Le schede dei nuovi stranieri della Serie A: Hakan Çalhanoğlu (Milan)

0

La rubrica dei nuovi stranieri arrivati in Serie A per la stagione 2017-2018 si apre con l’ultimo colpo in ordine di tempo del Milan, la squadra più attiva in questo inizio di sessione estiva di calciomercato: Hakan Çalhanoğlu.

Nome: Hakan Çalhanoğlu
Data di nascita: 8 febbraio 1994
Nazionalità: turca
Ruolo: centrocampista
Squadra di provenienza: Bayer Leverkusen
Costo trasferimento: 20 milioni

Il Milan non ha perso tempo e fin dal giorno dopo l’ufficialità della qualificazione al terzo turno preliminare di Europa League (andata giovedì 27 luglio) ha cominciato a pianificare la squadra per la nuova stagione. La rosa agli ordini di Vincenzo Montella è stata stravolta e ora comincia ad avere un valore interessante, dopo i tanti acquisti della coppia formata da Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli. L’ultimo ingaggio rossonero è quello dalle qualità maggiori, il centrocampista Hakan Çalhanoğlu che ha firmato quest’oggi un contratto quadriennale. Il classe 1994, nato in Germania ma di nazionalità turca, è stato negli ultimi anni uno dei giocatori più talentuosi dell’intera Bundesliga, con tante grandi prestazioni con le maglie di Amburgo e Bayer Leverkusen, club da cui il Milan l’ha prelevato. Çalhanoğlu nasce come trequartista, suo ruolo naturale, ma fin dagli esordi si è abituato a ricoprire un po’ tutte le posizioni del fronte offensivo dietro un centravanti, da esterno più a sinistra che a destra fino a seconda punta, caratteristica che servirà a Montella visto che il tecnico napoletano sul finire di campionato ha testato moduli diversi, come il 3-5-2, e non è detto che confermi il 4-3-3 dopo le tante novità arrivate dal mercato.

Il pezzo forte di Çalhanoğlu sono i calci piazzati: un cecchino quando si tratta di battere i calci di punizione anche dalla lunga distanza, sono undici i gol segnati da fermo negli ultimi quattro campionati (fra cui uno praticamente da centrocampo contro il Borussia Dortmund nel 2014) ma di fatto può essere pericoloso per qualsiasi portiere da ogni posizione, perché appena ha la possibilità di armare il destro diventa una minaccia anche molto lontano dalla porta. La sua utilità in campo non si ferma ai tiri da fuori, perché è un giocatore di notevoli qualità tecniche che oltre ai gol mette a referto anche un numero molto alto di assist per i compagni. Il Milan non l’ha neanche pagato tantissimo per le cifre che girano in questo mercato: venti milioni di euro più altri quattro di bonus, cifra che lo rende un investimento di sicuro rendimento nonostante venga da cinque mesi di inattività, questo perché a inizio febbraio il TAS l’ha squalificato fino ai primi di giugno per non aver rispettato un pre-contratto con il Trabzonspor nel 2011, quando giocava al Karslruher (vedi articolo), motivo che potrebbe impedirgli di essere al 100% nel preliminare di Europa League visto che nella passata stagione si è fermato a ventidue presenze complessive, l’ultima il 28 gennaio in Bayer Leverkusen-Borussia Mönchengladbach 2-3. Çalhanoğlu, con il ritorno di Gerard Deulofeu al Barcellona, sarà assieme a Suso il giocatore dal maggior tasso tecnico in rosa e potrà aiutare il Milan a tornare ai fasti di un tempo, un grande colpo per una squadra che vuole riprendersi la vetta dopo anni nelle retrovie.

[Immagine presa da acmilan.com]

LE PRECEDENTI SCHEDE

Maxime Gonalons – Roma