Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

A San Siro decidono i rigori e l’errore di Juanfran regala la coppa al Real Madrid, ancora contro l’Atlético di Simeone che si arrende ancora come due anni fa.

 

San Siro vestito a festa per la finale numero cinquantanove della Coppa dei Campioni, la ventiquattresima da quando si chiama Champions League. Nessuna sorpresa nei ventidue titolari: Zidane si affida alla BBC con Casemiro davanti alla difesa, mentre Simeone preferisce Savic a Giménez al fianco di Godín e punta tutto sulla velocità di Torres e di Griezmann nella linea offensiva.

L’avvio è tutto di colore blanco: pochi minuti e Bale mette in mezzo un cross alla vaniglia per Benzema che gira di testa, ma Oblak d’istinto respinge coi piedi a un passo dalla linea, dimostrandosi una volta di più uno tra i portieri più forti d’Europa. Ma poco prima del quarto d’ora la trincea del Cholo crolla: punizione dalla tre-quarti di Kroos, spizzata di Bale e Sérgio Ramos, sul filo del fuorigioco, sorprende tutti e insacca, ancora una volta, ancora in finale e ancora contro i Colchoneros. Di fatto il primo tempo si chiude qui, perché il Real gestisce e l’Atlético gira completamente a vuoto, sorpreso dallo svantaggio e da un Real che di fatto ha condotto il match come Simeone l’aveva preparato per i suoi; un solo uomo in campo per l’Atlético ed è Griezmann, che prima prova una splendida girata volante su assist di Koke, ma Navas respinge in bello stile, e poi prova a mettersi in proprio ma la sua conclusione sfila di poco a lato.

Se il primo tempo ha più annoiato che divertito, la ripresa è un campionario di emozioni degno di una finale; Simeone è costretto ad abbandonare il suo Cholismo e butta dentro Ferreira Carrasco al posto di Fernández e l’inizio della ripresa è subito col botto: Pepe entra in ritardo su Torres e Clattenburg indica il dischetto, ma dagli undici metri Griezmann butta giù la traversa e il Real si salva. L’Atlético non si arrende, continua a spingere e su azione da corner Savic ci mette il piedone ma la palla si perde sul fondo; poi ci prova anche Koke ma il suo tiro non centra lo specchio della porta. Sale in cattedra Saúl che in due occasioni, prima in girata poi da fuori, fa tremare ancora il popolo blanco. L’Atlético comincia a perdere mordente e il Real prende campo, ma in due occasioni manca il colpo del KO con due chance clamorose: prima Benzema scappa sulla destra ma spara addosso a Oblak, poi un assedio in area colchonera con doppia conclusione prima di Ronaldo e poi di Bale ma il muro dell’Atlético rimane ancora in piedi. E la legge più antica del calcio sceglie il palcoscenico più prestigioso per tornare sulla scena: Gabi scucchiaia per Junafran, cross basso del Valenciano e Ferreira Carrasco, da un metro, colpisce riportando tutto in parità e tirando la volata all’extra time.

I supplementari sono completamente bloccati: tanti calci, poco calcio e un solo tiro da fuori di Casemiro quasi alle stelle. A undici metri dalla coppa Juanfran si inceppa sul palo, il Real non si emoziona e fa cinque su cinque col rigore finale di Cristiano Ronaldo, inesistente per centoventi minuti ma ancora una volta l’uomo del timbro finale per il biglietto per il paradiso dove il Real solleva il suo undicesimo trofeo dalle grandi orecchie.

TABELLINO

Real Madrid (4-3-3): Navas – Carvajal (52′ Danilo), Pepe, Sérgio Ramos, Marcelo – Kroos (71′ Isco), Casemiro, Modric – Bale, Benzema (75′ Vázquez), Ronaldo. Allenatore: Zidane.
Atlético Madrid (4-4-2): Oblak – Juanfran, Godín, Savic, Filipe Luís (108′ Hernández) – Saúl, Gabi, Fernández (46′ Carrasco), Koke (115′ Thomas) – Torres, Griezmann. Allenatore: Simeone.

AMMONITI: 9′ Carvajal (R), 46′ Navas (R), 60′ Torres (A), 78′ Casemiro (R), 92′ Gabi (A), 92′ Sérgio Ramos (R), 93′ Danilo (R), 110′ Pepe (R).

GOAL: 14′ Sérgio Ramos (R), 79′ Carrasco (A).

RIGORI: Vázquez (R – goal), Griezmann (A – goal), Marcelo (R – goal), Gabi (A – goal), Bale (R – goal), Saúl (A – goal), Sérgio ramos (R – goal), Juanfran (A – parato), Ronaldo (R – goal).

[Foto da www.sportmediaset.it]