Liverpool di nuovo in Champions, 4-2 ad Anfield sull’Hoffenheim

0

Spettacolo ad Anfield: il Liverpool parte fortissimo con tre gol nei primi 20′, ma l’Hoffenheim non si arrende fino alla rete di Firmino al 63′. Wagner segna il definitivo 2-4.

Il Liverpool torna in Champions League dopo tre anni, passando agevolmente i play-off contro l’Hoffenheim, squadra tanto interessante quanto inesperta. Ad Anfield non c’è partita e il discorso è chiuso dopo 20′, merito soprattutto di Emre Can, oggetto del desiderio di tante squadre europee. Trionfa Klopp, l’ennesimo allenatore del popolo alla guida dei Reds, rimandato il giovane Nagelsmann, a cui va comunque fatto un applauso per il cambio Nordtveit/Uth dopo i primi venti allarmanti minuti, segno di personalità e umiltà. Prossimo appuntamento dunque domani sera quando il Liverpool conoscerà le sue rivali dei gironi, con la certezza di partire dalla terza fascia.

Partenza a razzo per il Liverpool, Salah spreca di testa dopo la punzione ribattuta di Alexander-Arnold, Mané tira addosso a Baumann dopo un’azione corale dei tre giocatori offensivi di Klopp. Al 10′ i Reds concretizzano: Emre Can infila Baumann con la complicità della deviazione di Vogt, su assist di tacco di un ispirato Mané. Sette minuti più tardi arriva il raddoppio, a firma di Mohamed Salah, lesto nel ribattere a rete il palo colpito dal compagno di reparto senegalese. La macchina da guerra rossa non si ferma e colpisce per la terza volta al 21′ quando Emre Can finalizza a porta sguarnita un’azione bellissima e velocissima, impreziosita da un altro tacco di Mané e dal cross al bacio di Firmino. Nagelsmann ridisegna la squadra inserendo Mark Uth al posto del difensore Nordtveit, e l’attaccante di Colonia lo ripaga subito con un diagonale che supera Mignolet per l’1-3. Nella ripresa i ritmi sono più bassi ma i gol non mancano: al 62′ Roberto Firmino chiude definitivamente la contesa segnando il più semplice dei gol, raccogliendo l’assist del generoso Henderson, bravo a rubare palla a Vogt ultimo uomo; al 79′ gol del 2-4 di Sandro Wagner, bravo nel colpire di testa e spiazzare Mignolet.

IL TABELLINO

Liverpool (4-3-3): Mignolet; Alexander-Arnold (64′ J. Gómez), Matip, Lovren, Moreno; Wijnaldum, Henderson, Can (69′ Milner); Salah, Firmino, Mané (87′ Klavan). Allenatore: Jürgen Klopp
Hoffenheim (3-4-3): Baumann; Nordtveit (23′ Uth), Vogt, Hübner; Kadeřabék (64′ Toljan), Geiger, Demirbay, Zuber; Kramarić, Wagner, Gnabry (55′ Szalai). Allenatore: Julian Nagelsmann
Arbitro: Daniele Orsato della federazione italiana
Reti: 10′, 21′ Can, 17′ Salah, 27′ Uth (H), 62′ Firmino, 79′ Wagner (H)
Ammoniti: Henderson (L), Geiger, Kaderabek, Vogt, Hübner (H)

[Immagine presa da Twitter]