I nuovi stranieri della Serie A: Cláudio Winck (Hellas Verona)

0

Nuovo appuntamento con la rubrica di SpazioCalcio che vi presenta i nuovi stranieri della Serie A, oggi tocca al brasiliano Cláudio Winck acquistato dall’Hellas Verona.

 

Nome: Cláudio Winck Neto
Data di nascita: 15 aprile 1994
Nazionalità: brasiliana
Ruolo: difensore
Costo trasferimento: prestito

Dopo due salvezze tranquille l’Hellas Verona cercherà l’anno prossimo di ripetersi e magari di raggiungere l’Europa, per questo motivo il nuovo direttore sportivo veronese Riccardo Bigon ha già chiuso importanti colpi in entrata, tra cui Cláudio Winck. L’inseguimento al laterale brasiliano non è però una novità, già Sean Sogliano aveva provato a strapparlo all’Internacional di Porto Alegre già a gennaio, non trovando però un accordo definitivo. Ci ha pensato allora il dirigente ex Napoli a chiudere l’affare con un prestito con diritto di riscatto da esercitare la prossima estate. Il brasiliano è figlio d’arte, anche il padre era un laterale di destra e vinse due medaglie d’argento alle Olimpiadi nel 1984 e nel 1988. Anche lui potrebbe tra non molto entrare nel giro della nazionale, anche perché uno dei suoi più grandi ammiratori è Carlos Dunga che lo fece esordire nel 2013. Nell’ultimo periodo è stato fermato da uno stiramento alla coscia che lo tiene fuori dal maggio scorso. Può svolgere tutti i ruoli sulla fascia di destra, partendo dal terzino fino all’ala offensiva, per questo motivo potrebbe rivelarsi molto utile per il tecnico Andrea Mandorlini ed il suo 4-3-3. Non si tratta però dal classico terzino brasiliano votato solo all’attacco, infatti, riesce a destreggiarsi bene in entrambe le fasi, anche se le sue qualità migliori sono quelle offensive dove abbina alla sua facilità di corsa una tecnica non comune, che gli fa produrre con facilità dei cross che sono perfetti per due arieti come Luca Toni e Giampaolo Pazzini. Proprio grazie alle sue qualità tecniche è pericoloso anche con tiri da lontano, oltre ad avere una buona capacità di inserirsi. È prestante anche fisicamente, oltre ad avere un temperamento non indifferente, tutte caratteristiche che tanto piacciono a Mandorlini e che potrebbero così fargli conquistare presto un posto da titolare.

[Immagine presa da stopandgoal.net]

LE PRECEDENTI SCHEDE

Mario Suárez – Fiorentina
Issa Cissokho – Genoa
Diogo Figueiras – Genoa
Wesley Hoedt – Lazio
Fernando – Sampdoria
Ravel Morrison – Lazio
Niklas Moisander – Sampdoria
João Miranda – Inter
Oscar Hiljemark – Palermo
Ali Adnan – Udinese
Jeison Murillo – Inter
Sami Khedira – Juventus
Luiz Adriano – Milan
Martín Montoya – Inter
Mario Mandžukic – Juventus
Geoffrey Kondogbia – Inter
Carlos Bacca – Milan