I nuovi stranieri della Serie A: Jeison Murillo (Inter)

0

A chiudere la prima settimana delle schede di presentazione dei nuovi stranieri della Serie A 2015-2016 il primo difensore della rubrica: è il colombiano Jeison Murillo, ingaggiato dall’Inter.

 

Nome: Jeison Fabián Murillo Cerón
Data di nascita: 27 maggio 1992
Nazionalità: colombiana
Ruolo: difensore
Costo trasferimento: 8.000.000€

Se l’Inter ha fallito anche nella scorsa stagione la qualificazione alle coppe europee, così com’era capitato nel 2012-2013, una delle principali cause è stata la disastrosa tenuta difensiva, con Juan Jesus e Andrea Ranocchia spesso responsabili di errori clamorosi costati punti pesanti nella rincorsa alla Sampdoria. I quarantotto gol subiti dai nerazzurri (peggio nella parte sinistra della classifica hanno fatto solo Milan e Napoli) hanno costretto la dirigenza a mettere mano sul mercato acquistando João Miranda dall’Atlético Madrid (scheda in arrivo nei prossimi giorni), ma un rinforzo per il pacchetto arretrato era già stato finalizzato a gennaio, con l’acquisto di Jeison Murillo dal Granada per otto milioni di euro più uno di bonus e un contratto fino al 30 giugno 2020. Aver chiuso la trattativa per il centrale di Cali con largo anticipo è stata una mossa azzeccata da parte di Piero Ausilio, perché dopo una stagione non troppo fortunata (solo diciannove presenze in Liga, bloccato da un’artrite con edema osseo al piede destro, infortunio piuttosto fastidioso) si è riscattato alla grande in Copa América, dov’è stato il giocatore dal rendimento più alto della Colombia, partita tra le favorite e uscita ai rigori contro l’Argentina nei quarti. Murillo, dopo un inizio rivedibile contro il Venezuela, ha segnato il gol partita contro il Brasile risolvendo una mischia in area ed è stato tra i migliori in campo contro Perù e Argentina: la precoce eliminazione dei Cafeteros, che pure erano tra i favoriti per la vittoria finale, non ha comunque fatto passare in secondo piano le sue prestazioni, tanto che a fine torneo la CONMEBOL lo ha nominato miglior giovane della competizione nonostante un rigore malamente sbagliato nella serie conclusiva contro l’Argentina. In nazionale ha preso il posto di un colosso come Mario Yepes e per ora non l’ha fatto rimpiangere anche come leadership, all’Inter invece farà coppia con Miranda, e qui per fare meglio di Juan Jesus, Ranocchia e Vidic non servirà tantissimo, ma Roberto Mancini spera che diventi uno dei migliori difensori della Serie A. Alto 182 centimetri con un fisico piuttosto sviluppato e un’ottima decisione negli interventi (duro a volte, ma quanto serve per un difensore centrale), riesce a farsi valere nell’uno contro uno e nel gioco aereo sfruttando le sue doti atletiche ed è veloce nei recuperi, mentre può ancora migliorare in fase d’impostazione. In Italia era transitato nel 2009 quando l’Udinese lo prelevò dal Deportivo Cali ma in Friuli ha fatto solo le giovanili, diventando un calciatore professionista in Spagna sempre nell’orbita della famiglia Pozzo: ora ha la vera occasione di mettersi in mostra in Serie A, non deve lasciarsela sfuggire.

[Immagine presa da theguardian.com]

LE PRECEDENTI SCHEDE

Sami Khedira – Juventus
Luiz Adriano – Milan
Martín Montoya – Inter
Mario Mandžukic – Juventus
Geoffrey Kondogbia – Inter
Carlos Bacca – Milan