I nuovi stranieri della Serie A: Filip Helander (Hellas Verona)

0

Ventisettesima scheda di presentazione dei nuovi stranieri arrivati in Serie A durante questa sessione di calciomercato: oggi è la volta del secondo acquisto estero del Verona, il difensore centrale Filip Helander proveniente dagli svedesi del Malmö.

 

Nome: Filip Viktor Helander
Data di nascita: 22 aprile 1993
Nazionalità: svedese
Ruolo: difensore
Costo trasferimento: 1.000.000€

La vittoria della Svezia agli Europei Under-21 non è certo passata inosservata in Italia: Robin Quaison c’era già e a Palermo ora ritroverà anche il capitano Oscar Hiljemark (vedi scheda), ma dalla nazionale svedese la Serie A ha pescato anche uno dei due centrali difensivi campioni poco più di un mese fa in Repubblica Ceca, Filip Helander, che il Verona ha acquistato dal Malmö per un milione di euro. Con i blåe Helander è stato campione delle ultime due edizioni di Allsvenskan, il massimo campionato svedese, e nel corso della passata stagione aveva anche affrontato due volte la Juventus in Champions League, perdendo in entrambe le circostanze per 2-0 ma facendo una buona figura soprattutto nel match di Torino (peraltro il suo debutto assoluto nella massima competizione europea per club), quando i bianconeri dovettero attendere un’ora prima di sbloccare la situazione con Carlos Tévez. Nel corso del 2014 (in Svezia la stagione segue l’anno solare e non va da agosto a maggio come in Italia) è diventato uno dei pilastri del Malmö e fino a giugno era quasi sempre stato fra i titolari, poi è arrivata la chiamata dell’Under-21 per gli Europei e grazie alle sue buone prestazioni è stato scelto dall’UEFA nella squadra del torneo, assieme ai connazionali Lindelöf e Lewicki. Centrale di difesa mancino, ha nel colpo di testa il suo punto di forza essendo alto 192 centimetri, la sua forza fisica lo aiuta nel gioco aereo e nei contrasti ma inevitabilmente deve pagare qualcosa nei movimenti, un po’ macchinosi, e nella velocità. A Verona si giocherà il posto in mezzo con Rafa Márquez e Vangelis Moras, ma i due titolari della passata stagione sono entrambi destri di piede e quindi lui, essendo mancino, potrebbe avere un’arma in più da sfruttare per convincere Andrea Mandorlini a dargli un posto nell’undici scaligero.

[Immagine presa da twitter.com]

LE PRECEDENTI SCHEDE

Vlad Chiriches – Napoli
Ricardo Kishna – Lazio
Wojciech Szczesny – Roma
Manuel Iturra – Udinese
Darko Lazovic – Genoa
Aleksandar Trajkovski – Palermo
Patric – Lazio
Kamil Wilczek – Carpi
Cláudio Winck – Hellas Verona
Mario Suárez – Fiorentina
Issa Cissokho – Genoa
Diogo Figueiras – Genoa
Wesley Hoedt – Lazio
Fernando – Sampdoria
Ravel Morrison – Lazio
Niklas Moisander – Sampdoria
João Miranda – Inter
Oscar Hiljemark – Palermo
Ali Adnan – Udinese
Jeison Murillo – Inter
Sami Khedira – Juventus
Luiz Adriano – Milan
Martín Montoya – Inter
Mario Mandžukic – Juventus
Geoffrey Kondogbia – Inter
Carlos Bacca – Milan