Benedikt Höwedes Juventus

Poco più di ventiquattro ore alla fine della sessione estiva di calciomercato e squadre di Serie A che stanno facendo gli ultimi botti. Quello più importante della giornata lo fa la Juventus, acquistando Benedikt Höwedes dallo Schalke 04.

Nome: Benedikt Höwedes
Data di nascita: 29 febbraio 1988
Nazionalità: tedesca
Ruolo: difensore
Squadra di provenienza: Schalke 04
Costo trasferimento: prestito

Un altro campione del mondo per la Juventus. Dopo Andrea Barzagli, Gianluigi Buffon e Sami Khedira alla rosa di Massimiliano Allegri si aggiunge anche Benedikt Höwedes, che proprio con il centrocampista tedesco ha conquistato gli ultimi Mondiali, nel 2014 in Brasile. Arriva dallo Schalke 04, club dove fin qui aveva giocato in tutta la sua carriera, ed è il rinforzo che completa la difesa bianconera, apparsa insolitamente vulnerabile in questo inizio di stagione con cinque gol subiti fra Supercoppa Italiana e prime due giornate di Serie A. Nella scorsa stagione Höwedes ha dimostrato di essere integro fisicamente (trentuno presenze su trentaquattro in Bundesliga), dopo aver saltato metà del 2015-2016 per problemi fisici di varia natura che l’avevano portato a un passo dall’esclusione per gli Europei in Francia, con un posto nei convocati recuperato in extremis. Della squadra di Gelsenkirchen era sia il capitano sia il referente difensivo, segno di un’indiscussa leadership e professionalità riconosciuta indistintamente fin dal momento del suo debutto, il 3 ottobre 2007 da titolare in Champions League contro il Rosenborg.

Acquistato in prestito oneroso (tre milioni e mezzo da versare entro il 15 settembre) con diritto di riscatto a tredici milioni di euro (che diventerà obbligo alla venticinquesima presenza in questa stagione) e ulteriori tre milioni di bonus, Höwedes può essere l’uomo chiave per il nuovo assetto tattico della Juventus. Difensivamente può infatti ricoprire tutti i ruoli: quello naturale è sul centro-destra in una difesa a quattro, ma ha fatto anche il terzino sia a destra sia a sinistra. Un jolly utilissimo per ogni posizione quindi, che potrà essere utilizzato sia in mezzo (visto che Daniele Rugani e Medhi Benatia non hanno convinto e che i totem Barzagli e Giorgio Chiellini hanno ormai una certa età) sia sulla fascia (completerebbe il pacchetto dei terzini con Alex Sandro, Stephan Lichtsteiner e Mattia De Sciglio, con quest’ultimo condivide la possibilità di essere impiegato su entrambi i lati). Tra Schalke 04 e Germania si è fatto apprezzare per senso della posizione, capacità di interrompere l’azione avversaria e ottima qualità nel gioco aereo, ora potrà dimostrarlo anche in Italia.

[Immagine presa da twitter.com]

LE PRECEDENTI SCHEDE

Samuel Armenteros – Benevento
Petar Brlek – Genoa
Gregory van der Wiel – Cagliari
Jens Stryger Larsen – Udinese
João Cancelo – Inter
Blaise Matuidi – Juventus
Germán Pezzella – Fiorentina
Gil Dias – Fiorentina
Valentin Eysseric – Fiorentina
Dalbert – Inter
Nicolas N’Koulou – Torino
Felipe Caicedo – Lazio
Riad Bajić – Udinese
Bram Nuytinck – Udinese
Pa Konate – SPAL
Jordan Veretout – Fiorentina
Rodrigo Bentancur – Juventus
Sauli Väisänen – SPAL
Svante Ingelsson – Udinese
Rafik Zekhnini – Fiorentina
Lucas Leiva – Lazio
Paweł Jaroszyński – Chievo
Álex Berenguer – Torino
Cengiz Ünder – Roma
Leandro Cabrera – Crotone
Robin Gosens – Atalanta
Aly Mallé – Udinese
Nicolas Haas – Atalanta
Douglas Costa – Juventus
Dawid Kownacki – Sampdoria
José Luis Palomino – Atalanta
Antonín Barák – Udinese
Lyanco – Torino
Vitor Hugo – Fiorentina
Gianluca Gaudino – Chievo
Vanja Milinković-Savić – Torino
João Schmidt – Atalanta
Nikola Milenković – Fiorentina
Timothy Castagne – Atalanta
Adam Marušić – Lazio
Andreas Cornelius – Atalanta
Mateo Musacchio – Milan
Héctor Moreno – Roma
Ricardo Rodríguez – Milan
Adam Ounas – Napoli
Rick Karsdorp – Roma
Bruno Gaspar – Fiorentina
André Silva – Milan
Hakan Çalhanoğlu – Milan
Maxime Gonalons – Roma