Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus

Nella gara d’andata dell’ottavo di finale più atteso vince il Paris Saint-Germain per due a uno sul Chelsea grazie a Ibrahimovic e a Cavani, con in mezzo il goal di Obi Mikel che tiene aperta la qualificazione.

 

Per il terzo anno di fila Paris Saint-Germain e Chelsea si affrontano nella fase finale della Champions League: due anni fa, ai quarti, passò la squadra di Mourinho col goal di Demba Ba nel finale, l’anno scorsò invece la spuntarono i Parigini ai supplementari con i goal dei due centrali di difesa Thiago Silva e David Luíz. Quest’anno l’atto terzo, ancora agli ottavi, con le due squadre che si affrontano in momenti diametralmente opposti: titolo in cassaforte dal pre-campionato per il PSG nonostante il recentissimo e antipatico caso Aurier, a metà strada tra l’Europa e la Championship il Chelsea che ha perso per strada Mourinho, che ha trovato la guida ad interim di Hiddink e che aspetta ancora il condottiero per la prossima stagione. Blanc va con il 4-3-3 d’assalto guidato da Ibra e con Lucas e Di María suoi scudieri; Hiddink non cambia il suo 4-2-3-1 nonostante la moria di difensori e lancia Baba titolare a sinistra, Ivanovic centrale con Cahill, Azpilicueta dirottato a destra e si porta in panchina l’ultimo arrivato Miazga, centrale americano ventenne appena giunto dai New York Red Bulls.

La partenza del PSG è da quattro per cento jamaicana e nei primi dieci minuti tira tre volte in porta sfruttando anche la non collaudata difesa dei Blues; il Chelsea varca di rado il centrocampo ma a metà tempo crea la prima vera palla goal del match: azione stile Barça, Hazard dialoga con Baba che va al cross e Diego Costa di testa fa fare un figurone a Trapp che devia d’istinto sulla traversa. Il PSG ci mette dieci minuti a riprendersi dallo spavento, e si fa vivo con un colpo di testa schiacciato di Ibra che Courtois controlla, ma la partita è decisamente svoltata e ora il Chelsea gioca mentre il PSG riparte. Ma una di queste ripartenze è letale: Mikel stende Lucas al limite, punizione di Ibrahimovic e il Nigeriano completa la frittata deviando il pallone dall’altro lato rispetto a dove andava Courtois regalando il vantaggio al PSG. Ma il calcio è follia, si sa, e nel recupero del primo tempo Willian calcia un corner, Diego Costa spizza davanti a Ibra e proprio Mikel stoppa al volo e buca Trapp per il pari dei Blues e per il buzzer beater più inimmaginabile di questa Champions e forse non solo.

Dagli spogliatoi sembra uscire meglio il Chelsea e dopo tre minuti una perfetta transizione guidata da Willian mette Diego Costa in porta ma Trapp esce con un tempismo perfetto e stoppa lo Spagnolo; emozioni una dietro l’altra anche in questa ripresa, la partita si rovescia per l’ennesima volta e Courtois cancella in due minuti due botte da fuori di Di María e di Ibrahimovic, poi si supera ancora prima su Maxwell in uscita e poi su Lucas avanzando di prepotenza la sua candidatura a Man of the Match. L’occasionissima per il PSG arriva al quarto d’ora: cross di Di María, sponda di Ibrahimovic e Matuidi arriva col tempo giusto ma con lui anche il muro dei Blues formato da Cahill e Ivanovic. Dieci minuti di respiro poi i padroni di casa calano l’affondo decisivo: palla perfetta in verticale di Di María per il neo entrato Cavani, scatto sul filo dell’off-side e diagonale vincente del Matador che esplode di gioia e con lui tutto il Parc des Princes. Nel recupero gli ultimi due lampi del match, prima con l’ennesima chiusura di Courtois su Ibrahimovic e poi con il diagonale volante di Pedro che muore sull’esterno della rete.

Terza sfida tra le due al Parc des Princes e terzo risultato diverso: come due anni fa il primo round va al Paris Saint-Germain, che ci ha creduto di più, che ha giocato meglio e che ha capitalizzato anche meno rispetto a quello che ha prodotto. Ma l’impressione è che, con un risultato così aperto, al ritorno sarà un’altra partita, anche perché il Chelsea appare in netta crescita dopo mesi di buio pesto, e tre settimane in più con questa nuova mentalità per la brigata di Hiddink possano essere solo un vantaggio.

TABELLINO

PARIS SAINT-GERMAIN (4-3-3): Trapp – Marquinhos, Thiago Silva, David Luíz, Maxwell – Verratti (80′ Rabiot), Motta, Matuidi (80′ Pastore) – Di María, Ibrahimovic, Lucas (73′ Cavani). Allenatore: Blanc.
CHELSEA (4-2-3-1): Courtois – Azpilicueta, Cahill, Ivanovic, Baba – Fabregas, Mikel – Pedro, Willian, Hazard (70′ Oscar) – Diego Costa. Allenatore: Hiddink.

ARBITRO: Velasco Carballo (ESP).

AMMONITI: 18′ Ibrahimovic (P), 37′ Mikel (C), 66′ Pedro (C), 69′ Lucas (P), 70′ David Luíz (P).

GOAL: 38′ Ibrahimovic (P), 45′ Mikel (C), 77′ Cavani (P).

[Foto da www.uefa.com]