I migliori talenti del calcio mondiale: Nicolò Zaniolo

0
Nicolò Zaniolo Roma

Dopo la scheda di Sandro Tonali della settimana scorsa, la rubrica di SpazioCalcio sui migliori talenti del calcio mondiale rimane in Italia con Nicolò Zaniolo, centrocampista offensivo trasferitosi questa estate dall’Inter alla Roma.

Nome: Nicolò Zaniolo
Data di nascita: 2 luglio 1999
Nazionalità: italiana
Ruolo: centrocampista
Squadra: Roma

In questi giorni ha ovviamente fatto scalpore la prima convocazione con la nazionale maggiore dell’Italia di Sandro Tonali, ma Roberto Mancini aveva già sorpreso nelle convocazioni di inizio settembre, quando inserì in lista Nicolò Zaniolo senza che il giocatore avesse ancora messo piede in campo in Serie A. Da quel momento il nativo di Massa ha finalmente esordito anche con la Roma (tra i professionisti l’aveva già fatto in Serie B con la Virtus Entella nel marzo 2017), facendolo peraltro in un contesto non proprio tra i più comodi: titolare nella prima giornata del Gruppo G di Champions League al Santiago Bernabéu contro il Real Madrid. La sua avventura finora è fatta da sei presenze totali, divise esattamente a metà tra la massima competizione europea e la Serie A. Zaniolo è arrivato alla Roma questa estate, nell’ambito dell’affare che ha contemporaneamente portato Radja Nainggolan all’Inter ed anche Davide Santon ai giallorossi, dopo aver vissuto una stagione praticamente trionfale con la Primavera nerazzurra. Annata che lo ha visto crescere in maniera esponenziale fin dal principio e conclusa con quattordici reti totali, di cui anche quella decisiva nella semifinale della Fase Finale del campionato Primavera 1 contro la Juventus. Per lui sono arrivati anche due trofei: proprio la prima edizione del campionato Primavera 1 e la Supercoppa Primavera, mentre non ha disputato la Viareggio Cup perché impegnato con la nazionale under-19.

Zaniolo ha iniziato la sua carriera da trequartista ed è anche il ruolo dove è stato impegnato ultimamente dal tecnico della Roma Eusebio Di Francesco da quando i capitolini sono passati al 4-2-3-1. Tuttavia, a partire dalla stagione scorsa con Stefano Vecchi, ha iniziato a giocare sempre più spesso anche come mezzala di qualità, migliorando molto anche nella predisposizione al sacrificio in fase difensiva. In posizione più offensiva il classe 1999 può ovviamente sfruttare al meglio le sue qualità tecniche, ad iniziare dal dribbling nello stretto con cui riesce facilmente a crearsi spazi anche nelle situazioni più intricate, a cui aggiunge discrete capacità sia nel gioco corto che nel gioco lungo. È molto efficace anche nei movimenti senza palla, tanto che riesce ad inserirsi con ottimo tempismo anche in zona-gol, sfruttando anche la buona fisicità. Zaniolo è un giocatore ancora in crescita che ha ampi margini di miglioramento sotto l’aspetto delle scelte offensive da compiere, con l’obiettivo di essere protagonista degli Europei under-21 che si disputeranno la prossima estate in Italia.

[Immagine presa da stadiosport.it]

LE PRECEDENTI SCHEDE – ANNO 2018

Sandro Tonali
Fëdor Chalov
Phil Foden
Luka Jović
Luca Pellegrini
Manu García
Exequiel Palacios
Sander Berge
Marcelo Saracchi
Steven Bergwijn
Andriy Lunin
Mattéo Guendouzi
Joaquín Ardaiz
Mason Mount
Callum Hudson-Odoi
Francisco Trincão
Ismaïla Sarr
Vinícius Júnior
Panagiotis Retsos
Moussa Wagué
Dennis Geiger
Rodrygo
Nikola Milenković
Ryan Sessegnon
Jules Koundé
Jadon Sancho
Viktor Tsygankov
Xaver Schlager
Nordi Mukiele
Matías Zaracho
Amine Harit
Diogo Dalot
Enrico Brignola
Han Kwang Song
Christopher Nkunku
Frenkie de Jong
Musa Barrow
Juan Foyth
Kelvin Amian
Achraf Hakimi
Dayot Upamecano
Mirko Antonucci
Maxime López
Justin Kluivert
Rúben Dias