I nuovi stranieri della Serie A: Franck Ribéry (Fiorentina)

0

Mancano poco più di quarantotto ore alla nuova stagione di Serie A, ma il calciomercato non si ferma e così anche le schede di SpazioCalcio che vi presentano i nuovi stranieri. Oggi tocca al grande colpo firmato dalla Fiorentina negli scorsi giorni: il francese Franck Ribéry.

Nome: Franck Henry Pierre Ribéry
Data di nascita: 7 aprile 1983
Nazionalità: francese
Ruolo: centrocampista-attaccante
Costo trasferimento: parametro zero

La Fiorentina ha appena concluso probabilmente la stagione più deludente di tutte quelle da dopo il fallimento di diciassette anni fa, addirittura con lo spettro della retrocessione scampata soltanto nell’ultima giornata. I viola sono ripartiti da un nuovo ambizioso proprietario, Rocco Commisso, e finalmente questa settimana è giunto un acquisto in grado di ingolosire la piazza e riaccendere l’entusiasmo di una tifoseria quasi apatica nell’ultimo periodo. Si tratta ovviamente di Franck Ribéry, sbarcato a Firenze nella giornata di ieri e che ha subito ricordato il fantastico tandem che compose con Luca Toni, che fu ceduto proprio dalla Fiorentina al Bayern Monaco e che nella stagione 2007-2008 fu fondamentale per portare la Bundesliga in Baviera. L’arrivo del classe 1983 è a parametro zero con un contratto biennale, dopo che la società tedesca ha deciso di attuare un rinnovamento totale soprattutto al reparto avanzato, che ha riguardato anche Arjen Robben. Proprio in Germania il francese ha trascorso gli ultimi dodici anni, con l’incredibile numero di quattrocentoventicinque presenze totali impreziosite da centoventiquattro reti. Nella sua carriera Ribéry ha vinto praticamente tutto il possibile, tra cui il fantastico Triplete del 2012-2013, in cui risultò decisivo in Champions League, guadagnandosi anche il premio di UEFA Best Player in Europe. A corredare il tutto ci sono anche le ottantuno presenze con la nazionale della Francia, con cui è stato vice-campione del mondo nel 2006, giocando anche la finale. L’ultima annata dimostra come il nativo di Boulogne-sur-Mer sia ancora un elemento su cui fare più che affidamento, come segnalano le trentotto apparizioni in totale, con un solo infortunio serio che lo ha tenuto fuori da inizio gennaio a inizio febbraio.

Ribéry arriva in Serie A a trentasei anni compiuti con un curriculum che fa invidia praticamente a tutti e la possibilità di arricchire ulteriormente una carriera già leggendaria. Negli ultimi anni il Bayern Monaco ha giocato quasi sempre con il 4-2-3-1 che vedeva il francese muoversi lungo la fascia di sinistra e sarà subito interessante capire come vorrà impiegarlo Vincenzo Montella. L’approdo naturale per questa Fiorentina sembra il 4-3-3 per sfruttare al meglio le doti dello stesso Ribéry ma anche di Federico Chiesa, con il primo che potrebbe così risparmiarsi qualche corsa all’indietro essendo coperto anche dalla mezzala di riferimento, con in più la possibilità di intercambiarsi proprio con il figlio d’arte italiano. L’ala ex Marsiglia porterà a Firenze anche tutta la propria leadership e abitudine alla vittoria, qualità senz’altro utili in uno spogliatoio che ha faticato nel trovare sempre le giuste motivazioni per puntare al successo. A livello tecnico l’ultimo Ribéry visto sul terreno di gioco sarà utilissimo nel calcio di possesso che imposta solitamente Montella, perché adatto anche nell’abbassarsi e favorire la circolazione del pallone, oltre che naturalmente nel creare superiorità numerica negli ultimi trenta metri. È stato il primo grande acquisto della nuova era americana per una Fiorentina che vuole tornare ai fasti di qualche anno fa, quando giocava costantemente in Europa ed era appena dietro alle super big della Serie A.

[Immagine presa da twitter.com]

I NUOVI STRANIERI DELLA SERIE A 2019-2020 – LE PRECEDENTI SCHEDE

Kevin Agudelo (Genoa)
Walace (Udinese)
Léo Duarte (Milan)
Jony (Lazio)
Hernani (Parma)
Martin Škrtel (Atalanta)
Nahitan Nández (Cagliari)
Lasse Schöne (Genoa)
Romelu Lukaku (Inter)
Danilo (Juventus)
Jaromír Zmrhal (Brescia)
Amir Rrahmani (Verona)
Brayan Vera (Lecce)
Sinan Gümüş (Genoa)
Szymon Żurkowski (Fiorentina)
Romario Benzar (Lecce)
Takehiro Tomiyasu (Bologna)
Julian Chabot (Sampdoria)
Jeremy Toljan (Sassuolo)
Florian Ayé (Brescia)
Yevhen Shakhov (Lecce)
Rafael Leão (Milan)
Elif Elmas (Napoli)
Valentino Lazaro (Inter)
Igor (SPAL)
Aleksa Terzić (Fiorentina)
Jerdy Schouten (Bologna)
Jhon Chancellor (Brescia)
Morten Thorsby (Sampdoria)
Stefano Denswil (Bologna)
Jesse Joronen (Brescia)
Denis Vavro (Lazio)
Rodrigo Becão (Udinese)
Adrien Rabiot (Juventus)
Ruslan Malinovskyi (Atalanta)
Diego Godín (Inter)
Sebastian Walukiewicz (Cagliari)
Pau López (Roma)
Andreas Skov Olsen (Bologna)
Matthijs de Ligt (Juventus)
Aaron Ramsey (Juventus)
Gonzalo Maroni (Sampdoria)
Theo Hernández (Milan)