I nuovi stranieri della Serie A: Rodrigo Aguirre (Empoli)

0

Scheda numero trentuno per quanto riguarda i nuovi stranieri della Serie A 2014-2015, che prenderà il via esattamente fra due settimane. Oggi SpazioCalcio.it presenta il nuovo attaccante dell’Empoli, l’uruguayano Rodrigo Aguirre.

 

Nome: Rodrigo Sebastián Aguirre Soto
Data di nascita: 1 ottobre 1994
Nazionalità: uruguayana
Ruolo: attaccante
Costo trasferimento: prestito

Da almeno un anno gli osservatori di quasi mezza Serie A avevano scritto il nome di Rodrigo Aguirre sul proprio taccuino, ma come spesso accade la squadra più veloce ad aggiudicarsi le prestazioni dell’attaccante uruguayano è stata l’Udinese, che nello scorso mese di aprile l’ha di fatto soffiato al Torino quando ormai sembrava tutto fatto per un suo passaggio in granata. I bianconeri hanno pagato una cifra piuttosto importante per un ragazzo neanche ventenne che fino a oggi ha giocato solo in Uruguay, circa quattro milioni di euro, e ritengono di aver trovato un giocatore che possa ripetere le gesta dei tanti attaccanti che sono arrivati in Friuli da perfetti sconosciuti e se ne sono poi andati pagati a peso d’oro dai grandi club italiani ed europei, situazione già vista infinite volte durante l’era Pozzo. A differenza di molti giovani scovati dai talent scout dell’Udinese però Aguirre non è finito in prestito in una delle due società controllate dal patron bianconero, Granada e Watford, ma potrà ambientarsi direttamente nel campionato italiano, con il neopromosso Empoli. In Toscana sarà la prima alternativa alla coppia d’attacco composta da Massimo Maccarone e Francesco Tavano, entrambi protagonisti nello scorso campionato di Serie B, e troverà anche due suoi connazionali, i centrocampisti Diego Laxalt e Matías Vecino. Centravanti con un passato da centrocampista esterno (non a caso ha detto di poter tranquillamente giocare anche sulla fascia, pur essendosi ormai stabilizzato come punta centrale), fa della rapidità una delle sue doti migliori, tanto che il suo soprannome è Speedy, inoltre sfrutta la sua forza fisica per proteggere il pallone. Mancino, in patria, con i colori nerazzurri del Liverpool Montevideo, ha segnato sedici gol nella Primera División e uno in Copa Sudamericana, contro l’Envigado, ora ha come obiettivo quello di ripetersi anche in Serie A per essere richiamato alla base dall’Udinese e fare il grande salto nel calcio che conta. Nelle prime amichevoli, nonostante un infortunio comunque non grave, ha già dato buone risposte al tecnico Maurizio Sarri, il suo debutto potrebbe già avvenire nel terzo turno di Coppa Italia, da vedere se come titolare o a partita in corso.

[Immagine presa da lanazione.it]