I nuovi stranieri della Serie A: Mert Müldür (Sassuolo)

0

SpazioCalcio oggi si veste di neroverde per parlare di Mert Müldür, nuovo terzino del Sassuolo.

Nome: Mert Müldür
Data di nascita: 3 aprile 1999
Nazionalità: turca
Ruolo: terzino destro
Costo trasferimento: 5 milioni

Il trasferimento di Pol Lirola alla Fiorentina ha scoperto la casella dell’esterno basso a destra nello schieramento di Roberto De Zerbi; sono corsi immediatamente al riparo Andrea Carnevali e Giovanni Rossi portando a Sassuolo Mert Müldür, giovanissimo terzino destro proveniente dal Rapid Vienna. Nato e cresciuto a Vienna, Mert Müldür ha comunque scelto per il momento la nazionalità sportiva turca, con tutta la trafila delle selezioni giovanili e con l’esordio in amichevole contro la Bosnia nello scorso ottobre.

Cresciuto sin da piccolo con la maglia del Rapid Vienna, Mert Müldür è alla prima esperienza lontano dalla sua casa sportiva: in maglia biancoverde, quasi cinquanta presenze e due goal, entrambi su calcio piazzato. Il colpo di testa è una delle sue migliori caratteristiche, anche visti i centoottantotto centimetri, e ne ha dato sfoggio in uno dei palcoscenici migliori, quello dell’Europa League dello scorso anno in cui, proprio da gioco aereo, ha messo in porta il primo goal nel panorama internazionale. La sua statura ha portato molti suoi precedenti allenatori ha schierarlo anche da difensore centrale, ma il suo passo e il suo piede educato soprattutto nei cross ha fatto sì che la posizione di esterno basso diventasse quella in cui ha sempre saputo dare il meglio.

Con la maglia della nazionale turca invece ha realizzato il secondo goal internazionale, all’inizio dell’estate, in Under 21 contro l’Albania. Con le piccole stelle di Vedat İnceefe sono bastate tre presenze e questo goal, insieme alle altre in tutte le varie giovanili, per convincere Şenol Güneş a farlo esordire già con la nazionale maggiore. Su di lui tante squadre tedesche, ma lui ha fortemente voluto l’Italia e il Sassuolo è stato bravissimo ad anticipare la forte concorrenza della Lazio; proprio come Merih Demiral, che da quelle parti è passato recentemente, il neroverde è il primo banco di prova nel grande calcio, in una Serie A sempre più ricca di talenti.

I NUOVI STRANIERI DELLA SERIE A 2019-2020 – LE PRECEDENTI SCHEDE

Frank Ribéry (Fiorentina)
Kevin Agudelo (Genoa)
Walace (Udinese)
Léo Duarte (Milan)
Jony (Lazio)
Hernani (Parma)
Martin Škrtel (Atalanta)
Nahitan Nández (Cagliari)
Lasse Schöne (Genoa)
Romelu Lukaku (Inter)
Danilo (Juventus)
Jaromír Zmrhal (Brescia)
Amir Rrahmani (Verona)
Brayan Vera (Lecce)
Sinan Gümüş (Genoa)
Szymon Żurkowski (Fiorentina)
Romario Benzar (Lecce)
Takehiro Tomiyasu (Bologna)
Julian Chabot (Sampdoria)
Jeremy Toljan (Sassuolo)
Florian Ayé (Brescia)
Yevhen Shakhov (Lecce)
Rafael Leão (Milan)
Elif Elmas (Napoli)
Valentino Lazaro (Inter)
Igor (SPAL)
Aleksa Terzić (Fiorentina)
Jerdy Schouten (Bologna)
Jhon Chancellor (Brescia)
Morten Thorsby (Sampdoria)
Stefano Denswil (Bologna)
Jesse Joronen (Brescia)
Denis Vavro (Lazio)
Rodrigo Becão (Udinese)
Adrien Rabiot (Juventus)
Ruslan Malinovskyi (Atalanta)
Diego Godín (Inter)
Sebastian Walukiewicz (Cagliari)
Pau López (Roma)
Andreas Skov Olsen (Bologna)
Matthijs de Ligt (Juventus)
Aaron Ramsey (Juventus)
Gonzalo Maroni (Sampdoria)
Theo Hernández (Milan)