I nuovi stranieri della Serie A: Henrikh Mkhitaryan (Roma)

0

Continua la rubrica di SpazioCalcio che vi presenta i nuovi stranieri arrivati nel campionato di Serie A, con Henrikh Mkhitaryan che è il protagonista di oggi dopo essere arrivato nelle ultime ore disponibili di calciomercato alla Roma.

Nome: Henrikh Mkhitaryan
Data di nascita: 21 gennaio 1989
Nazionalità: armena
Ruolo: centrocampista
Costo trasferimento: prestito

Il grandissimo colpo degli ultimi giorni di mercato lo ha firmato senza dubbio la Roma, che ha concluso nelle ultime ore disponibili l’arrivo, quasi a sorpresa, di Henrikh Mkhitaryan dall’Arsenal. L’armeno è arrivato nella capitale con un’operazione che il direttore sportivo Gianluca Petrachi ha impostato in maniera simile a quella di Chris Smalling (vedi la sua scheda): prestito oneroso (tre milioni di euro) fino al termine della stagione senza possibilità di riscatto. Un acquisto decisamente interessante, perché il fantasista classe 1989 arriva in Italia con tanta voglia di riscattarsi dopo delle ultime stagioni non esaltanti e dimostrare di non essere ancora avviato verso il declino della propria carriera. Carriera che ha avuto la sua esplosione nel 2012-2013, quando nello Shakhtar Donetsk arrivò alla spaventosa cifra di venticinque reti in ventinove presenze in campionato, numeri praticamente da bomber che gli valsero il trasferimento al Borussia Dortmund. In Germania ha vissuto una buona prima stagione sotto la guida di Jürgen Klopp, mentre ha sofferto abbastanza nella seconda, per poi strabiliare nuovamente nella terza con Thomas Tuchel, con ventitré gol totali che lo hanno portato verso la Premier League. La sua avventura con il Manchester United non è stata, tuttavia, all’altezza delle aspettative e dopo un anno e mezzo è finito per essere merce di scambio nell’affare che ha portato Alexis Sánchez a fare il percorso inverso rispetto al suo. Anche all’Arsenal, però, non ha ritrovato le condizioni per esprimere tutte le sue qualità, finendo per entrare perlopiù dalla panchina nell’ultima annata.

Mkhitaryan è centrocampista offensivo che in carriera ha occupato senza grosse difficoltà tutte e tre le posizioni da trequartista del 4-2-3-1, iniziando prevalentemente come centrale sotto la guida di Mircea Lucescu in Ucraina dove è esploso, per poi cominciare a partire maggiormente su una delle due fasce negli ultimi anni. Sembra essere un elemento per Paulo Fonseca, e non solo per la sua duttilità, ma perché sembra integrarsi perfettamente sia per il calcio che ha in mente il tecnico portoghese sia con le caratteristiche dei suoi compagni di squadra. Nella Roma vista finora una caratteristica fondamentale è che gli esterni giochino con naturalezza anche dentro al campo e ciò è proprio la situazione che ha esaltato di più in carriera Mkhitaryan, perché gli permette di non muoversi troppo in zone del campo che lo limitano e al contempo di giocare maggiormente fronte alla porta. Proprio per questa caratteristica sarà molto interessante vedere il feeling che instaurerà con Edin Džeko, perché l’ex Gunners soffre quando non può guardare la porta avversaria, mentre il bosniaco è un maestro a muoversi proprio in quella situazione, per poi aprire gli spazi da attaccare per i propri compagni alle sue spalle. Con queste premesse l’acquisto di Mkhitaryan sembra essere un colpo azzeccato almeno sulla carta, sarà poi il campo a dare il verdetto definitivo per il primo armeno della storia che giocherà in Serie A.

I NUOVI STRANIERI DELLA SERIE A 2019-2020 – LE PRECEDENTI SCHEDE

Pedro (Fiorentina)
Chris Smalling (Roma)
Hirving Lozano (Napoli)
Rachid Ghezzal (Fiorentina)
Karlo Letica (SPAL)
Mert Müldür (Sassuolo)
Frank Ribéry (Fiorentina)
Kevin Agudelo (Genoa)
Walace (Udinese)
Léo Duarte (Milan)
Jony (Lazio)
Hernani (Parma)
Martin Škrtel (Atalanta)
Nahitan Nández (Cagliari)
Lasse Schöne (Genoa)
Romelu Lukaku (Inter)
Danilo (Juventus)
Jaromír Zmrhal (Brescia)
Amir Rrahmani (Verona)
Brayan Vera (Lecce)
Sinan Gümüş (Genoa)
Szymon Żurkowski (Fiorentina)
Romario Benzar (Lecce)
Takehiro Tomiyasu (Bologna)
Julian Chabot (Sampdoria)
Jeremy Toljan (Sassuolo)
Florian Ayé (Brescia)
Yevhen Shakhov (Lecce)
Rafael Leão (Milan)
Elif Elmas (Napoli)
Valentino Lazaro (Inter)
Igor (SPAL)
Aleksa Terzić (Fiorentina)
Jerdy Schouten (Bologna)
Jhon Chancellor (Brescia)
Morten Thorsby (Sampdoria)
Stefano Denswil (Bologna)
Jesse Joronen (Brescia)
Denis Vavro (Lazio)
Rodrigo Becão (Udinese)
Adrien Rabiot (Juventus)
Ruslan Malinovskyi (Atalanta)
Diego Godín (Inter)
Sebastian Walukiewicz (Cagliari)
Pau López (Roma)
Andreas Skov Olsen (Bologna)
Matthijs de Ligt (Juventus)
Aaron Ramsey (Juventus)
Gonzalo Maroni (Sampdoria)
Theo Hernández (Milan)