Inarrestabile Agüero, il Manchester City espugna Mosca e vede gli ottavi

0

La seconda doppietta consecutiva dell’attaccante argentino regala al Manchester City un prezioso successo per 2-1 in casa del CSKA Mosca, nell’anticipo della terza giornata della fase a gironi di Champions League, che mette gli inglesi in un’ottima posizione per la qualificazione agli ottavi.

 

Decisivo contro il West Ham, decisivo anche nel freddo di Mosca: Sergio Agüero non si ferma più e porta ancora una volta il Manchester City alla vittoria, con una doppietta nel giro di otto minuti che rende inutile il momentaneo vantaggio del CSKA firmato Tošic. A dirla tutta è come se El Kun avesse segnato tre doppiette di fila, perché contro l’Everton prima della sosta aveva sbagliato un rigore ma il suo tiro, finito sul palo, era entrato in rete dopo la deviazione di Howard, da regolamento si tratta di autogol quindi il giocatore formato nell’Independiente non può avere la paternità del gol ma può certamente dire di essere ormai stabilmente decisivo per le sorti della metà blu di Manchester, essendo arrivato a nove gol in stagione. Il City è stato padrone del campo, contro un CSKA Mosca in grave difficoltà anche in campionato, ma le tante occasioni sprecate dagli uomini di Pellegrini hanno reso la partita incerta fino all’ultimo, e proprio a pochissimi secondi dal termine sarebbe potuta arrivare la beffa finale, se non fosse che Hart ha salvato il risultato con un miracolo su Keisuke Honda, probabile futuro giocatore del Milan tanto che in giornata sulla stampa francese è apparsa la notizia di un accordo ormai raggiunto. Con il capitano Kompany ancora out per infortunio i Citizens giocano di nuovo con solo un centrale di ruolo, Nastasic, affiancato da Javi García, in attacco al fianco di Agüero c’è Negredo e non Džeko; per i padroni di casa importante il rientro della punta Doumbia dopo oltre un mese di assenza per infortunio, l’ivoriano è il referente offensivo centrale del 4-2-3-1 di Slutsky. Si gioca alla Khimki Arena di Mosca, campo reso pesante dalla pioggia delle ore precedenti e criticato da Pellegrini, dall’alto il terreno sembra essere in discrete condizioni ma in realtà diverse zone sono state dipinte di verde per farle sembrare in regola.

PRIMO TEMPO
È il City a prendere l’iniziativa e comandare i primi minuti di gioco, al 4′ un angolo di Silva trova la testa di Agüero e sul secondo palo per un niente Yaya Touré manca l’appuntamento con lo 0-1, l’argentino è nuovamente protagonista al 13′ quando al termine di una grande azione corale il cross del connazionale Zabaleta lo pesca a centro area ma la sua acrobatica girata non inquadra la porta. Ancora Agüero al 21′ manda alto di testa solo dentro l’area, questa occasione l’avrebbe potuta e dovuta sfruttare meglio, in ogni caso gli ospiti premono con forza e alla mezz’ora c’è da segnare un’altra palla gol quando sul cross di Kolarov verso il centro Álvaro Negredo conclude con il sinistro e Akinfeev blocca. Dopo trentuno minuti di grande sofferenza e solo un mezzo tentativo, con una discesa di Doumbia fermata da un ottimo intervento di Nastasic, il CSKA Mosca si porta in avanti e a sorpresa trova il gol del vantaggio: su un lancio dalle retrovie Honda fa la sponda di testa, Zabaleta sbaglia il fuorigioco tenendo in gioco Zoran Tošic che si inserisce centralmente e in pallonetto supera Hart per l’1-0. Il vantaggio dei moscoviti dura però soltanto centoquattordici secondi perché la risposta del City arriva subito, Silva parte in progressione sulla sinistra e mette in mezzo, Sergio Agüero anticipa al centro dell’area di rigore Ignashevich e di destro infila Akinfeev riportando in parità le sorti dell’incontro. Evidentemente il gol subito ha svegliato gli inglesi, che al 42′ colpiscono ancora: gran cross dalla destra di Negredo per Sergio Agüero che di testa stavolta colpisce bene e prende la porta ribaltando il risultato poco prima dell’intervallo, nel recupero potrebbe anche arrivare il tris ma Akinfeev si supera a mano aperta sulla punizione di Silva che chiude la prima frazione di gioco.

SECONDO TEMPO
Si riparte senza cambi e con un gol giustamente annullato a Negredo per tocco di mano, i Citizens sono comunque in completo controllo della gara, soprattutto a centrocampo con il solito monumentale Yaya Touré, e creano occasioni per triplicare le marcature in serie, al 49′ cross di Kolarov da sinistra, l’ivoriano arriva da dietro e colpisce di testa con Akinfeev che para a terra, poco più avanti punizione di poco fuori da parte dell’ex terzino sinistro della Lazio (ottima partita la sua) mentre in mezzo c’è un’opportunità per Doumbia che di testa impegna Hart, bravo a recuperare la posizione e bloccare. A metà tempo altro pallone messo in mezzo da Kolarov, Agüero non la prende e con il suo movimento sorprende anche Silva che conclude a rete ma senza poter angolare e favorendo così la parata del portiere russo, qualche minuto dopo punizione di Yaya Touré da sinistra e Akinfeev alza sopra la traversa evitando guai peggiori. La manovra del Manchester City continua a essere fluida e l’inerzia dell’incontro è tutta dalla parte della squadra inglese ma l’1-3 non arriva e le occasioni sbagliate diventano un po’ troppe, il nuovo entrato Edin Džeko ne ha due importanti fra l’83’ e l’89’ ma in entrambe pur arrivando in anticipo, la prima volta su un angolo con sponda di Touré e la seconda su cross da destra di Jesús Navas, manda fuori di poco alla sinistra di Akinfeev che si salva ancora. Il CSKA Mosca rimane così in partita e cerca di strappare un punto che sarebbe stato esagerato per quanto visto in campo, Musa segna un gran gol ma a gioco fermo, all’85’ il nigeriano effettua un bello spunto sulla destra poco dentro l’area di rigore ma calcia in maniera non precisa e il suo tentativo viene parato, all’ultimo dei tre minuti di recupero ci sarebbe l’occasione per pareggiare, su cross da sinistra la palla finisce sul secondo palo a Keisuke Honda che tutto solo stoppa e calcia a botta sicura ma Joe Hart compie un intervento prodigioso e nega il 2-2 ai russi.

La seconda vittoria in trasferta consente al Manchester City di portarsi a quota sei e raggiungere momentaneamente il Bayern Monaco in testa al Gruppo D, in attesa della gara di stasera dei bavaresi contro il fanalino di coda Viktoria Plzen. Fra due settimane gli inglesi, attualmente quarti in Premier League e attesi domenica dal big match in casa del Chelsea, ospiteranno il CSKA all’Etihad Stadium e con una vittoria chiuderebbero di fatto i giochi per la qualificazione con due turni d’anticipo.

IL TABELLINO
CSKA Mosca (4-2-3-1):
Akinfeev; Nababkin, V. Berezutski (6′ A. Berezutski), Ignashevich, Šchennikov; Wernbloom, G. Milanov; Tošic, Honda, St. Zuber (50′ Musa); Doumbia. Allenatore: Slutski
Manchester City (4-4-2): Hart; Zabaleta, Javi García, Nastasic, Kolarov; Jesús Navas, Y. Touré, Fernandinho, Silva (79′ Nasri); Agüero (89′ Clichy), Negredo (72′ Džeko). Allenatore: Pellegrini
Arbitro: Ovidiu Hategan della federazione rumena (Nica – Sovre; Gheorghe; Balaj – Kovács)
Reti: 32′ Tošic, 34′, 42′ Agüero (M)
Ammoniti: Wernbloom, Ignashevich, Musa (C), Negredo, Y. Touré, Zabaleta (M)

[Immagine presa da it.uefa.com]