I nuovi stranieri della Serie A: Christian Oliva (Cagliari)

0

Negli ultimi giorni della sessione invernale di calciomercato il Cagliari ha preso dal Nacional Montevideo il centrocampista Christian Oliva, non utilizzabile però ieri nella sconfitta contro l’Atalanta: questa la sua scheda, dopo la presentazione ufficiale alla stampa di questo pomeriggio alla Sardegna Arena.

Nome: Christian Gabriel Oliva Jiménez
Data di nascita: 1 giugno 1996
Nazionalità: uruguayana
Ruolo: centrocampista
Costo trasferimento: 5.000.000€

Da due mesi a questa parte il Cagliari sta avendo grossi problemi a centrocampo, complice l’infortunio di Lucas Castro (lesione al ginocchio il 25 novembre nella rifinitura prima della partita col Torino) e il rendimento in calo di Filip Bradarić, che sta pagando ora il fatto di non aver svolto la preparazione avendo partecipato ai Mondiali (e, ieri, si è infortunato anche Valter Birsa). Così il presidente Tommaso Giulini ha utilizzato il mercato di gennaio per rinforzare il reparto: il prescelto era Nahitan Nández, col quale era stato raggiunto un accordo per circa venti milioni di euro (sarebbe stato l’acquisto più costoso della storia rossoblù), ma poi il Boca Juniors ha fatto di tutto per trattenerlo, accusando anche la società sarda, e il trasferimento non si è concretizzato. È comunque arrivato un uruguayano, seppur dal Nacional Montevideo: il classe 1996 Christian Oliva, per il quale la trattativa si è concretizzata in pochi giorni, perché venerdì 18 gennaio il suo agente Martín Plada l’ha avvisato della possibilità di trasferirsi a Cagliari e il martedì successivo era già in Sardegna.

Oliva è un centrocampista centrale, si definisce simile come gioco a Walter Gargano ma con un piede migliore, sa sia giocare il pallone sia marcare (a volte esagera, come dimostrano i tanti cartellini gialli presi con la maglia del Bolso) e si trova comodo come volante central, ruolo che nello schema di Rolando Maran fatica a trovare un padrone definitivo con le prestazioni altalenanti del già citato Bradarić e di Luca Cigarini, titolare nell’ultimo periodo. Ha effettuato tutta la preparazione col Nacional, con cui a novembre ha perso l’ultimo campionato uruguayano (dove è stato eletto il miglior debuttante) contro il Peñarol dell’ex allenatore rossoblù Diego López, giocando l’ultima volta lo scorso 17 gennaio in amichevole contro il Colón, è quindi in condizioni per scendere in campo e potrebbe farlo già da domenica prossima contro il Milan, dato che oggi è arrivato il transfer la cui mancanza gli ha impedito di essere a disposizione ieri contro l’Atalanta. Ha preso la maglia numero 17, lasciata libera da Diego Farias appena andato a Empoli, e ha come sogno quello di debuttare con l’Uruguay: la ribalta internazionale che gli dà il Cagliari potrà aiutarlo a realizzare il suo desiderio, certo dovrà adattarsi in fretta ai ritmi differenti del calcio italiano ma ha detto di non avere alcuna paura per il cambio di ambiente, e spera di ripetere quanto fatto da un idolo rossoblù come Nelson Abeijón.

LE PRECEDENTI SCHEDE

Nicolás Schiappacasse – Parma
Lucas Piazon – Chievo
Dimitrios Nikolaou – Empoli
Marvin Zeegelaar – Udinese
Lucas Paquetá – Milan
Cédric Soares – Inter