (82’ Stepanenko) ; Alex Teixeira, Mkhitaryan, Taison (45’ Costa), Luiz Adriano.

Arbitro: Skomina (SLO)

Marcatori: 31’ Felipe Santana, 38’ Gotze, 59’ Blaszczykowski.

Ammoniti: 15’ Kucher (S).

Samuele Zaboi

Immagine da: www.uefa.com