Serie A 2017-2018, in arrivo nuovi orari? Calendario e situazione all’estero

0

Dalla stagione 2017-2018 la Serie A potrebbe avere un calendario quasi totalmente spezzettato, con sole tre partite nel canonico orario della domenica pomeriggio. Ecco come dovrebbe essere rimodulato il weekend calcistico e come sono suddivise le giornate nei quattro principali campionati esteri.

Tutte le partite di Serie A in orari diversi, come in Spagna? Non proprio, ma dal prossimo mese di agosto il “calcio spezzatino” dovrebbe aumentare ulteriormente rispetto a ora. Lunedì scorso il presidente della FIGC Carlo Tavecchio ha parlato della possibilità di ridurre a tre le partite in programma la domenica pomeriggio, aggiungendo dei nuovi slot orari per migliorare la visibilità del campionato italiano all’estero, soprattutto in Asia dopo l’esperimento del derby Inter-Milan dello scorso 15 aprile, giocato alle ore 12.30 come avverrà domenica per l’altra stracittadina Roma-Lazio. A luglio Infront, advisor della Lega Serie A, ufficializzerà le modifiche, che potrebbero essere suddividere così ciascuna giornata classica:

– venerdì ore 20.45: una partita;
– sabato ore 12.30: una partita;
– sabato ore 18: una partita;
– sabato ore 20.45: una partita;
– domenica ore 15: tre partite;
– domenica ore 18: una partita;
– domenica ore 20.45: una partita;
– lunedì ore 20.45: una partita.

Lo scenario attuale prevede due anticipi al sabato (ore 18 e ore 20.45) e uno alle ore 12.30 di domenica, seguito dalle classiche sei partite alle ore 15 e dal posticipo alle ore 20.45, ma sono state giocate partite anche venerdì e lunedì sera (ore 20.45 oppure ore 19 e 21 in caso di due gare nello stesso giorno), sabato alle ore 15 e domenica alle ore 18. Di seguito, invece, la situazione standard nei quattro principali campionati esteri.

PREMIER LEAGUE (venti squadre, trentotto giornate)

– sabato ore 13.30: una partita;
– sabato ore 16: cinque partite;
– sabato ore 18.30: una partita;
– domenica ore 14.30: una partita;
– domenica ore 17: una partita;
– lunedì ore 21: una partita.

In alcuni casi la Premier League ha giocato anche alle 20.45 di venerdì (l’ultima volta il 30 dicembre, Hull City-Everton) e, in caso di ulteriori posticipi la domenica per gli impegni in altre competizioni, sono state programmate le partite alle ore 13, 15.05 e 17.30. Nel Regno Unito non è possibile trasmettere in diretta televisiva qualsiasi partita, anche di campionati esteri, fra le 14.45 e le 17.15 di sabato (ora locale).

LIGA (venti squadre, trentotto giornate)

– venerdì ore 20.45 (o ore 21): una partita;
– sabato ore 13: una partita;
– sabato ore 16.15: una partita;
– sabato ore 18.30: una partita;
– sabato ore 20.45: una partita;
– domenica ore 12: una partita;
– domenica ore 16.15: una partita;
– domenica ore 18.30: una partita;
– domenica ore 20.45: una partita;
– lunedì ore 20.45 (o ore 21): una partita.

BUNDESLIGA (diciotto squadre, trentaquattro giornate)

– venerdì ore 20.30: una partita;
– sabato ore 15.30: cinque partite;
– sabato ore 18.30: una partita;
– domenica ore 15.30: una partita;
– domenica ore 17.30: una partita.

Ciascuna squadra di Bundesliga ha un minimo garantito di partite alle ore 15.30 di sabato.

LIGUE 1 (venti squadre, trentotto giornate)

– venerdì ore 20.45: una partita;
– sabato ore 17: una partita;
– sabato ore 20: cinque partite;
– domenica ore 15: una partita;
– domenica ore 17: una partita;
– domenica ore 21: una partita.

Articolo correlato: Serie A 2017-2018, le date: via il 20 agosto, stop alle vacanze di Natale