Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Le prime due semifinaliste di questa edizione di Champions League sono Real Madrid e Chelsea, le merengues hanno rischiato di uscire contro il Borussia Dortmund (2-0), invece i blues hanno ribaltato il 3-1 dell’andata battendo 2-0 il Paris Saint-Germain.

 

BORUSSIA DORTMUND – REAL MADRID 2-0 24′, 37′ Reus (andata 0-3): succede di tutto al Westfalenstadion e per poco al Borussia Dortmund non riesce l’impresa di ribaltare il 3-0 dell’andata. Dopo un quarto d’ora cross di Coentrão e mano di Piszczek, complice l’assenza di Ronaldo a battere il rigore va di María che scivola sul dischetto e Weidenfeller respinge. Poco dopo clamoroso errore di Pepe il cui folle retropassaggio innesca Reus, dribbling su Casillas e conclusione a porta vuota per il vantaggio tedesco, raddoppiato circa un quarto d’ora dopo ancora dall’ex Borussia Mönchengladbach, bravo a ribadire in rete un tiro di Lewandowski finito sul palo. Nella ripresa la squadra di Klopp le prova tutte per prolungare la gara ai supplementari, l’occasione più clamorosa ce l’ha Mkhitaryan che fa tutto bene in dribbling salvo poi calciare sul palo a porta vuota, Casillas è prodigioso su Grosskreutz e così il Real Madrid, con enorme sofferenza, riesce a vendicare l’eliminazione dell’anno passato avvenuta proprio contro i gialloneri.

Scritto da Il Boss
CHELSEA – PARIS SAINT-GERMAIN 2-0 32′ Schürrle , 87′ Ba (andata 1-3): il Chelsea era a caccia dell’impresa dopo la sconfitta per 3-1 all’andata che aveva fatto tanto arrabbiare José Mourinho da fargli criticare aspramente i suoi giocatori. Il tecnico portoghese recupera Eto’o (infortunato dal match contro l’Arsenal), ma dopo poco più di un quarto d’ora perde Eden Hazard per un problema muscolare, al suo posto entra Schürrle. I blues faticano a prendere in mano il match con i parigini che sembrano in controllo, ma la prima occasione arriva al 27′ con una punizione di Lampard che viene ben respinta da Sirigu. Cinque minuti più tardi arriva il gol che riapre il match: tutto nasce da una rimessa di Ivanovic che pesca David Luiz che spizza di testa e trova Schürrle che fulmina Sirigu e porta in vantaggio il Chelsea. Gli uomini di Mourinho iniziano forte anche il secondo tempo con un contropiede fulmineo che porta Willian a liberare ancora Schürrle che stavolta viene fermato soltanto dalla traversa, il pallone torna in campo ed Eto’o si guadagna una punizione dal limite. Se ne incarica Oscar che trova ancora la traversa a pochi secondi di distanza dopo la prima. Al 77′ arriva la grande occasione per Cavani che, lanciato da Cabaye, spreca clamorosamente nell’uno contro uno con Cech. Il calcio si dimostra ancora una volta crudele, punendo i francesi: Eto’o all’87’ viene murato, il pallone arriva ad Azpilicueta che conclude di destro, il tiro è con poche pretese, ma Alex devia e mette in gioco Demba Ba (subentrato a Lampard) che firma il 2-0 e fa esplodere Stamford Bridge e soprattutto Mourinho che si regala una corsa già vista in altre occasioni (contro il Manchester United con il Porto e contro il Siena con l’Inter). La partita sembra finita, ma al 94′ il PSG ha l’occasione per riprendersi la semifinale, ma il tiro di Marquinhos trova l’opposizione di Cech. Finisce così con il trionfo del Chelsea che conquista la semifinale, l’ottava (record assoluto) per José Mourinho che continua anche un altro record, non è mai uscito ai quarti di Champions League.

Scritto da Delpa

[Immagine presa da uefa.com]