I nuovi stranieri della Serie A: Edin Dzeko (Roma)

0

Il colpo più importante dell’ultimo mese di calciomercato è stato messo a segno senza dubbio dalla Roma, con l’arrivo di Edin Džeko dal Manchester City avvenuto nella giornata di ieri con una grande accoglienza all’aeroporto di Fiumicino.

 

Nome: Edin Džeko
Data di nascita: 17 marzo 1986
Nazionalità: bosniaca
Ruolo: attaccante
Costo trasferimento: prestito

La Roma ha finalmente trovato il suo centravanti. Il grande problema della scorsa stagione è stato risolto negli ultimi giorni, perfezionando l’acquisto di Edin Džeko dal Manchester City dopo una trattativa durata diverse settimane e che più volte sembrava sul punto di saltare. I Citizens inizialmente chiedevano una cifra vicina ai trenta milioni di euro, ma alla fine Walter Sabatini è riuscito ad accordarsi con gli inglesi per circa la metà: prestito a quattro milioni di euro e obbligo di riscatto a ulteriori undici, per un totale di quindici milioni di euro. Il bosniaco è quindi uno dei due colpi a sensazione della settimana giallorossa, assieme a Mohamed Salah arrivato in prestito dal Chelsea, e adesso Rudi Garcia ha a disposizione un trio d’attacco capace di garantire i gol che l’anno scorso sono mancati soprattutto nella seconda parte di stagione, quando il rendimento di Gervinho è notevolmente calato dopo la Coppa d’Africa e la cessione di Mattia Destro al Milan non è stata rimpiazzata con un attaccante d’area, considerato anche il flop di Seydou Doumbia. Certo, Džeko dovrà fare i conti con la presenza di Francesco Totti, ma il capitano giallorosso non avrà certo problemi a convivere con il bosniaco, e anzi la sua esperienza potrebbe essere molto utile sotto il punto di vista degli assist. L’ormai ex punta del Manchester City, che ritroverà il suo compagno di nazionale Miralem Pjanic, arriva a Roma dopo una stagione non certo memorabile, la peggiore a livello realizzativo degli ultimi dieci anni: soltanto sei gol in trentadue presenze, di cui quattro in ventidue partite di Premier League, chiuso da Sergio Agüero e dalle scelte di Manuel Pellegrini che spesso ha preferito un modulo a una punta lasciandolo in panchina come riserva dell’argentino. Dal 2008-2009, quando portò il Wolfsburg a una clamorosa vittoria della Bundesliga grazie a un girone di ritorno favoloso assieme al compagno Grafite, era sempre andato in doppia cifra, numero che punta a ritrovare quest’anno in giallorosso, magari aiutando i capitolini ad alzare un trofeo che manca dal 2008. Fisicamente in Serie A ci sono pochi giocatori come lui (193 centimetri d’altezza), nel gioco aereo non ha rivali e oltre a essere un vero centravanti ha comunque fatto diversi gol da fuori area, grazie al suo tiro potente. È stato accolto da centinaia di persone a Fiumicino, ora i tifosi giallorossi si aspettano tante esultanze per le sue reti fin dalla prima giornata di campionato.

[Immagine presa da gianlucadimarzio.com]

LE PRECEDENTI SCHEDE

Samuel Souprayen – Hellas Verona
Daniel Pavlovic – Frosinone
Marten de Roon – Atalanta
Serge Gakpé – Genoa
Abdelhamid El Kaoutari – Palermo
Filip Helander – Hellas Verona
Vlad Chiriches – Napoli
Ricardo Kishna – Lazio
Wojciech Szczesny – Roma
Manuel Iturra – Udinese
Darko Lazovic – Genoa
Aleksandar Trajkovski – Palermo
Patric – Lazio
Kamil Wilczek – Carpi
Cláudio Winck – Hellas Verona
Mario Suárez – Fiorentina
Issa Cissokho – Genoa
Diogo Figueiras – Genoa
Wesley Hoedt – Lazio
Fernando – Sampdoria
Ravel Morrison – Lazio
Niklas Moisander – Sampdoria
João Miranda – Inter
Oscar Hiljemark – Palermo
Ali Adnan – Udinese
Jeison Murillo – Inter
Sami Khedira – Juventus
Luiz Adriano – Milan
Martín Montoya – Inter
Mario Mandžukic – Juventus
Geoffrey Kondogbia – Inter
Carlos Bacca – Milan