Il Barcellona spiega il perché del sì alla Superlega: “Necessarie riforme”

0

Il Barcellona, che alle ore 22 giocherà col Getafe (vedi articolo), non si smarca del tutto dalla Superlega. I blaugrana hanno spiegato le ragioni che hanno portato la dirigenza a dire sì al progetto.

“Il FC Barcellona condivide l’analisi svolta dalla maggior parte delle maggiori società calcistiche europee. Nel senso: ancor più nell’attuale situazione socio-economica, è necessario intraprendere riforme strutturali volte a garantire la sostenibilità finanziaria e la redditività del mondo del calcio, migliorando lo spettacolo offerto ai tifosi di tutto il mondo e consolidando e aumentando la base sociale su cui si sostiene questo sport, che ne è il principale baluardo e il suo principale punto di forza.

In questo contesto, il Consiglio di Amministrazione dell’FC Barcellona ha accettato, con urgenza, di far parte, in qualità di club fondatore, della Superlega, una competizione la cui premessa è migliorare la qualità e l’attrattiva dello spettacolo. E, allo stesso tempo, come principio inalienabile dell’FC Barcellona, ​​cercare nuove formule di solidarietà con l’intera famiglia calcistica.

La decisione è stata presa con la convinzione che una presunta rinuncia a far parte di questa iniziativa come società fondatrice sarebbe stata un errore storico. In qualità di società sportiva di livello mondiale, difendiamo la vocazione di leadership del Club, che è parte indispensabile dell’identità e dello spirito sportivo, sociale e istituzionale dell’Ente.

In ogni caso, l’FC Barcellona, ​​un’entità che è sempre stata e sarà di proprietà di ciascuno dei suoi partner, si riserva espressamente il diritto di sottoporre tale decisione trascendente all’approvazione finale dei suoi organi sociali competenti dopo un studio necessario e approfondito.

Dopo aver verificato la reazione sociale che la suddetta iniziativa ha prodotto in tanti e diversi ambiti, è innegabile che FC Barcellona capisca che bisogna aprire un’analisi molto più approfondita sui motivi che hanno generato questa reazione per poter riconsiderare, se appropriato e dove necessario, l’approccio e la formula inizialmente proposti per affrontare e risolvere tutti questi problemi sempre nell’interesse del mondo del calcio in generale. Questo esercizio di analisi approfondita richiede tempo e la necessaria compostezza per evitare di intraprendere azioni avventate.

Riteniamo altrettanto importante evidenziare il fatto oggettivo che una Corte di Giustizia abbia già concesso la tutela legale urgente richiesta, confermando così la parvenza di buona legalità dell’iniziativa da parte dei Club fondatori del progetto Superlega. In questo senso, il Club ritiene che sarebbe fuori luogo se il necessario processo di riflessione e dibattito fosse stabilito secondo criteri di ingiustificate pressioni e intimidazioni.

Pur essendo perfettamente consapevole dell’importanza e dell’interesse informativo che suscita la questione, nonché della necessità di agire sempre con la massima trasparenza, l’FC Barcellona agirà in ogni momento con criteri di prudenza e richiede la massima comprensione, rispetto e anche pazienza al massa sociale del club e a tutta l’opinione pubblica”.

[Fonte: fcbarcelona.es]