Ahia Italia: la Polonia vince 1-0 e la qualificazione si complica

0

Era un match-point comodo per qualificarsi con un turno di anticipo, ma l’Italia lo ha vanificato, uscendo sconfitta per 1-0 contro la Polonia. Azzurrini che hanno avuto tante occasioni ma non sono riusciti a concretizzarle, venendo puniti da una rete di Bielik alla conclusione del primo tempo. Adesso per accedere alle semifinali degli Europei Under-21 sarà necessario battere il Belgio già eliminato ed attendere combinazioni utili nella sfida tra polacchi e Spagna.

Di Biagio ne cambia quattro rispetto alla prima con l’inserimento di Adjapong come terzino destro e di Bastoni al fianco di Mancini, mentre in avanti Orsolini e Cutrone prendono il posto di Zaniolo e Kean. Michniewicz sceglie un 4-5-1 molto accorto con Bielik avanzato in posizione di centrocampista insieme a Żurkowski e Dziczek, invece l’unico riferimento avanzato resta Kownacki.

PRIMO TEMPO

L’approccio alla partita dell’Italia è buono ed aggressivo, con Chiesa che ci prova dopo pochi minuti con un destro a giro che sibila ad un soffio del palo. La Polonia si concentra unicamente sulla fase difensiva non ripartendo praticamente mai e lasciando il possesso palla totalmente nei piedi degli avversari. Dopo una fase centrale a ritmi più bassi, la seconda ondata di pressione degli Azzurrini arriva a partire dal 27′ con un cross che arriva sul secondo palo, Chiesa controlla e calcia nell’area piccola, ma Grabara è bravo in uscita ad opporsi. Quattro minuti più tardi Chiesa semina di nuovo il panico sull’out di sinistra ed appoggia per l’arrivo di Mandragora che calcia praticamente un rigore in movimento, ma il giocatore dell’Udinese manda a lato. Le tante occasioni fallite diventano rimpianti ancora maggiori al 40′, quando i polacchi trovano il vantaggio con Krystian Bielik, bravo a girare con il mancino dal limite dell’area, battendo un Meret non perfetto, dopo una respinta della barriera. Gli uomini di Di Biagio provano a reagire subito e troverebbero il pari con Orsolini, ma la grande rete dell’ala del Bologna viene annullata per fuorigioco.

SECONDO TEMPO

L’Italia inizia in maniera aggressiva la ripresa e crea subito tre grandi occasioni: si inizia con un cross di Barella sul secondo palo, torre di Cutrone in mezzo per Pellegrini che manda alto sopra la traversa; poi Mandragora si inventa un gran lancio per Chiesa che calcia al volo con il mancino, ma Grabara dice di no in tuffo e sul corner seguente Bastoni calcia alto in mischia. Il buon avvio degli Azzurrini però non si conferma con il passare dei minuti, anzi, gli uomini di Di Biagio diventano sempre più lenti e meno pericolosi man mano che trascorre il tempo. La Polonia si concentra soltanto sul difendersi e non ha grosse difficoltà, così agli Azzurrini rimangono soltanto situazioni estemporanee, come al 75′ quando Pellegrini calcia di potenza con il destro dai venti metri, Grabara è battuto ma il palo gli nega la rete. Due minuti dopo si vede anche Kean che ha un buono spunto a destra e crossa, Cutrone taglia sul primo palo ma manda a lato la girata. Gli ultimi minuti non portano nuove occasioni e così l’Italia finisce sconfitta e con l’obbligo di vincere nell’ultima giornata contro il Belgio e sperare in situazioni positive dalla sfida tra Polonia e Spagna.

ITALIA-POLONIA 0-1 – IL TABELLINO

Italia (4-3-3): Meret; Adjapong (81′ Zaniolo), Mancini, Bastoni, Dimarco; Barella, Mandragora (57′ Tonali), Pellegrini; Orsolini (46′ Kean), Cutrone, Chiesa.
Polonia (4-5-1): Grabara; Fila, Wieteska, Bochniewicz, Pestka; Jagiełło (55′ Michalak), Żurkowski, Bielik, Dziczek, Szymański; Kownacki (76′ Buksa).
Arbitro: Aleksei Kulbakov (BLR)
Ammoniti: Zaniolo (I); Dziczek, Kownacki, Buksa (P)
Reti: 40′ Bielik (P)

[Immagine presa da twitter.com]