Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus

Nello scontro diretto per il secondo posto dietro ad un Bayern sempre più primo (sette i gol rifilati al Werder) trionfano le "aspirine" di Sami Hyypiä sul Borussia di Klopp, ora a -10 dalla vetta e raggiunto a quota 31 punti dal Mönchengladbach, vittorioso con lo Schalke. Tornano alla vittoria Wolfsburg, Hertha ed Augsburg, che muovono un po' la classifica in zona Europa.

 

Un uragano vero e proprio quello scatenatosi a Brema sabato pomeriggio. La gara fra Werder e Bayern era a rischio rinvio a causa delle terribili inondazioni che hanno colpito la Germania settentrionale fino a venerdì scorso,ma pur essendo stata giocata, i sette gol subiti dai verdi sembrano proprio avere i connotati di una tempesta, abbattutasi però sulla squadra di Dutt, ora quint'ultima e con la seconda peggior difesa della Bundes dopo l'Hoffenheim (che però ha segnato 15 gol in più). Per Guardiola si tratta invece della vittoria più larga della sua avventura tedesca, l'ennesima peraltro senza gol subiti. Ancora una volta vanno a segno diversi giocatori, Van Buyten, Müller, Mandžukic, Ribéry (due volte) e Götze, che contribuiscono a rendere l'attacco dei bavaresi il migliore del campionato per distacco (39 contro i 35 del Borussia D.). Non ha partecipato alla festa Arjen Robben, infortunatosi al ginocchio destro mercoledì nella partita di coppa vinta 2-0 contro l'Augsburg nella quale tra l'altro era andato a segno, e che salterà anche il Mondiale per Club per tornare con la ripresa della Bundesliga, come di consueto a fine gennaio.
L'unica squadra che riesce a mantenere il mostruoso passo del Bayern è il sorprendente Bayer Leverkusen, che compie un'altra impresa stagionale espugnando il Signal Iduna Park e condannando il Borussia Dortmund a rimanere ancorato a quei 31 punti che significano -10 dai primi della classe, un risultato impronosticabile ad inizio campionato, che tuttavia è reale e preoccupa soprattutto tutti gli appassionati di calcio teutonico, che potrebbero assistere ancora una volta ad una contesa a senso unico. Le "aspirine" sono già riuscite a fermare il Bayern a differenza del Dortmund ma pare quantomeno difficile immaginarsi un Leverkusen capace di tenere questi ritmi storici (secondo miglior piazzamento di sempre per il club alla 15° giornata) fino ad Aprile, contando anche che nella peggiore delle ipotesi dovrà affrontare il prossimo turno di Europa League, nella migliore addirittura gli ottavi di Champions. A Dortmund comunque decide Heung-Min Son, attaccante in forma smagliante arrivato a sette gol in Bundes, gli ultimi tre nelle ultime due partite; forse un po' bugiardo il risultato di 1-0 che non premia gli otto tiri verso Leno portati dai gialloneri, in confronto con l'unico vincente di Son per gli avversari, ma che il Leverkusen ha meritato per dimostrazione di solidità e personalità.
Il Borussia Mönchengladbach ringrazia e, con la vittoria di misura sullo Schalke, non solo distanzia di sette punti Boateng e compagni, ma raggiunge pure l'altro Borussia al terzo posto in classifica coronando un'incredibile serie di sei vittorie consecutive che stanno riportando la squadra di Favre ai fasti di due anni fa, quando trascinata da Reus aveva raggiunto la qualificazione all'Europa League. Con lo Schalke bastano i due gol in rimonta della strana coppia Raffael-Kruse sempre più decisiva. Sulle ali dell'entusiasmo anche il Wolfsburg, imbattuto nelle ultime sette in cui ha conquistato 17 punti che valgono quinto posto solitario, complice la vittoria di domenica, 3-0 ad un Friburgo in perenne crisi, con le realizzazioni di Arnold, Olic e Schäfer. Insegue un posto in Europa anche l'Hertha Berlino, reduce da un periodo poco produttivo dopo un inizio stagione esaltante, vittorioso 2-0 a Braunschweig grazie a Ramos e Cigerci e perché no anche l'Augsburg, corsaro ad Amburgo (1-0 firmato dall'ex Young Boys Raùl Bobadilla). Tre punti infine anche per Stoccarda, 4-2 spumeggiante all'Hannover e per l'Hoffenheim, 2-1 alla Commerzbank Arena di Francoforte risolto in appena 4 minuti, dal 47' al 51'.

RISULTATI 
Norimberga – Mainz 1-1 5' Nilsson, 75' Okazaki (M)
Amburgo – Augsburg 0-1 18' Bobadilla 
Borussia Mönchengladbach – Schalke 2-1 17' rig. Farfán (S), 24' Raffael, 45' rig. Kruse
Eintracht Francoforte – Hoffenheim 1-2 47' Schipplock (H), 48' Joselu, 51' Roberto Firmino (H)
Stoccarda – Hannover 4-2 13' Harnik, 28' Sobiech (H), 31' Sané (H), 33' Ibisevic, 52' Traoré, 85' Rausch
Werder Brema – Bayern Monaco 0-7 21' aut. Lukimya, 27' Van Buyten, 38' e 82' Ribéry, 60' Mandžukic, 68' Müller, 90' Götze
Borussia Dortmund – Bayer Leverkusen 0-1 18' Son
Friburgo – Wolfsburg 0-3 8' Arnold, 11' Olic, 90' Schäfer
Braunschweig – Hertha 0-2 20' Ramos, 80' Cigerci

CLASSIFICA
Bayern Monaco 41
Bayer Leverkusen 37
Borussia Dortmund 31
Borussia Mönchengladbach 31
Wolfsburg 26
Schalke 24
Hertha 22
Mainz 20
Augsburg 20
Stoccarda 19
Hannover 17
Hoffenheim 17
Amburgo 16
Werder Brema 16
Eintracht F. 11
Friburgo 11
Norimberga 9
Braunschweig 8

CLASSIFICA MARCATORI
11 gol: Robert Lewandowski (Borussia Dortmund)
9 gol: Stefan Kießling (Bayer Leverkusen), Vedad Ibisevic (Stuttgart) e Mario Mandzukic (Bayern Monaco).
8 gol: Pierre-Michelle Lasogga (Amburgo), Roberto Firmino (Hoffenheim), Adrian Ramos (Hertha), Raffael e Max Kruse (Borussia Mönchengladbach), Pierre-Emerick Aubameyang (Borussia Dortmund).

(immagine presa da it.uefa.com)