Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Spagna al centro dell’Europa calcistica tra oggi e domani per l’andata dei quarti di Champions, il derby spagnolo e l’impegno del favorito Real Madrid monopolizzano l’attenzione ma ci sono anche Manchester United-Bayern e Chelsea-PSG.

 

Barcellona-Atlético Madrid di stasera è uno degli appuntamenti imperdibili della stagione: al Camp Nou nessuna delle due squadre si accontenterà di ripetere lo 0-0 di gennaio in Liga (nonostante la partita sia stata di gran livello) e perciò lo spettacolo è assicurato. Lionel Messi sta bene, è recuperato al 100% e Gerardo Martino lo metterà al centro dell’attacco per sfonda il muro dei Colchoneros, dove invece tiene banco il caso Diego Costa perché il brasiliano naturalizzato spagnolo, bomber da trentadue gol stagionali, ha un problema al ginocchio e non è sicuro di poter scendere in campo, per Diego Pablo Simeone sarà fondamentale recuperare il suo centravanti per affiancarlo all’ex David Villa, vista l’assenza per squalifica dell’arma tattica Raúl García. Le due squadre sono in un momento di forma ottimo, il Barça viene da cinque vittorie consecutive, incluso il Clásico vinto al Bernabéu, l’Atlético ha fatto persino meglio vincendo le ultime sei, è imbattuto in Champions ed è in testa a una Liga che presumibilmente si deciderà all’ultima giornata proprio con lo scontro diretto. Sempre oggi è in programma Manchester United-Bayern Monaco, sfida questa dall’esito più scontato perché oggettivamente sembra improbabile vedere i Red Devils battere i campioni in carica dopo tutta la fatica fatta per eliminare l’Olympiakos e la serie di prestazioni scialbe in Premier League, ma il precedente della finale del 1999 insegna come non ci possa essere nulla di scontato. A Old Trafford stasera Guardiola cercherà di chiudere i conti con una settimana d’anticipo, aver già vinto la Bundesliga da una settimana ha permesso ai tedeschi di prepararsi al meglio per questo appuntamento, Dante (squalificato) e Thiago Alcántara (infortunato) sono le uniche assenze dei bavaresi, per il resto ci sarà la formazione tipo. United costretto a rinunciare a Evra e van Persie, sarà Wayne Rooney il principale referente offensivo, possibile spazio dall’inizio per l’eterno Ryan Giggs, titolare al posto di Evra sarà Büttner, al quale toccherà marcare Robben. Domani spazio all’altra grande favorita per la vittoria finale, in Real Madrid-Borussia Dortmund le Merengues vorranno prendersi una rivincita su chi li aveva eliminati lo scorso anno in semifinale, per Ancelotti il compito sarà un po’ più facile vista la squalifica di Robert Lewandowski, decisivo dodici mesi fa con l’incredibile poker al Westfalenstadion, come al solito Jürgen Klopp deve rinunciare a quasi mezza squadra e si presenterà al Bernabéu in formazione più che rimaneggiata, nel Real Bale, Benzema e Cristiano Ronaldo cercheranno di fare più gol possibili. Ultimo ma non in ordine di importanza PSG-Chelsea, Ibrahimovic ritrova Mourinho con cui ha condiviso una stagione all’Inter (2008-2009) e vorrà fare uno scherzo al suo vecchio allenatore per conquistare quella Champions League che gli manca nel suo ricchissimo palmarès, lo svedese forma con Cavani (che ha lanciato segnali di un possibile addio a fine stagione) e Lavezzi il tridente di Laurent Blanc, spazio per gli “italiani” Sirigu, Verratti e Thiago Motta nell’undici titolare della capolista della Ligue 1, a José manca Eto’o e questo potrebbe fare la differenza, perché Fernando Torres nella sconfitta di sabato per 1-0 sul campo del Crystal Palace è stato ancora una volta disastroso e potrebbe ripetersi anche al Parc des Princes, le speranze inglesi sono rivolte più che altro a Eden Hazard, ex Lille.

[Immagine presa da uefa.com]