I nuovi stranieri della Serie A: Adalberto Peñaranda (Udinese)

0

La rubrica dei nuovi stranieri di Serie A tocca quota cinque e lo fa con un colpo giovane e di prospettiva dell’Udinese, che ha portato in Friuli il talento venezuelano Adalberto Peñaranda, visto di recente in Copa América Centenario.

 

Nome: Adalberto Peñaranda Maestre
Data di nascita: 31 maggio 1997
Nazionalità: venezuelana
Ruolo: centrocampista – attaccante
Costo trasferimento: prestito

Negli ultimi anni la famiglia Pozzo si è dedicata soprattutto allo sviluppo di Granada e Watford, le altre due società controllate assieme all’Udinese salite nelle serie maggiori dei rispettivi campionati. La recente cessione del club spagnolo al gruppo cinese Desport ha inevitabilmente cambiato gli scenari, e fra le varie modifiche si è dovuta prendere anche una decisione sul futuro del giovane talento classe 1997 Adalberto Peñaranda, in prestito al Granada dal Watford. Il suo prestito in Liga sarebbe dovuto durare fino al 30 giugno 2017, ma lo scorso 11 luglio è stato interrotto e, con la medesima formula, il venezuelano si è trasferito all’Udinese, dove potrà mostrare tutte le sue doti in una stagione che in Friuli si aspettano di rilancio dopo aver rischiato la retrocessione fino alle ultime battute dell’ultima Serie A. Peñaranda è un attaccante molto mobile, che sa giocare anche come esterno sinistro di centrocampo nel 4-4-2 (è il ruolo che ha ricoperto con discreti risultati in Copa América Centenario, dove la Vinotinto ha raggiunto i quarti di finale eliminata dall’Argentina) con licenza di attaccare, perciò è presumibile che sia impiegato dal nuovo tecnico bianconero Giuseppe Iachini soprattutto da attaccante, perché metterlo esterno a tutto campo nel 3-5-2 lo limiterebbe parecchio e perché, da quanto si è visto in campo, il suo sviluppo sembra essere più quello di un attaccante vero e proprio che di un’ala. Ha doti tecniche molto interessanti: sfrutta la sua rapidità per inserirsi negli spazi tagliando dalla fascia verso il centro e sta migliorando molto dal punto di vista della finalizzazione, come dimostrano i cinque gol in ventitré presenze nell’ultima Liga decisivi per la salvezza del Granada, fra cui la doppietta del 12 dicembre 2015 nell’1-2 sul campo del Levante che, oltre a essere stata la sua prima volta nel tabellino dei marcatori in Primera División, l’ha reso il giocatore più giovane a segno con la maglia del club andaluso (era già stato il più giovane esordiente venti giorni prima, da titolare contro l’Athletic Club) e il più giovane a realizzare una doppietta nella storia della Liga, superando di ventiquattro giorni un certo Lionel Messi. Numeri più che positivi per la sua prima annata lontano dal Venezuela, dov’è cresciuto con la maglia del Deportivo La Guaira, e che l’hanno portato alla ribalta internazionale con la già citata convocazione con la Nazionale. Dopo qualche anno mediocre l’Udinese vuole ripartire, il colpo Peñaranda può rappresentare un primo punto d’unione con la generazione che conquistò la Champions League nel 2010 e 2011.

[Immagine presa da napoliqube.it]

LE PRECEDENTI SCHEDE

Bruno Alves – Cagliari
Lucas Ocampos – Genoa
Dani Alves – Juventus
Éver Banega – Inter