Le schede dei nuovi stranieri della Serie A: Rodrigo Bentancur (Juventus)

0

Ha debuttato stanotte, nell’amichevole persa 1-2 contro il Barcellona, il nuovo centrocampista della Juventus Rodrigo Bentancur. Questa la scheda di presentazione dell’uruguayano arrivato dal Boca Juniors.

Nome: Rodrigo Bentancur Colmán
Data di nascita: 25 giugno 1997
Nazionalità: uruguayana
Ruolo: centrocampista
Squadra di provenienza: Boca Juniors
Costo trasferimento: 9.5 milioni

Un jolly per Massimiliano Allegri. La Juventus crede talmente tanto nelle doti di Rodrigo Bentancur da aver usato per lui uno dei due slot per gli extracomunitari (l’altro è stato occupato da Douglas Costa) tesserandolo ufficialmente lo scorso 26 giugno, dopo avergli fatto fare le visite mediche il 3 aprile e aver annunciato l’acquisto diciotto giorni dopo. Il centrocampista uruguayano classe 1997 arriva dal Boca Juniors, che l’aveva inserito come opzione nell’ambito del ritorno in Argentina di Carlos Tévez due anni fa, assieme a Guido Vadalá (transitato senza lasciare grosse tracce in Primavera e rientrato in patria), Franco Cristaldo e Andrés Cubas (passato al Pescara nella seconda parte della scorsa stagione). Nove milioni e mezzo il costo del cartellino, più bonus riguardanti le presenze e addirittura il 50% sulla futura rivendita, mentre Bentancur ha firmato un contratto quinquennale.

Nel suo debutto a East Rutherford, nell’amichevole contro il Barcellona per l’International Champions Cup, Bentancur è stato schierato titolare nel 4-2-3-1 bianconero come esterno sinistro nei tre dietro Mario Mandžukić, uscendo dopo un’ora senza grossi spunti. Lui stesso ha dichiarato di preferire una posizione più arretrata, da volante davanti alla difesa, ma nella sua pur breve carriera ha già ricoperto diversi ruoli a centrocampo, sia come interno o centrale sia più avanzato dietro le punte e su entrambi i lati: è quindi adattabile in svariate posizioni, anche se forse nel medio-lungo periodo dovrà cercare di specializzarsi su una in particolare per rendere di più. Le sue doti principali sono tecniche, è ambidestro e sa giocare la palla con entrambi i piedi, ha ottima qualità nell’impostazione e nella visione di gioco così come un buon tiro da fuori, messo in mostra per esempio a inizio anno nel Sudamericano Sub-20 (vinto) dove ha segnato alla Bolivia con un sinistro da lontano, in una partita vinta 3-0 il 27 gennaio. Può e deve migliorare nella rapidità, sia di esecuzione sia di gamba, perché i ritmi del calcio europeo non sono certo paragonabili a quelli sudamericani, così come potrebbe limitare il numero di cartellini, ma arriva alla Juventus con una buona esperienza alle spalle (sessantasei presenze complessive con gli Xeneizes e la vittoria di due campionati e una Copa Argentina) e la possibilità di crescere tanto al fianco di giocatori già affermati. È considerato uno dei principali talenti sudamericani, ora ha la chance per sfondare in Europa.

[Immagine presa da goal.com]

LE PRECEDENTI SCHEDE

Sauli Väisänen – SPAL
Svante Ingelsson – Udinese
Rafik Zekhnini – Fiorentina
Lucas Leiva – Lazio
Paweł Jaroszyński – Chievo
Álex Berenguer – Torino
Cengiz Ünder – Roma
Leandro Cabrera – Crotone
Robin Gosens – Atalanta
Aly Mallé – Udinese
Nicolas Haas – Atalanta
Douglas Costa – Juventus
Dawid Kownacki – Sampdoria
José Luis Palomino – Atalanta
Antonín Barák – Udinese
Lyanco – Torino
Vitor Hugo – Fiorentina
Gianluca Gaudino – Chievo
Vanja Milinković-Savić – Torino
João Schmidt – Atalanta
Nikola Milenković – Fiorentina
Timothy Castagne – Atalanta
Adam Marušić – Lazio
Andreas Cornelius – Atalanta
Mateo Musacchio – Milan
Héctor Moreno – Roma
Ricardo Rodríguez – Milan
Adam Ounas – Napoli
Rick Karsdorp – Roma
Bruno Gaspar – Fiorentina
André Silva – Milan
Hakan Çalhanoğlu – Milan
Maxime Gonalons – Roma