Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Cristiano Ronaldo Bayern Monaco-Real Madrid

Con un secondo tempo superlativo, dopo aver rischiato di affondare nel primo, il Real Madrid capovolge il risultato e si impone per 1-2 in casa del Bayern Monaco. Doppietta di Cristiano Ronaldo (cento gol nelle competizioni europee) dopo il vantaggio di Arturo Vidal.

Il sogno di diventare la prima squadra a confermarsi campione della Champions League continua. Il Real Madrid sbanca l’Allianz Arena e conquista un grandissimo vantaggio in vista del ritorno, che porta i blancos molto vicini alle semifinali. Sono bastati quarantacinque minuti a Zinédine Zidane per mettere in scacco il suo maestro Carlo Ancelotti, quello con cui aveva vinto la Décima nel 2014, e l’ha fatto grazie a due acuti di Cristiano Ronaldo, a secco in campo europeo da settembre ma tornato a segnare nel momento in cui i suoi squilli servivano di più, perché il Bayern Monaco nel primo tempo non solo era passato avanti ma aveva avuto anche l’occasione per portarsi al riposo sul 2-0, con un rigore inventato da Nicola Rizzoli e malamente sbagliato da Arturo Vidal, che ha così cancellato quanto di buono fatto con il colpo di testa dell’1-0. I bavaresi si sono incredibilmente sciolti sull’errore dagli undici metri del cileno, di fatto non sono rientrati in campo nella ripresa e si sono pure fatti male da soli, con l’ingenuità di Javi Martínez che ha preso due ammonizioni in pochi minuti lasciando i suoi in dieci, in più l’assenza di Robert Lewandowski (out per un problema alla spalla) è stata pagata a caro prezzo perché il suo sostituto, Thomas Müller, è stato uno dei peggiori in campo, un fantasma. La “finale anticipata” dà un suo verdetto: il Real Madrid è più vivo che mai.

PRIMO TEMPO

Poco da segnalare nel primo quarto d’ora, poi si vede il Real Madrid al 16′ con una punizione dai ventiquattro metri di Cristiano Ronaldo piuttosto alta sopra la traversa, che invece dà una mano a Neuer due minuti dopo per respingere un colpo di testa di Benzema su traversone dalla destra di Kroos. Il Bayern di fatto passa alla prima occasione: è il 25′, calcio d’angolo battuto da Thiago Alcántara verso il centro dell’area, Arturo Vidal si libera di Nacho e con un gran colpo di testa infila la porta difesa da Keylor Navas. Terzo gol in sette partite in questa Champions League per il cileno, ma gravemente colpevole il sostituto di Pepe e Varane. La partita va a sprazzi, ci sono momenti in cui non succede granché, con qualche interruzione soprattutto per problemi a Casemiro, poi dal 40′ riprendono le occasioni in serie con una gran giocata di Robben sulla destra e cross ancora per Vidal che stavolta di testa manda alto. Al 42′ destro secco di Cristiano Ronaldo e Neuer si oppone in tuffo, dal corner battuto corto la palla torna all’ex Kroos che si accentra e di destro calcia a giro a lato. Il primo tempo si starebbe chiudendo in maniera tranquilla, se non fosse che proprio al 45′ Ribéry dal limite cerca di girarsi per il tiro, ci riesce e col destro trova l’opposizione di Carvajal con la spalla, ma Rizzoli e l’addizionale Damato hanno un abbaglio e si inventano un fallo di mano volontario assegnando un calcio di rigore inesistente. Vidal si intenerisce e non scarta il regalo dell’arbitro italiano, la sua battuta finisce alle stelle.

SECONDO TEMPO

Cristiano Ronaldo non era stato preciso nel corso della prima frazione ma un minuto e mezzo dopo l’inizio della ripresa appare all’improvviso e pareggia l’incontro. Il portoghese gira un gran cross dalla destra di Carvajal e mette dentro, interrompendo un digiuno in Champions League di ben seicentocinquantanove minuti, e qui la partita gira in favore del Real Madrid. Il Bayern Monaco non solo accusa il colpo: sparisce, fatta eccezione per Manuel Neuer che comincia a parare il possibile e al 56′ si oppone a un ottimo colpo di testa di Bale, pescato da un cross teso di Modrić. Al 61′ follia di Javi Martínez, che appena ammonito entra in scivolata su Cristiano Ronaldo e si prende il secondo giallo che lo manda anzitempo negli spogliatoi, Real Madrid in dieci e al 66′ Sergio Ramos su punizione dà l’illusione ottica del gol ma finisce fuori di poco. È un monologo madridista, al 72′ cross da destra per il colpo di testa di Benzema alto, poi la porta la becca su assist di Carvajal (spettacolare partita del terzino ex Bayer Leverkusen) e Neuer salva di piede, sull’azione seguente il francese serve un assist splendido per Cristiano Ronaldo che calcia a botta sicura, ancora Neuer è fenomenale con la mano destra aperta a salvare. Dopo tante parate però anche il portiere tedesco si arrende, al 77′ il subentrato Asensio da sinistra crossa al centro, Cristiano Ronaldo prende il tempo a Bernat e tocca verso la porta, palla sotto le gambe di Neuer e Real Madrid in vantaggio. CR7 diventa così il primo giocatore nella storia delle coppe europee a raggiungere quota cento gol contando tutte le competizioni. Il Bayern rischia di crollare, all’80’ Cristiano Ronaldo mette dentro per Marcelo che controlla e incrocia di sinistro sfiorando il palo, la reazione bavarese non esiste a parte un sinistro da fuori di Robben bloccato a terra da Keylor Navas e nel recupero un fuorigioco (giusto) evita a Sergio Ramos di arrotondare ulteriormente il suo score allo scadere.

Grande vittoria del Real Madrid che martedì prossimo all’Estadio Santiago Bernabéu avrà più di due risultati su tre per passare il turno e qualificarsi per la settima stagione consecutiva alle semifinali. Stop improvviso per il Bayern Monaco, che ora si trova in una situazione piuttosto insolita per i suoi canoni: quella di dover rimontare.

IL TABELLINO

Bayern Monaco (4-3-3): Neuer; Lahm, Javi Martínez, Boateng, Alaba; Ar. Vidal, Xabi Alonso (63′ Bernat), Thiago Alcántara; Robben, Müller (81′ Coman), Ribéry (66′ Douglas Costa). Allenatore: Ancelotti
Real Madrid (4-3-3): Keylor Navas; Carvajal, Sergio Ramos, Nacho, Marcelo; Modrić (91′ Kovačić), Casemiro, Kroos; Bale (59′ Asensio), Benzema (83′ J. Rodríguez), Cristiano Ronaldo. Allenatore: Zidane
Arbitro: Nicola Rizzoli della federazione italiana (Di Fiore – Meli; Di Liberatore; Banti – Damato)
Reti: 25′ Ar. Vidal, 47′, 77′ Cristiano Ronaldo (R)
Espulso: Javi Martínez (B) al 61′ per doppia ammonizione
Ammoniti: Kroos, Carvajal (R), Xabi Alonso, Ar. Vidal (B)
Note: al 45′ +1′ Ar. Vidal (B) ha calciato alto un rigore

[Immagine presa da it.uefa.com]