I nuovi stranieri della Serie A: Carlos Carbonero (Cesena)

0

Anche se il calciomercato è finito continua ancora per qualche giorno la rubrica di SpazioCalcio sui nuovi stranieri della Serie A 2014-2015, visto che ci sono ancora alcuni giocatori che non sono stati presentati. Oggi è il turno del colombiano del Cesena, Carlos Carbonero.

 

Nome: Carlos Mario Carbonero Mancilla
Data di nascita: 25 luglio 1990
Nazionalità: colombiana
Ruolo: centrocampista – attaccante
Costo trasferimento: prestito

Passare da una delle principali squadre del panorama sudamericano, appena diventata campione d’Argentina, a una che lotta per non retrocedere in Serie A potrebbe sembrare un passo falso nella carriera di un giocatore, ma per Carlos Carbonero non è affatto così. L’esterno d’attacco colombiano è finito sì dal River Plate al Cesena, ma dietro quest’interessante operazione di mercato c’è la mano di un esperto come Walter Sabatini, che in realtà l’ha acquistato per la Roma girandolo poi in prestito a un’altra società italiana per permettergli di giocare con continuità e poi portarlo in giallorosso senza dover occupare un posto da extracomunitario, situazione già vista a gennaio con Leandro Paredes, piazzato al Chievo, e Antonio Sanabria, transitato dal Sassuolo. Carbonero nell’ultima stagione è stato uno dei punti di forza del River Plate, aiutando i Millonarios a vincere il Torneo Final 2014 e la finale della Primera División con trentasei presenze e otto gol in campionato, ma oltre ai gol si è fatto notare anche con diversi assist per i vari Teófilo Gutiérrez e Fernando Cavenaghi. Esterno offensivo, al River ha giocato prevalentemente sulla fascia destra, per Bisoli potrebbe essere una soluzione come esterno nel tridente, visto il 4-3-3 utilizzato alla prima di campionato contro il Parma, ma potrebbe fare tranquillamente anche tutta la fascia nel 3-5-2 o il centrocampista laterale nel 4-4-2, le opzioni sono tante e per giunta in caso di necessità potrebbe spostarsi pure sulla zona di campo opposta, essendo ambidestro. Calcia in maniera potente con il destro (famoso un suo gol da trenta metri al volo contro l’Argentinos Juniors quando vestiva la maglia dell’Arsenal de Sarandí) oppure di precisione con il sinistro, in aggiunta è bravo a inserirsi centralmente oppure a tagliare sul secondo palo nei calci piazzati, fa parte della generazione di esterni colombiani talentuosi e veloci della quale Juan Guillermo Cuadrado, che Carbonero ha sostituito ai Mondiali nel secondo tempo della gara contro il Giappone, è senza dubbio il pezzo pregiato. Dell’esterno della Fiorentina magari non avrà la stessa esplosività ma è comunque piuttosto rapido e imprevedibile nelle giocate, in Argentina ha fatto bene con tre squadre diverse (inizialmente era all’Estudiantes) e in tutte ha sempre tenuto una buona media gol, dovesse ripetersi pure al Cesena farebbe fare un salto di qualità notevole ai romagnoli, che hanno già iniziato bene il campionato conquistando tre dei quaranta punti necessari per ottenere la salvezza.

[Immagine presa da minuto30.com]