Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Si è giocata stasera alle 20.45 il match tra Bayern Monaco e Real Madrid, valevole come semifinale di ritorno della Champions League 2013/2014, il match si è concluso con la netta vittoria del Real Madrid che si è così qualificato alla finale.

 

PRIMO TEMPO

Guardiola sceglie il 4-1-4-1 con Schweinsteiger davanti alla difesa, Boateng e Dante i centrali, ancora fuori Javi Martínez, dietro al solito Mandžukic ci sono Ribéry, Kroos, Müller e Robben. Ancelotti ritrova la sua formazione tipo con Di María mezz'ala sinistra ed in avanti Bale e Ronaldo ai lati di Benzema. Il Real parte meglio e già al nono minuto Bale ha l'occasione di sbloccare il match, Neuer esce di testa fuori area e la palla arriva sul sinistro del gallese che però conclude alto. Al 16' passano in vantaggio le merengues, su angolo di Modric, Ramos ha tutto il tempo per staccare ed infilare alle spalle di Neuer. Quattro minuti dopo è ancora una palla inattiva a condannare i bavaresi: Di María crossa in mezzo e pesca ancora il vice capitano che punisce ancora la distratta difesa tedesca. La reazione del Bayern è tutta in una conclusione di Ribéry che finisce lontana di qualche metro dalla porta di Casillas. Al 27' Bale lancia Ronaldo nell'uno contro uno con Dante che costringe il portoghese a tirare fuori di pochissimo. Sette minuti più tardi Ronaldo sfrutta al meglio una cavalcata del solito Bale che gli regala un pallone solo da spingere in rete, è il quindicesimo centro per il portoghese in questa Champions, nuovo record assoluto (superati Messi ed Altafini fermi a 14). Tre minuti più tardi Cristiano potrebbe anche firmare la doppietta, Neuer esce ancora di testa fuori area, il pallone arriva al fuoriclasse del Real che spara fuori di pochissimo.

SECONDO TEMPO

Guardiola corre ai ripari e sceglie Javi Martínez per un impalpabile Mandžukic, pasando al 4-2-3-1. La prima occasione la crea il Bayern al 53' con Alaba che salta Carvajal, ma la sua conclusione è deviata in corner da Sergio Ramos. Al 58' sono ancora i tedeschi a farsi vedere con Robben che dal limite dell'area controlla e lascia partire un sinistro a giro che finisce fuori di poco. Al 65' torna a farsi vedere il Real con Coentrão, il cui tiro viene salvato da un intervento di istinto di Neuer. Ad un quarto d'ora dalla fine spunta Götze (subentrato ad uno spento Ribéry fischiato dal pubblico) che uncina un pallone di Robben e conclude appena sopra la traversa della porta difesa da Casillas. Pochi minuti dopo è Kroos che dal limite di beve Xabi Alonso (niente finale per lui era diffidato ed è stato ammonito), ma il suo destro è fuori dallo specchio. All'89' Ronaldo continua la festa con la sua sedicesima rete, facendo passare la palla sotto la barriera in una punizione dai 25 metri.

Il Real Madrid si qualifica così alla finale dopo essere stato eliminato per tre anni consecutivi alle semifinali, tornando così a disputare una finale di Champions League dopo quella contro il Bayer Leverkusen giocata il 15 maggio del 2002 (è anche l'ultima vittoria dei blancos) e con la possibilità di conquistare la tanto agognata Décima.

[Immagine presa it.uefa.com]