Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus

Nella giornata di ieri si sono disputate diverse amichevoli delle varie squadre nazionali. Ecco nel dettaglio come sono andati i migliori match di giornata.

 

OLANDA-ITALIA 1-1 33' Lens, 91' Verratti (I)
Azzurri salvati al primo minuto di recupero da Marco Verratti, che non aveva mai segnato neanche con le varie selezioni giovanili e che invece ha trovato un prestigioso gol dell'1-1 al termine di una combinazione con Alberto Gilardino. Prandelli ferma la sua serie negativa di cinque sconfitte consecutive in amichevole ma c'è da dire che l'Olanda, andata in vantaggio nel primo tempo con una bella giocata di Lens, ha dominato per tutta la partita e che il migliore in campo è stato senza dubbio Gigi Buffon, autore di diverse parate decisive.

SPAGNA-URUGUAY 3-1 16' Fàbregas, 31' C. Rodríguez (U), 51', 74' Pedro
A Doha è stata una serata da dimenticare per Fernando Muslera, ex portiere della Lazio (ora al Galatasaray) e numero uno della Celeste. L'ex biancoceleste ha gravi colpe sul primo gol spagnolo, un tiro da lontano di Cesc che ha smanacciato in rete, e sul terzo, il secondo personale di Pedro Rodríguez, nel quale ha maldestramente sbagliato l'intervento sul cross di Fàbregas. Male Cavani, evidentemente con la testa già all'impegno di campionato di Sabato, nella Roja esordio in nazionale per il talentuosissimo Isco, del Málaga.

INGHILTERRA-BRASILE 2-1 26' Rooney, 48' Fred (B), 60' Lampard
Era senza dubbio la partita più interessante della giornata e non ha tradito le attese. Ronaldinho, al ritorno con la Seleção dopo un anno, nel primo tempo si è fatto parare un calcio di rigore da Joe Hart (fantastico il doppio intervento del portiere del City, reattivo anche sulla ribattuta) e poi Rooney ha superato Júlio César al termine di un'ottima azione corale. Il Brasile di Felipe Scolari, al nuovo debutto da CT verdeoro, ha trovato il pari a inizio ripresa con Fred, su grave errore di Gary Cahill, ma per gli inglesi è comunque arrivata la vittoria grazie a un bel tiro da fuori di Frank Lampard, giocatore in uno stato di forma incredibile.

FRANCIA-GERMANIA 1-2 44' Valbuena (F), 51' Müller, 74' Khedira
Vittoria in rimonta per i tedeschi, andati sotto a fine primo tempo per una rete di Valbuena (a segno anche nella precedente amichevole francese, contro l'Italia) ma capaci di reagire nella ripresa ribaltando il risultato con un pallonetto di Thomas Müller, su veloce ripartenza avviata da un disimpegno sbagliato dei francesi, e un gol in sospetta posizione irregolare da parte di Sami Khedira.

SVEZIA-ARGENTINA 2-3 3' aut. Lustig, 17' J. Olsson (S), 19' Agüero, 23' Higuaín, 95' Elm (S)
Spettacolo alla Friends Arena, dove già si era visto uno show memorabile nella sua inaugurazione contro l'Inghilterra a Novembre, con il famoso gol di Ibra in rovesciata da venticinque metri (vedi articolo). La Svezia stavolta ha perso, contro l'Argentina, ma i tifosi si sono certamente divertiti anche in questa serata. Quattro gol in metà primo tempo, tre degli ospiti con un bel pallonetto di Agüero, nel recupero tracciante terrificante da quasi trenta metri di Elm su punizione che però non ha evitato la sconfitta agli svedesi. La notizia è che i due giocatori più attesi, Ibrahimovic e Messi, per una volta non sono entrati nel tabellino dei marcatori.

Nelle altre partite da segnalare la sconfitta del Portogallo contro l'Ecuador (a segno Cristiano Ronaldo, gol però inutile) e le reti degli "italiani" Pandev (3-0 della Macedonia sulla Danimarca) Pjanic (altro 3-0, stavolta della Bosnia sulla Slovenia), Basta (3-1 della Serbia su Cipro) e Carmona (2-1 del Cile sull'Egitto, in gol anche l'ex Napoli Eduardo Vargas).

[Immagine presa da it.uefa.com]