Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
Borussia Dortmund-Benfica

Borussia Dortmund-Benfica finisce 4-0, i gialloneri ribaltano senza discussione l’1-0 dell’andata e si qualificano ai quarti di finale della Champions League. Pierre-Emerick Aubameyang protagonista assoluto con una tripletta.

Imparare dai propri errori per ottenere un grosso beneficio. Il Borussia Dortmund si scrolla di dosso la sconfitta con tantissime recriminazioni dell’andata ed elimina il Benfica con irrisoria facilità, accedendo così ai quarti di finale di Champions League. Un dominio dal primo all’ultimo minuto dei gialloneri, che dopo aver fallito una quantità industriale di reti tre settimane fa all’Estádio da Luz non hanno perso tempo per mettere le cose in chiaro: un gol al 4′, di Pierre-Emerick Aubameyang principale responsabile dello spreco dell’andata, due in rapida successione a inizio ripresa per mandare definitivamente al tappeto il Benfica e rendere l’ultima mezz’ora una passeggiata, con il gabonese a completare la tripletta nel finale per riprendersi la scena. Mai realmente in partita i portoghesi, che pure venivano da sette vittorie consecutive contando tutte le competizioni, e la cosa sorprendente è che si siano arresi di fatto senza combattere, perché non sono mai andati vicini al gol in trasferta che avrebbe spostato notevolmente il discorso qualificazione e hanno difeso molto male in occasione delle tre reti beccate nella ripresa, quasi come se non credessero nella possibilità di giocarsela fino in fondo. Certo magari l’espulsione di Ousmane Dembélé per doppia ammonizione, negata al 40′ dall’arbitro Atkinson, avrebbe potuto cambiare qualcosa, ma l’atteggiamento ospite è stato troppo rinunciatario per potersi appellare a un errore arbitrale.

PRIMO TEMPO

Il punteggio dell’andata è subito pareggiato. Tre minuti e una manciata di secondi, corner dalla destra di Dembélé prolungato da Pulišić e sul secondo palo Pierre-Emerick Aubameyang di testa batte Ederson, che tocca senza riuscire a evitare il gol. Si fa perdonare immediatamente il gabonese per i tanti errori dell’andata, fra cui il rigore sbagliato che avrebbe facilitato notevolmente la questione. Borussia Dortmund scatenato, all’8′ altro corner e Bartra anticipa Ederson di testa spedendo però alto, all’11’ in contropiede da angolo per il Benfica Aubameyang lancia Dembélé il cui destro a giro è alto non di molto. Dopo un quarto d’ora iniziale ottimo la furia giallonera cala, anche perché non c’è la necessità immediata di fare un altro gol, il Benfica però solo al 32′ riesce a impegnare Bürki con un colpo di testa di capitan Luisão su punizione bloccato dal portiere. In chiusura di tempo grosse proteste portoghesi per una mancata seconda ammonizione a Dembélé, graziato dall’arbitro inglese Atkinson per un fallo in ritardo su Eliseu poco dopo essere stato ammonito, e colpo di testa di Pulišić su cross di Schmelzer bloccato a terra da Ederson.

SECONDO TEMPO

Occasionissima per il Benfica in avvio di ripresa, su cross dalla destra Piszczek svirgola e regala un rigore in movimento a Cervi, murato al momento del tiro. È l’unica chance creata dai portoghesi, al 49′ su punizione battuta dentro l’area Aubameyang tenta la rovesciata quasi da terra e manda a lato, l’ex Milan dieci minuti dopo ha una palla gol molto più nitida quando Pulišić lo pesca sul secondo palo con un gran cross, lo stop è buono ma è altrettanto ottima l’uscita bassa di Ederson. Per sfortuna del Benfica l’azione prosegue, Piszczek riceve palla ai venticinque metri e finta il tiro, serve invece un assist magistrale a Christian Pulišić che scavalca in pallonetto il portiere brasiliano e manda per la prima volta avanti il BVB nel doppio confronto. Qualificazione chiusa due minuti dopo il raddoppio dell’americano, apertura spettacolare di Weigl sulla sinistra e cross perfetto di prima di Schmelzer a centro area dove c’è appostato Pierre-Emerick Aubameyang per fare 3-0. Partita finita, il Benfica tira i remi in barca e non ne ha più, i gialloneri si divertono e fanno divertire il loro rumorosissimo pubblico, al 66′ Aubameyang dal fondo alza per Castro che al volo di sinistro non inquadra la porta, all’84’ palo di testa di Bartra su calcio d’angolo e all’85’ il poker e la tripletta per Pierre-Emerick Aubameyang, che mette dentro senza difficoltà (ma in fuorigioco) un assist di Durm liberato da un filtrante di Castro.

Il Borussia Dortmund torna quindi ai quarti di Champions dopo tre anni, e sarà una mina vagante nel sorteggio dei quarti di venerdì 17. Al Benfica rimane solo il campionato, dove con dieci giornate da giocare c’è da difendere un punto di vantaggio sul Porto secondo.

IL TABELLINO

Borussia Dortmund (3-4-3): Bürki; Piszczek, Papastathopoulos (88′ Ginter), Bartra; Durm, Weigl, Castro, Schmelzer; Pulišić, Aubameyang (86′ Schürrle), O. Dembélé (81′ Kagawa). Allenatore: Tuchel
Benfica (4-4-2): Ederson; Nélson Semedo, Luisão, Lindelöf, Eliseu; Salvio (64′ Jonas), André Almeida, Samaris (74′ Živković), Cervi (82′ Jiménez); Mitroglou, Pizzi. Allenatore: Rui Vitória
Arbitro: Martin Atkinson della federazione inglese (Child – Burt; Hatzidakis; Oliver – Friend)
Reti: 4′, 61′, 85′ Aubameyang, 59′ Pulišić
Ammoniti: Castro, O. Dembélé, Piszczek (BO), Samaris (BE)

[Immagine presa da twitter.com]