I nuovi stranieri della Serie A: Amin Younes (Napoli)

0

È stato uno dei primi giocatori tesserati per la Serie A 2018-2019, ma probabilmente sarà anche uno degli ultimi a vedere il campo: il Napoli ha ingaggiato lo svincolato Amin Younes, peraltro con sei mesi di ritardo, ma il suo esordio sarà rimandato a causa di un infortunio.

Nome: Amin Younes
Data di nascita: 6 agosto 1993
Nazionalità: tedesca
Ruolo: centrocampista – attaccante
Costo trasferimento: parametro zero

È stato un punto interrogativo per tutta la prima parte del 2018, ma alla fine Amin Younes è diventato davvero un giocatore del Napoli. Sono circolate un’infinità di voci sul suo dietrofront dello scorso 26 gennaio, quando dopo aver svolto le visite mediche a Villa Stuart è letteralmente sparito facendo ritorno all’Ajax, dove da marzo è finito fuori rosa, però tutto si è risolto in maniera corretta, col giocatore che ha rispettato il contratto depositato addirittura nove giorni prima della chiusura del calciomercato invernale (il secondo ufficiale per questa stagione, dopo l’altro svincolato azzurro Amato Ciciretti che proprio oggi è tornato in prestito al Parma). Il problema, l’ennesimo, è che su Younes si è accanita la sfortuna: dopo che già a fine 2017 aveva avuto problemi al ginocchio, e che nella seconda parte di stagione aveva giocato pochissimo (dopo il viaggio lampo in Italia, per il quale si è parlato addirittura – senza conferme – che fosse rimasto colpito in maniera negativa dalla città di Napoli), nel mese scorso si è gravemente infortunato al tendine d’Achille sinistro, una lesione annunciata per la prima volta da Enrico Preziosi facendo intendere come il Genoa potesse essere interessato a lui.

Da una vicenda decisamente intricata, con diversi lati oscuri che non si sa se e quando verranno alla luce, ci sono alcuni fatti certi: Younes ora è un giocatore del Napoli (anche perché, avendo firmato un contratto, se avesse rifiutato il trasferimento sarebbe andato incontro a squalifica da parte della FIFA) e si è regolarmente aggregato nel ritiro di Dimaro agli ordini di Carlo Ancelotti, anche se per effetto del recente infortunio cammina tuttora con le stampelle e sta effettuando una riabilitazione che si prospetta piuttosto lunga, tanto che le possibilità di vederlo in campo nel 2018 sono ridotte al minimo. Non è escluso che a gennaio gli azzurri lo prestino per la seconda parte di stagione, in modo da farlo giocare con continuità, ma per il momento queste valutazioni non sono ancora state fatte perché c’è da rimetterlo a posto a livello fisico. Un anno fa vinceva la Confederations Cup con la Germania (segnando in semifinale al Messico) e sperava di essere convocato ai Mondiali, forte anche della stima di Joachim Löw, poi la sua carriera si è fermata: è un peccato, perché Younes negli anni all’Ajax aveva dimostrato di essere un’ala sinistra di valore, ambidestro e con più assist che gol nei piedi ma capace di migliorare il suo rendimento sottoporta nella parte finale della stagione 2016-2017, con due reti fondamentali nel ritorno dei quarti di finale di Europa League contro lo Schalke 04 (allo scadere dei tempi supplementari) e nell’andata delle semifinali col Lione. Toccherà al Napoli restituirlo al mondo del calcio, sperando di mettere definitivamente alle spalle il suo 2018 orribile.

[Immagine presa da sport.sky.it]

LE PRECEDENTI SCHEDE

Mitchell Dijks – Bologna
Robin Olsen – Roma
Jeremie Boga – Sassuolo
William Bianda – Roma
Christian Nørgaard – Fiorentina
Johan Djourou – SPAL
Arkadiusz Reca – Atalanta
Rok Vodišek – Genoa
Dávid Hancko – Fiorentina
Daniel Fuzato – Roma
Soualiho Meïté – Torino
Krzysztof Piątek – Genoa
Federico Santander – Bologna
Mattias Svanberg – Bologna
Riza Durmisi – Lazio
Juan Musso – Udinese
Omar Colley – Sampdoria
Valon Berisha – Lazio
Iván Marcano – Roma
Silvio Proto – Lazio
Alban Lafont – Fiorentina
Felipe Vizeu – Udinese
Ante Ćorić – Roma
Justin Kluivert – Roma
Hidde ter Avest – Udinese
Alen Halilović – Milan
Fabián Ruiz – Napoli
Cristiano Ronaldo – Juventus
Darijo Srna – Cagliari
Emre Can – Juventus
Lautaro Martínez – Inter