Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Si è giocato stasera alle 20.45 il match tra Barcellona e Roma, valevole come quinta giornata del gruppo E della Champions League, la partita si è conclusa sul 6-1.

 

Luis Enrique sceglie il 4-3-3 con il ritorno di Messi in attacco vicino a Suárez e Neymar, in mediana è Sergi Roberto ad affiancare Rakitic e Busquets con Iniesta fuori a causa di un problema muscolare, invece la coppia centrale è composta da Piqué e Vermaelen. Garcia conferma il 4-3-3 visto a Bologna con Džeko punta centrale, vicino a lui ci sono Falqué a sinistra e Florenzi a destra, a centrocampo spazio per Keita con Nainggolan e Pjanic come mezzali, in difesa Maicon è largo a desta con Digne dall’altra parte.

PRIMO TEMPO

Che la serata sarà tutta in salita per la Roma lo si capisce già al 4′, Messi riceve palla al limite, non deve neanche fintare per mandare fuori tempo Rüdiger e lascia partire un sinistro a giro che obbliga Szczesny a sfoderare un ottimo intervento per mettere in calcio d’angolo. Passano due minuti ed il Barcellona troverebbe la rete con lo stesso argentino, ma l’azione viene fermata per un fuorigioco al limite di Neymar. Al 9′ grande filtrante ancora per Messi che anticipa Digne e si invola verso la rete, ma il suo diagonale di mancino termina fuori di un soffio. I giallorossi finalmente riescono ad uscire dalla propria metà campo al 13′ quando, sugli sviluppi di un corner, Nainggolan pesca Džeko tutto solo in area, ma il bosniaco manda clamorosamente alto di testa. Al quarto d’ora arriva il vantaggio blaugrana, Neymar inventa uno splendido filtrante che taglia a metà la difesa giallorossa, Dani Alves si inserisce alle spalle di tutti e di fronte a Szczesny appoggia per Luis Suárez che deve solo appoggiare a rete sguarnita il pallone del vantaggio. La Roma accusa il colpo e crolla di nuovo solo tre minuti più tardi, stavolta splendido doppio triangolo al limite dell’area tra Neymar e Suárez che libera Lionel Messi che con un pallonetto supera Szczesny e ritrova il gol in Champions League che gli mancava dalla scorsa semifinale d’andata. Il ritmo poi si abbassa, il Barcellona continua con un possesso palla piuttosto sterile, ma la Roma non riesce a trovare contromisure e si limita a contenere, l’unico brivido arriva da schema da palla inattiva al 41′ quando Pjanic pesca sul secondo palo Florenzi che tenta il cross al volo, ter Stegen non è perfetto ma riesce comunque a mettere in calcio d’angolo. Al 44′ però arriva la terza rete, cross allungato sul secondo palo da Keita che però serve involontariamente Luis Suárez che si coordina in un attimo ed incrocia uno splendido destro che non lascia scampo a Szczesny.

SECONDO TEMPO

La seconda frazione ricomincia come la prima, subito Barcellona in attacco ed al 50′ Neymar lascia partire un bel destro a giro che Szczesny mette in calcio d’angolo allungandosi. Al 54′ però grande occasione, almeno per il gol della bandiera, per la Roma con Falqué che viene liberato tutto solo di fronte a ter Stegen, ma l’ex genoano spara la conclusione direttamente sulla mano destra del portiere tedesco. Passano due minuti ed arriva così la quarta rete, corner manovrato che libera Suárez al limite, tocco sotto dell’uruguaiano per Messi che controlla in area e passa al centro per Gerard Piqué che tutto solo deve soltanto appoggiare il pallone in rete. Allo scoccare dell’ora di gioco arriva anche il clamoroso quinto gol blaugrana, Neymar tocca al centro per Suárez che gira in porta di prima, sulla traiettoria Lionel Messi devia palla, Szczesny salva con un bel riflesso, ma sulla ribattuta arriva ancora l’argentino che non può sbagliare da due passi e scaraventa in rete. Rallenta di nuovo il ritmo come nel primo tempo, ma al 75′ il neo entrato Uçan stende Neymar in mezzo all’area, dagli undici metri si presenta lo stesso brasiliano che però con una rincorsa inguardabile si fa parare il tiro da Szczesny, ma il primo ad arrivare sulla seconda palla è Adriano che spara con il mancino sotto la traversa per il sei a zero. All’80’ Messi avrebbe anche l’occasione per la settima rete che gli varrebbe la tripletta personale, ma viene murato dalla faccia di Szczesny in uscita. Passano due minuti ed arriva il rigore anche per la Roma, Vermaelen stende ingenuamente Džeko, Çakir non ha dubbi e decreta il rigore. Sul dischetto ci va il bosniaco che incrocia la conclusione, ma ter Stegen intuisce e devia il pallone fuori dallo specchio. Nel primo ed unico minuto di recupero la Roma trova il gol della bandiera, Digne crossa dalla sinistra per Edin Džeko che svetta sul proprio marcatore e fissa il punteggio sul definitivo 6-1.

Altra umiliazione europea per la Roma dopo l’1-7 di un anno fa contro il Bayern Monaco, ma i giallorossi rimangono comunque favoriti per il passaggio del turno visto che basterebbe una vittoria nell’ultima giornata contro il BATE. Il Barcellona invece ottiene la matematica qualificazione agli ottavi di finale come primo in classifica.

IL TABELLINO

Roma (4-3-3): Szczesny; Maicon, Manolas, Rüdiger, Digne; Nainggolan (46′ Iturbe), Keita, Pjanic (75′ Uçan); Florenzi (58′ Vainqueur), Džeko, Falqué.
Barcellona (4-3-3): ter Stegen; Alves, Piqué (56′ Bartra), Vermaelen, Alba; Rakitic, Busquets (46′ Samper), Sergi Roberto (64′ Adriano); Suárez, Messi, Neymar.
Arbitro: Cüneyt Çakir (TUR)
Ammoniti: Piqué, Alves, Messi (B); Vainqueur (R)

[Immagine presa da uefa.com]